Oggi i sindaci hanno detto…

ADN Kronos, mercoledì 03 giugno 2020 FASE 2: SALA, ‘USIAMO RECOVERY FUND PER CURA CITTADINI E RILANCIO POLITICA INDUSTRIALE’ =  ADN0050 7 CRO 0 ADN CRO NAZ RLO        FASE 2: SALA, ‘USIAMO RECOVERY FUND PER CURA CITTADINI E RILANCIO POLITICA INDUSTRIALE’ =        ‘socialismo appartiene all’avvenire’        Milano, 3 giu. (Adnkronos) – ”Avremo il Recovery fund: usiamolo per   prenderci cura dei cittadini e per rilanciare la politica industriale.  Le risorse arriveranno; servono nuove idee. Siamo a un cambiamento   d’epoca”. Lo dice il sindaco di Milano, Giuseppe Sala intervistato   dal Corriere e parlando di socialismo, tema che affronta nel suo   ultimo libro.        ”Non voglio riaprire un dibattito che sarebbe infinito. Dico che il   socialismo non appartiene alla storia, ma all’avvenire. Solo in Italia  è considerato una parola morta. Altrove non è così”.        (Lci/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  03-GIU-20 07:36  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, mercoledì 03 giugno 2020 CORONAVIRUS: SINDACO CODOGNO, ‘MANCATA RETE SANITARIA TERRITORIALE’ =  ADN0087 7 CRO 0 ADN CRO NAZ        CORONAVIRUS: SINDACO CODOGNO, ‘MANCATA RETE SANITARIA TERRITORIALE’ =        Passerini a ‘Il Messaggero’, ‘chiamato dal Presidente Mattarella  al cellulare, non ci credevo’        Roma, 3 giu. (Adnkronos) – ”Da tutte le disgrazie, purtroppo, c’è   qualcosa da imparare. In questo caso che la rete sanitaria   territoriale deve essere il primo presidio. Ma i giorni all’inizio   dell’epidemia sono stati devastanti, difficili da immaginare. Ciò che   accadeva lo si scopriva al momento. E’ stato come guidare a 300   all’ora con i fari spenti”. Così il sindaco di Codogno, Francesco   Passerini, intervistato da ‘Il Messaggero’.        In merito alla vista del Capo dello Stato per la Festa della   Repubblica, afferma: ”Il Presidente Mattarella mi ha telefonato sul   cellulare e a me non pareva vero. E’ stata un’emozione. Mi ha chiesto   anzitutto come stavo e come stava andando sul territorio. Mi ha poi   annunciato la sua volontà di arrivare qui da noi. Per me e per la mia   comunità è un onore. E dimostra anche che la strada che abbiamo   intrapreso sia stata quella giusta, ora dobbiamo proseguire così senza  abbassare la guardia”.        Il sindaco, leghista, mette da parte le divergenze: ”Oggi contano   solo le istituzioni e ciò che rappresentano nell’interesse di tutti.   Come ho detto nel mio discorso di accoglienza, siamo consapevoli che   il momento che attraversiamo richiede ancora coinvolgimento,   condivisione, unità di intenti per sconfiggere il virus e per la   ripartenza, ma la presenza del presidente ha contribuito a rinnovare   la nostra forza” conclude.        (Cro/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  03-GIU-20 08:11  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, mercoledì 03 giugno 2020 Fase 2: riaprono i parchi a Bari, Decaro “distanze e mascherine” (2)=  AGI0063 3 CRO 0 R01 /  Fase 2: riaprono i parchi a Bari, Decaro “distanze e mascherine” (2)=  (AGI) – Bari, 3 giu. -Chiusi anche l’area lato terra della  pineta – ha spiegato il sindaco – i parchi 2 Giugno e Giovanni  Paolo II, perche’ sono in corso lavori di rifacimento  dell’impianto d’illuminazione, e qualche giorno per i parchi  Troisi, Tridente e Princigalli per alcuni interventi  straordinari di manutenzione. La chiusura dei parchi cittadini  era stata decisa da Decaro in seguito agli assembramenti, che  continuavano a verificarsi nonostante fosse gia’ in vigore il  lockdown. “Dopo piu’ di due mesi torneremo a vivere tutti gli  altri spazi della citta’ che non attraversiamo da tempo, dove  pero’ sara’ necessario rispettare le regole che ormai ci  accompagnano nella nostra quotidianita’ – ha detto il primo  cittadino -. Non sprechiamo questa occasione di tornare a vivere  un altro pezzo importante di normalita'”.(AGI)Le3/Tib  030815 GIU 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, mercoledì 03 giugno 2020 Fase 2: riaprono i parchi a Bari, Decaro “distanze e mascherine” =  AGI0062 3 CRO 0 R01 /  Fase 2: riaprono i parchi a Bari, Decaro “distanze e mascherine” =  (AGI) – Bari, 3 giu. – Riaprono i parchi pubblici a Bari e il  sindaco Antonio Decaro, che e’ anche presidente dell’Anci,  invita i cittadini a rispettare le regole per la loro fruizione:  “Evitiamo gli sport di gruppo, i contatti ravvicinati,  indossiamo le mascherine”. Nel capoluogo pugliese non  riapriranno tutti gli spazi verde pubblici, considerato che in  alcuni sono in corso lavori di manutenzione. Si tratta della  pineta San Francesco, lato mare, in cui e’ in corso  l’installazione di una nuova illuminazione per renderla fruibile  nelle sere d’estate.