RISPARMIO ENERGETICO, ALZATA L’ASTICELLA PER IL 110%

Superbonus al 110%. Ieri il Mise ha varato i due decreti attuativi previsti dal decreto Rilancio. Ora si attendono i due provvedimenti delle Entrate su visti di conformità e cessione del credito d’imposta – sconto in fattura. Il primo decreto del Mise concerne i ‘requisiti tecnici’, il secondo riguarda le asseverazioni dei lavori indispensabili per beneficiare delle detrazioni. Il decreto sui requisiti tecnici fissa i massimali di costo e i controlli a campione. Stabilisce che il tecnico asseveri i costi massimi per tipologia d’intervento attraverso i prezziari regionali o commerciali. Il secondo decreto, quello asseverazioni definisce le modalità di trasmissione e i moduli da inviare agli organi competenti tra cui l’Enea. Il decreto chiarisce molti aspetti a partire dai tetti di costo degli interventi. Si possono usare i prezziari regionali o quello del Dei – Tipografia del Genio Civile. Dove i prezziari non sono utilizzabili il tecnico abilitato stilerà un elenco analitico dei costi.

SUPERBONUS, TETTO AI COSTI, Il Sole 24 Ore, 30.7.2020

Precedente

IL VADEMECUM ANCI PER LE AMMINISTRAZIONI COINVOLTE NELLE ELEZIONI DEI PROSSIMI 20 E 21 SETTEMBRE

Successivo

SMART WORKING, PASSO IN AVANTI NEL PRIVATO, LA SVOLTA DI ASSTEL E SINDACATI: FIRMATE LE PRIME LINEE GUIDA