(AGI)Le3/Tib (Segue)  030815 GIU 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, mercoledì 03 giugno 2020 Fase 2: riapre aeroporto Alghero, primi voli Milano e Roma  ZCZC1671/SXA  SDK39400_SXA_QBXB  R ECO S0A QBXB  Fase 2: riapre aeroporto Alghero, primi voli Milano e Roma  In funzione i termoscanner automatici e sanificazione     (ANSA) – ALGHERO, 03 GIU – Termoscanner automatici per  misurare la temperatura corporea a chi parte e a chi arriva e  sanificazione e prevenzione di tutti gli spazi aeroportuali.  Sono le novita’ con cui oggi l’aeroporto “Riviera del corallo” di  Alghero riapre i battenti dopo la sosta forzata imposta  dall’emergenza sanitaria. Stamattina sono ripresi i collegamenti  in continuita’ territoriale operati da Alitalia con Milano e  Roma.  Il sindaco di Alghero, Mario Conoci, che nei giorni scorsi ha  incontrato il direttore generale di Sogeaal, Alberto Perini, e’  ottimista. “L’aeroporto e’ fondamentale per una ripartenza che  affrontiamo con impegno, e’ un segnale importante”, ha detto  Conoci a Perini. “Si riprende a volare, si supera la distinzione  tra gli scali sardi e si lavora per incrementare i voli con  Ryanair e altre low cost – annuncia il sindaco – con la Regione  teniamo alto l’impegno per tornare ai flussi attesi dal  territorio”. (ANSA).       Y1E-FOI  03-GIU-20 10:56 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, mercoledì 03 giugno 2020 ACQUA: AL VIA LA CAMPAGNA ‘IL CONTAGIO NON PASSA DA QUI’ =  ADN0568 7 ECO 0 ADN ECO NAZ        ACQUA: AL VIA LA CAMPAGNA ‘IL CONTAGIO NON PASSA DA QUI’ =        A lanciarla è Aqua Italia        Roma, 3 giu. – (Adnkronos) – Aqua Italia, in occasione della   riapertura al pubblico di bar e ristoranti, ha dato il via alla   campagna multicanale ”Il contagio non passa da qui” per assicurare   ai consumatori che l’acqua del sindaco, trattata e non, servita nei   locali pubblici è garantita e sicura da possibili contaminazioni da   Sars-CoV-2, dato confermato anche dall’Istituto Superiore di Sanità   con una nota del 5 marzo 2020.        E’ importante poter riacquistare fiducia nel frequentare i locali   pubblici, in città come in vacanza, nel rispetto delle regole di   sicurezza, e la campagna voluta dall’Associazione ha proprio questo   obiettivo. Per tre mesi l’hastag #bevinsicurezza accompagnerà la   comunicazione multicanale declinata in tre differenti soggetti. La   campagna sarà veicolata attraverso i social media (Facebook,   Instagram, YouTube) e in tv con diversi passaggi nel format ”4   Ristoranti” condotto dallo chef Alessandro Borghese, in   programmazione su Sky Uno.        ”Vogliamo dare una risposta chiara ed efficace a tutti i dubbi che   gravitano attorno al consumo di acqua del rubinetto, trattata e non,   in questo particolare momento – spiega Lauro Prati, presidente di Aqua  Italia – Per farlo abbiamo scelto una comunicazione semplice e diretta  che sappia coniugare l’esigenza informativa e l’aspetto emozionale.”        (Mst/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  03-GIU-20 12:17  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Nazionale, mercoledì 03 giugno 2020 DL SEMPLIFICAZIONE. NARDELLA: NON MI ARRENDO A NON POTER FARE  DIR1126 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT    DL SEMPLIFICAZIONE. NARDELLA: NON MI ARRENDO A NON POTER FARE  (DIRE) Firenze, 3 giu. – Un “richiamo per chi a Roma e sta  scrivendo la piu’ ambiziosa riforma per la semplificazione: non  mi arrendero’ mai all’idea che cio’ che Firenze e’ riuscita a  fare in passato non si possa piu’ fare perche’ c’e’ un sistema  che non ce lo consente. Io non mi arrendo a questo”. Cosi’ il  sindaco di Firenze, Dario Nardella, durante la conferenza stampa  di riapertura delle Gallerie degli Uffizi.    (Dip/Dire)  13:13 03-06-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  NOVA ROMA, mercoledì 03 giugno 2020 Roma: Raggi, rinvio pagamenti affitti per aiutare commercianti  NOVA0089 3 POL 1 NOV CRO  Roma: Raggi, rinvio pagamenti affitti per aiutare commercianti  Roma, 03 giu – (Nova) – “Abbiamo approvato in Giunta una  delibera che rinvia al 30 giugno il pagamento degli affitti  dovuti a Roma Capitale. Un provvedimento pensato per venire  incontro alle necessita’ dei commercianti e delle attivita’  produttive, per aiutarli ad affrontare la ripartenza dopo  l’emergenza coronavirus”. Lo scrive su Facebook il sindaco  di Roma Virginia Raggi. “Dopo essere gia’ intervenuti per le  scadenze di aprile e maggio ora, con questa ulteriore  proroga, rimandiamo i pagamenti senza l’applicazione di  alcun interesse per un totale di tre mesi, a favore di chi  opera negli stabili di proprieta’ del Comune – ribadisce  Raggi -. Ringrazio l’assessora al Patrimonio Valentina  Vivarelli per lavorato questa soluzione. Insieme riusciremo  a ripartire, stando vicini ai piccoli imprenditori e ai  cittadini di Roma”. (Rer)  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  NOVA NAPOLI, mercoledì 03 giugno 2020 Campania: al via protocollo tra garante disabili e presidente Anci  NOVA0017 3 POL 1 NOV REG  Campania: al via protocollo tra garante disabili e presidente Anci  Napoli, 03 giu – (Nova) – E’ stato stipulato ieri mattina un  protocollo di intesa tra l’Anci Campania e il garante dei  diritti delle persone con disabilita’ della Regione  Campania. Le firme sono state apposte dal presidente  dell’Associazione nazionale dei comuni della Campania, avv.  Carlo Marino, sindaco di Caserta e il garante, avv. Paolo  Colombo. In questo documento le parti stabiliscono di  avviare iniziative, progetti e programmi di collaborazione  sui temi e sugli ambiti di interesse reciproco, apportando  ciascuna le competenze e le risorse disponibili. Gli ambiti  di collaborazione che le parti intendono definire per la  realizzazione delle attivita’ sono: la promozione e la  tutela per le persone con disabilita’ temporanea o  permanente; l’informazione e la formazione omogenea sul  territorio nazionale, degli operatori della Pubblica  amministrazione; l’uguale riconoscimento davanti alla legge  e l’accesso alla giustizia; l’accessibilita’ universale. Il  garante dei diritti delle persone con disabilita’ della  Regione Campania, Paolo Colombo, ha dichiarato: “E’ un  protocollo che ci soddisfa non poco perche’ l’Anci e’  l’organo istituzionale piu’ importante per l’erogazione dei  servizi sociali ed e’ l’ente piu’ vicino al cittadino (e  quindi anche ai disabili) essendo composto da oltre 550  comuni. La collaborazione stretta tra noi e gli enti  comunali e’ fondamentale per trattare ed eventualmente  risolvere problematiche quali, barriere architettoniche,  assistenza specialistica nelle scuole, ai trasporti, tanto  per citarne alcune. Nel protocollo abbiamo messo in evidenza  il sistema degli ambiti che non funziona come ci  aspetteremmo e forse dovrebbe essere rimodulato in favore  delle aziende speciali in modo da assicurare l’effettivita’  dei servizi”. (segue) (Ren)  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, mercoledì 03 giugno 2020 Fase 2: sindaco Lecce, attesi viaggiatori italiani e stranieri =  AGI0533 3 CRO 0 R01 /  Fase 2: sindaco Lecce, attesi viaggiatori italiani e stranieri =  (AGI) – Lecce, 3 giu. – Il Salento, dove non si registrano nuovi  contagi da Covid-19 dal 29 maggio scorso, attende arrivi di  persone soprattutto dal Nord in un clima di relativa  tranquillita’. L’ufficio del sindaco di Lecce, Carlo Salvemini,  fa sapere all’AGI che nella stazione ferroviaria la mattinata di  oggi e’ stata tranquilla, mentre in serata, potrebbe esserci un  flusso di viaggiatori in entrata con l’arrivo di due treni a  lunga percorrenza da Milano e Torino. Le autorita’ sanitarie  salentine raccomandano il rispetto delle regole anti-contagio  rimaste in vigore, come il distanziamento interpersonale e l’uso  delle mascherine specie negli esercizi commerciali e in tutti i  luoghi chiusi.(AGI)Le2/Tib (Segue)  031335 GIU 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, mercoledì 03 giugno 2020 Fase 2: sindaco Lecce, attesi viaggiatori italiani e stranieri (2)=  AGI0534 3 CRO 0 R01 /  Fase 2: sindaco Lecce, attesi viaggiatori italiani e stranieri (2)=  (AGI) – Lecce, 3 giu. – “Ancora oggi la scienza – nell’occasione  il virologo Massimo Galli, primario di Malattie Infettive Sacco  di Milano – ci spiega l’inutilita’ del cosiddetto passaporto  sanitario – sostiene il sindaco Salvemini -, richiesto da alcuni  per autorizzare gli spostamenti fra regioni, in quanto nessun  test da’ il cento per cento di garanzia della non infettivita’  di un soggetto. Se una persona si fosse infettata tre giorni fa  e facesse il tampone oggi, con buona probabilita’ sarebbe  negativo e fra tre giorni positivo. Quindi, non si avrebbe  alcuna certezza assoluta.” Chi arriva in Puglia da oggi non ha  piu’ l’obbligo della quarantena. Il presidente della Regione,  Michele Emiliano, con propria ordinanza, ha invece imposto  l’obbligo di compilare il modello di auto-segnalazione  disponibile sul sito web istituzionale. Inoltre e’ necessario  conservare per un periodo di 30 giorni l’elenco dei luoghi  visitati e delle persone incontrate durante il soggiorno. Per le  medesima ragione si suggerisce di scaricare la app Immuni.  “Nulla di piu’ si puo’ pretendere – conclude Carlo Salvemini –  da chi arriva in citta’ dal resto dell’Italia e dall’estero e  altro non c’e’ da fare, al momento, se non ribadire a tutti che  Lecce e’ Covid free, che e’ un ulteriore biglietto da visita.  Andiamo avanti, uniti”.  (AGI)Le2/Tib  031335 GIU 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA ABRUZZO, mercoledì 03 giugno 2020 Fase 2: Biondi, L’Aquila e’ sicura, nostro bollino blu turismo  ZCZC3488/SXR  SDK41107_SXR_QBXA  R CRO S43 QBXA  Fase 2:Biondi,L’Aquila e’ sicura,nostro bollino blu turismo  Sindaco:da noi confini gia’ riaperti con riavvio cantieri sisma     (ANSA) – L’AQUILA, 03 GIU – “Con la riapertura dei confini  regionali, per L’Aquila l’elemento sostanziale che cambia e’ che  riparte il flusso turistico: la citta’ e’ sicura sismicamente e  dal punto di vista sanitario, vista il livello dei contagi tra i  piu’ bassi d’Italia, e questo nostro bollino blu sicuramente  interessa metropoli come Roma e Napoli che hanno la necessita’ di  essere decompresse”.  Cosi’ il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, nel giorno in cui  dopo la emergenza coronavirus, vengono riaperti i confini  regionali e la libera circolazione. “Nel nostro territorio  l’arrivo da altre regioni c’e’ stato gia’ con il riavvio dei  cantieri per la ricostrzione, operazione fatta nella massima  sicurezza alla luce dei tamponi obbligatori alle mastranze –  spiega il sindaco all’Ansa -. Nella citta’ e nel resto del  territorio il distanziamento sociale lo pratichiamo naturalmente  alla luce della scarsa popolosita’, ci siamo attenuti alle  regole, abbiamo fatto prevenzione e la continuiamo a fare, vedi  l’obbligo di mascherine dopo le 19 in centro storico e il  divieto a consumare all’aperto di fronte ai locali pubblici,  questa qualita’ del vivere che insieme alle bellezze ambientali e  storiche e’ una delle nuove frontiere, puo’ consentire di  ricominciare a a fare turismo nelle aree interne”. Secondo il  primo cittadino, “l’unico cambiamento e’ benefico e sono sicuro  che in molti sceglieranno L’Aquila e il suo circondario per via  della sicurezza sanitaria e della Rinascita della citta’ dopo il  sisma del 2009, una citta’ nella quale le regole vengono  rispettate”. (ANSA).       XSB-HNZ  03-GIU-20 13:36 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, mercoledì 03 giugno 2020 PRATO: APPROVATO PIANO DI AZIONE COMUNALE A SUPPORTO DEI SETTORI DI EDILIZIA E URBANISTICA (2) =  ADN0984 7 CRO 0 ADN CRO RTO        PRATO: APPROVATO PIANO DI AZIONE COMUNALE A SUPPORTO DEI SETTORI DI EDILIZIA E URBANISTICA (2) =        (Adnkronos) – ”Questo modo di operare in sinergia da parte di tutte   le realtà nell’ambito del settore edile con il coordinamento del   Comune di Prato, come fatto per gli altri settori economici della   città, – afferma il sindaco Matteo Biffoni – è la dimostrazione che la  città ha reagito da subito e che ha gli strumenti e la coesione che la  possono mettere in grado di superare la crisi derivante dall’emergenza  sanitaria Covid-19. Queste prime azioni rappresentano una risposta   concreta per il rilancio del settore da parte dell’Amministrazione.”        Il Tavolo del Settore edile ha anche promosso uno stretto contatto con  la Regione Toscana e lo Stato attraverso l’azione a livello   istituzionale del sindaco e degli assessori e quella a livello   settoriale che le reti delle imprese e delle professioni della città   hanno promosso con i rispettivi livelli nazionali. Il tavolo, grazie a  questa operatività, si è mosso in modo coordinato al fine di   promuovere riforme, semplificazioni e interventi economici a sostegno   del settore edile a livello comunale, regionale e nazionale.        ”Questa modalità operativa – mette in evidenza l’assessore Barberis –  ha dimostrato una forte coesione di intenti e una significativa   capacità di realizzare sinergie tra il livello pubblico e quello   privato e rappresenta, quindi, un’importante risorsa ed un efficace   modello di governance per il settore edile della città. In questa fase  2 è quindi importante mantenere attivo il coordinamento, soprattutto   in relazione alle sfide di ripresa e di rilancio del settore,   rappresentate ad esempio da importanti innovazioni normative a livello  nazionale, come l’Ecobonus e Sisma bonus 2020, finalizzate ad un   rilancio del settore”. (segue)        (Zto/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  03-GIU-20 15:00  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, mercoledì 03 giugno 2020 PRATO: APPROVATO PIANO DI AZIONE COMUNALE A SUPPORTO DEI SETTORI DI EDILIZIA E URBANISTICA (4) =  ADN0986 7 CRO 0 ADN CRO RTO        PRATO: APPROVATO PIANO DI AZIONE COMUNALE A SUPPORTO DEI SETTORI DI EDILIZIA E URBANISTICA (4) =        (Adnkronos) – Un’importante azione viene promossa per la definizione   di un efficace coordinamento in città sul tema dell’Eco bonus e Sisma   Bonus. La città di Prato negli ultimi anni si è mossa con grande   capacità sia nel settore pubblico che in quello privato sul tema   dell’efficientamemto energetico e le riforme normative a livello   nazionale rappresentano un’opportunità significativa per il rilancio   del settore edile. Il Comune si è mosso da subito per attivare un   tavolo di coordinamento con tutti gli operatori che operano nel   settore: questo tavolo deve continuare e sviluppare operativamente   attività di sensibilizzazione e promozione delle opportunità che si   stanno aprendo, soprattutto lavorando nella definizione di un   coordinamento con il sistema bancario e le società che operano come   esco.        ”Questa mattina – mette in evidenza il sindaco Biffoni – è già stata   approvata una prima delibera di Giunta coerentemente con il Piano di   Azione, che va nella direzione di supportare le imprese che operano   nel settore delle opere pubbliche ed in particolare le Pmi,   pesantemente investite dall’emergenza epidemiologica Covid-19. La   delibera prevede di introdurre delle modifiche al Regolamento per la   Disciplina dei Contratti, con l’obiettivo di ampliare la possibilità   di partecipazione degli operatori economici alle commesse pubbliche   ”.        (Zto/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  03-GIU-20 15:00  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  La Presse, mercoledì 03 giugno 2020 Sanità, domani Emilia Romagna inaugura l’Hub terapia intensiva a Rimini  Sanità, domani Emilia Romagna inaugura l’Hub terapia intensiva a Rimini Milano, 3 giu. (LaPresse) – L’Emilia-Romagna è pronta ad inaugurare l’Hub nazionale e regionale per la Terapia intensiva: la rete di 6 strutture sempre disponibili per pazienti, Covid e non, di tutto il Paese, realizzata grazie al progetto della Regione e del ministero della Salute. Domani mattina a Rimini saranno aperte le porte della prima sede, operativa da metà giugno, che si affianca a quelle di Bologna (Policlinico Sant’OrsolaeOspedale Maggiore), Parma (Ospedale Maggiore) e Modena (Policlinico e Ospedale Civile di Baggiovara). Ad inaugurare il quarto piano del Palazzetto Dea (Dipartimento Emergenza Accettazione) saranno il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie,Francesco Boccia, e il presidente della Regione, Stefano Bonaccini. Parteciperanno anche l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini, il sindaco di Rimini Andrea Gnassi, il commissario dell’Ausl Romagna, Marcello Tonini, e il presidente della Conferenza territoriale socio sanitaria Michele de Pascale. La cerimonia si svolgerà a partire dalle 11,30 nell’area nuova del quarto piano dell’Ospedale Infermi, in uno spazio adeguatamente allestito per rispettare le norme di sicurezza. Dopo gli interventi delle autorità, seguirà la visita della struttura, con una rappresentanza del personale medico e sanitario impegnato nell’emergenza Coronavirus e l’incontro finale con la stampa. CRO EMR ect 031507 GIU 20 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Dire Nazionale, mercoledì 03 giugno 2020 PALERMO. GIUNTA PROPORRÀ MODIFICA DELIBERA SU EXTRA COSTI RIFIUTI RAP  DIR1742 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT    PALERMO. GIUNTA PROPORRÀ MODIFICA DELIBERA SU EXTRA COSTI RIFIUTI RAP  SOMME PER IL TRASPORTO DELL’IMMONDIZIA FUORI PROVINCIA  (DIRE) Palermo, 3 giu. – La giunta del Comune di Palermo  presentera’ al consiglio comunale una proposta di emendamento  alla delibera che riguarda la copertura degli extra costi  sostenuti dalla Rap per il trasporto fuori provincia dei rifiuti.      Per il sindaco, Leoluca Orlando, “la proposta iniziale fatta  dalla giunta in data 30 aprile era precedente alle modifiche e  agli interventi legislativi nazionali e regionali, e in  particolare alla legge finanziaria regionale pubblicata il 14  maggio” e per questo “e’ quindi necessario confermare quanto  deciso dal Consiglio con delibera del 30 novembre 2019 e  aggiornare il testo della delibera alla luce del mutato quadro  normativo”.     In particolare Orlando ricorda che “l’articolo 11 della  finanziaria regionale specifica la destinazione delle somme di  cui al punto 7 e di cui al restante Fondo perequativo e cio’ dopo  numerose dichiarazioni e iniziative del governo e  dell’amministrazione regionale”. “Siamo in presenza del  significativo riconoscimento, adesso anche in sede legislativa,  della necessita’ di porre queste spese a carico della Regione e –  conclude – di configurare quindi quelle somme in favore del  Comune di Palermo”.    (Com/Sac/Dire)  15:21 03-06-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA VENETO, mercoledì 03 giugno 2020 Fase 2: una rivista digitale per ripartenza estiva Cortina  ZCZC4724/SXR  OVE42295_SXR_QBXV  R CRO S41 QBXV  Fase 2: una rivista digitale per ripartenza estiva Cortina     (ANSA) – CORTINA (BELLUNO), 3 GIU – L’Italia riapre e Cortina  tiene a battesimo un nuovo strumento di comunicazione,  inaugurando la rivista digitale ‘Cortina Dolomiti’, realizzata  da Cortina Marketing in collaborazione con il Comune. Da oggi  online il primo numero, dedicato all’estate, e uno speciale che  ha come focus le iniziative della localita’ ampezzana per una  vacanza in salute e sicurezza.     “Una nuova stagione sta per cominciare. Non solo quella  turistica, della vacanza, ma soprattutto quella dell’impegno e  della coesione – sottolinea il sindaco Gianpietro Ghedina -.Sono  questi i valori fondanti della nostra comunita’, che le hanno  permesso e le permetteranno di affrontare molte sfide. Come  quella dei Mondiali di sci alpino. E quella dei Giochi Olimpici  2026, vinta il 24 giugno 2019, proprio un anno fa, insieme a  Milano”. Cortina vuole ripartire anche dal turismo dopo aver  “saputo affrontare e gestire l’emergenza Covid – rileva – grazie  alla collaborazione di tutte le realta’ del territorio”. La  rivista “ha l’obiettivo di raccontare l’essenza del territorio  ampezzano, di chi lo vive e di chi lo sceglie anno dopo anno  come destinazione turistica – conclude -. Cortina si apre con  consapevolezza, energia ed entusiasmo, alle emozioni e alle  sfide di domani. Pronta per il cambiamento”.(ANSA).       CO  03-GIU-20 15:31 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, mercoledì 03 giugno 2020 Fase 2: scatto di Capraia, subito centinaia di turisti  ZCZC4994/SXA  SDK42567_SXA_QBXB  R CRO S0A QBXB  Fase 2: scatto di Capraia, subito centinaia di turisti  Sindaco,da 5/6 no test imbarco,resti rispetto distanze e igiene     (ANSA) – ISOLA DI CAPRAIA (LIVORNO), 03 GIU – E’ partita  subito la stagione balneare a Capraia (Livorno), dove per il  ponte del 2 giugno si e’ registrata un’ottima affluenza di  turisti, con diverse centinaia di persone arrivate sull’isola  sia con il traghetto che con imbarcazioni da diporto. Dal  prossimo 5 giugno, intanto, decade l’ordinanza del sindaco  Marida Bessi, che prevedeva il test rapido sierologico  all’imbarco al porto di Livorno per chi partiva per Capraia. Una  misura di contenimento che e’ servita nel pieno dell’emergenza  Covid visto che sull’isola non si e’ mai registrato alcun caso di  infezione.      “Dal 5 giugno – conferma il sindaco Bessi – decade  l’ordinanza che avevo firmato nel momento del contagio per  salvaguardare la fragilita’ sanitaria dell’isola. Ora che  l’Italia riapre anche noi ci adeguiamo e ci prepariamo ad  accogliere normalmente i turisti. A Capraia si va avanti e si  guarda avanti insomma. Naturalmente Capraia rimarra’ l’sola delle  ‘distanze giuste’, dove saranno rispettate cioe’ le norme di  sicurezza e le prescrizioni sanitarie sul distanziamento  sociale, sull’utilizzo della mascherina e sull’igiene  personale”. (ANSA).       Y83-GUN  03-GIU-20 15:50 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  La Presse, mercoledì 03 giugno 2020 Coronavirus, Decaro: Governo ha sostituito sindaci con presidenti Regioni  Coronavirus, Decaro: Governo ha sostituito sindaci con presidenti Regioni Roma, 3 giu. (LaPresse) – «Siamo stati lasciati in prima linea a contrastare, da soli, la disperazione della gente». Il sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro, intervistato da Micromega avverte il governo: «Se saltano i comuni salta l’Italia» . La questione non è solo economica, ma politica: «Non possiamo e non vogliamo essere relegati a meri esecutori di decisioni prese altrove o, ancor peggio, a vicesceriffi». Per gestire l’emergenza sanitaria «abbiamo ceduto ogni potere allo stato. Di certo non ci aspettavamo che il governo ci sostituisse con i presidenti di regione». In questo scenario, oltre ad aver perso entrate economiche fondamentali, i sindaci hanno perso anche parte dei poteri riconosciuti dalla Costituzione. «Questa è, forse, la cosa più grave» continua Decaro. «Non possiamo e non vogliamo essere relegati a meri esecutori di decisioni prese altrove o, ancor peggio, a vicesceriffi: il nostro ruolo non è quello di punire e sorvegliare i cittadini. Nella prima fase dell’emergenza sanitaria abbiamo mostrato un grande senso di responsabilità, quasi “rivoluzionaria”. Abbiamo ceduto ogni potere allo stato, perfino quello di garantire la salute pubblica. Immaginate cosa sarebbe successo se ogni sindaco si fosse messo a emanare ordinanze “ad hoc” per il proprio comune: sarebbe stato il caos e, soprattutto, avremmo dato un messaggio sbagliato ai cittadini. Abbiamo quindi ritenuto che questa pandemia andasse affrontata da un unico centro decisionale. Di certo non ci aspettavamo che il governo ci sostituisse con i presidenti di regione». Continua Decaro nell’intervista a MicroMega: «Perché non hanno fatto lo stesso anche loro? Perché non hanno ceduto il loro potere di ordinanza allo stato e, invece, in molti casi ne hanno addirittura abusato? I comuni sono l’autonomia per eccellenza, non i meri esecutori di decisioni prese a Roma». POL NG01 egr 031604 GIU 20 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Monumento ‘imballato’ a Lampedusa, per sindaco e’ uno sfregio

ZCZC3571/SXA SDK41206_SXA_QBXB R CRO S0A QBXB Monumento ‘imballato’ a Lampedusa, per sindaco e’ uno sfregio (V. ”Imballato’ monumento…’ delle 13.26…) (ANSA) – PALERMO, 03 GIU – “E’ un’azione meschina che fa male all’immagine di Lampedusa e soprattutto fa male ai lampedusani: ho immediatamente sporto denuncia alle Autorita’ competenti, mi auguro che i responsabili vengano individuati. Lo Stato deve riaffermare la sua presenza sull’isola e lo deve fare anche attraverso azioni concrete di sostegno ad una comunita’ che continua a ‘tenere aperta’ quella porta in nome del rispetto dei diritti umani, nonostante enormi sacrifici e nonostante qualcuno abbia intenzione di chiuderla”. Lo dice il sindaco di Lampedusa e Linosa Toto’ Martello, secondo il quale si tratta di uno “sfregio”. “La Porta d’Europa e’ uno dei simboli della nostra isola e della nostra comunita’, e’ un’opera conosciuta a livello internazionale e vederla sfregiata in modo cosi’ volgare e’ una ferita che fa male e che ci preoccupa. Lampedusa – continua Martello – si e’ sempre sobbarcata il peso di un’accoglienza che ha urgente bisogno di regole certe e condivise, e continua a farlo nonostante l’emergenza Coronavirus che sta determinando una crisi economica e sociale che sull’isola non ha precedenti e che rischia di essere terreno fertile per chi vuole sobillare tensioni, divisioni e pericolosi atti di ribellione nei confronti delle Istituzioni”. “Faccio appello al governo nazionale, alla Comunita’ europea e a quanti hanno a cuore i valori della pace e dei diritti umani – conclude il sindaco – affinche’ a Lampedusa si intervenga al piu’ presto con azioni di concreta solidarieta’ e sostengo alla comunita’ locale, prima che un’ondata di odio sociale travolga tutto”. Dopo la denuncia del sindaco Martello e l’intervento della Polizia Municipale, la Porta d’Europa e’ stata “liberata” dagli involucri che erano stati messi durante la notte ed e’ tornata ad essere il “simbolo di Lampedusa”. TE 03-GIU-20 13:45 NNNN La Presse, mercoledì 03 giugno 2020 Coronavirus, Decaro: Governo ha sostituito sindaci con presidenti Regioni  Coronavirus, Decaro: Governo ha sostituito sindaci con presidenti Regioni Roma, 3 giu. (LaPresse) – «Siamo stati lasciati in prima linea a contrastare, da soli, la disperazione della gente». Il sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro, intervistato da Micromega avverte il governo: «Se saltano i comuni salta l’Italia» . La questione non è solo economica, ma politica: «Non possiamo e non vogliamo essere relegati a meri esecutori di decisioni prese altrove o, ancor peggio, a vicesceriffi». Per gestire l’emergenza sanitaria «abbiamo ceduto ogni potere allo stato. Di certo non ci aspettavamo che il governo ci sostituisse con i presidenti di regione». In questo scenario, oltre ad aver perso entrate economiche fondamentali, i sindaci hanno perso anche parte dei poteri riconosciuti dalla Costituzione. «Questa è, forse, la cosa più grave» continua Decaro. «Non possiamo e non vogliamo essere relegati a meri esecutori di decisioni prese altrove o, ancor peggio, a vicesceriffi: il nostro ruolo non è quello di punire e sorvegliare i cittadini. Nella prima fase dell’emergenza sanitaria abbiamo mostrato un grande senso di responsabilità, quasi “rivoluzionaria”. Abbiamo ceduto ogni potere allo stato, perfino quello di garantire la salute pubblica. Immaginate cosa sarebbe successo se ogni sindaco si fosse messo a emanare ordinanze “ad hoc” per il proprio comune: sarebbe stato il caos e, soprattutto, avremmo dato un messaggio sbagliato ai cittadini. Abbiamo quindi ritenuto che questa pandemia andasse affrontata da un unico centro decisionale. Di certo non ci aspettavamo che il governo ci sostituisse con i presidenti di regione». Continua Decaro nell’intervista a MicroMega: «Perché non hanno fatto lo stesso anche loro? Perché non hanno ceduto il loro potere di ordinanza allo stato e, invece, in molti casi ne hanno addirittura abusato? I comuni sono l’autonomia per eccellenza, non i meri esecutori di decisioni prese a Roma». POL NG01 egr 031604 GIU 20 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, mercoledì 03 giugno 2020 Decaro, futuro Italia passa da citta’ non da Regioni  ZCZC5492/SXA  XCI43140_SXA_QBXB  R POL S0A QBXB  Decaro, futuro Italia passa da citta’ non da Regioni     (ANSA) – ROMA, 03 GIU – “Siamo stati lasciati in prima linea  a contrastare, da soli, la disperazione della gente”. Il sindaco  di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro, intervistato da  Micromega avverte il governo: “Se saltano i comuni salta  l’Italia”. La questione non e’ solo economica, ma politica: “Non  possiamo e non vogliamo essere relegati a meri esecutori di  decisioni prese altrove o, ancor peggio, a vicesceriffi”. Per  gestire l’emergenza sanitaria “abbiamo ceduto ogni potere allo  stato. Di certo non ci aspettavamo che il governo ci sostituisse  con i presidenti di regione”.     In questo scenario, oltre ad aver perso entrate economiche  fondamentali, i sindaci hanno perso anche parte dei poteri  riconosciuti dalla Costituzione. “Questa e’, forse, la cosa piu’  grave – continua Decaro – Non possiamo e non vogliamo essere  relegati a meri esecutori di decisioni prese altrove o, ancor  peggio, a vicesceriffi: il nostro ruolo non e’ quello di punire e  sorvegliare i cittadini. Nella prima fase dell’emergenza  sanitaria abbiamo mostrato un grande senso di responsabilita’,  quasi ‘rivoluzionaria’. Abbiamo ceduto ogni potere allo stato,  perfino quello di garantire la salute pubblica. Immaginate cosa  sarebbe successo se ogni sindaco si fosse messo a emanare  ordinanze ad hoc per il proprio comune: sarebbe stato il caos e,  soprattutto, avremmo dato un messaggio sbagliato ai cittadini.  Abbiamo quindi ritenuto che questa pandemia andasse affrontata  da un unico centro decisionale. Di certo non ci aspettavamo che  il governo ci sostituisse con i presidenti di regione”.     “Perche’ non hanno fatto lo stesso anche loro? – si chiede   – Perche’ non hanno ceduto il loro potere di ordinanza allo stato  e, invece, in molti casi ne hanno addirittura abusato? I comuni  sono l’autonomia per eccellenza, non i meri esecutori di  decisioni prese a Roma”.(ANSA).       TAG  03-GIU-20 16:35 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  La Presse, mercoledì 03 giugno 2020 Migranti, Fico: Sfregio a ‘Porta d’Europa’ da condannare con forza  Migranti, Fico: Sfregio a ‘Porta d’Europa’ da condannare con forza Roma, 3 giu. (LaPresse) – “Voglio rivolgere al sindaco Totò Martello e a tutta la comunità di Lampedusa un abbraccio a distanza. Lo sfregio alla “Porta d’Europa” è un gesto da condannare con forza. Abbiamo il compito – come istituzioni – di stare al fianco di tutti i cittadini, essere presenti in tutte le situazioni difficili. Da anni Lampedusa è un territorio che ci rende orgogliosi perché mette sempre in primo piano la tutela della vita umana. La comunità lampedusana non deve essere mai lasciata sola. Sta alle istituzioni italiane ed europee adoperarsi fattivamente con azioni e interventi a sostegno. Non lasciamo spazio alle derive razziste ed estremiste, rispondiamo coi fatti”. Lo scrive su Facebook il presidente della Camera Roberto Fico. POL NG01 npf 031648 GIU 20 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, mercoledì 03 giugno 2020 Inps: accordo con Comune di Pesaro per area parcheggio gratuito =  AGI0904 3 ECO 0 R01 /  Inps: accordo con Comune di Pesaro per area parcheggio gratuito =  (AGI) – Roma, 3 giu. – Lo scorso 28 maggio e’ stata firmata, con  procedure digitali, la Convenzione tra il Comune di Pesaro e  l’Inps Direzione Patrimonio e Investimenti, per l’utilizzo di  un’area da destinare al parcheggio gratuito di auto private. Lo  comunica l’Inps in una nota.  Il sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, ha inviato il 19 maggio  scorso, la richiesta dell’utilizzo dell’area di parcheggio, di  proprieta’ dell’Inps/Gestione Commissariale Fondo Buonuscite  Poste Italiane. Immediata e’ stata la risposta di disponibilita’  dell’area da parte del Presidente Pasquale Tridico, del  Direttore generale Gabriella Di Michele, del Direttore centrale  Patrimonio e Investimenti Diego De Felice e da Francesco  Ingallina, responsabile Patrimonio della Gestione commissariale  Fondo Buonuscita Poste Italiane, comproprietario dell’immobile.  L’Istituto, accogliendo subito la richiesta, ha manifestato la  giusta attenzione alle esigenze del territorio in questo  particolare periodo di emergenza sanitaria per il Covid 19.  L’area permettera’ di liberare spazio nelle vie dove sono  concentrate diverse attivita’ commerciali, che in questo periodo  di emergenza Covid, hanno bisogno di maggiori distanze per poter  esercitare in sicurezza.  La convenzione durera’ per tutto il periodo estivo, dal 1   giugno al 30 settembre. (AGI)Tri  031659 GIU 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, mercoledì 03 giugno 2020 Mafia: arresti Taranto; indagato ex consigliere comunale  ZCZC5902/SXB  SDK43514_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Mafia: arresti Taranto; indagato ex consigliere comunale  (v.’Mafia: smantellato sodalizio Taranto…’ delle 10.40)     (ANSA) – TARANTO, 03 GIU – C’e’ anche l’ex consigliere  comunale di Taranto Filippo Illiano, candidato (ma non eletto)  alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale del giugno  2017, tra gli indagati a piede libero dell’inchiesta a carico  del presunto clan capeggiato dai fratelli Cataldo e Antonio  Sambito, sfociata oggi nell’esecuzione di 11 misure cautelari –  notificate dalla Guardia di finanza – firmate dal gip del  tribunale di Lecce Edoardo D’Ambrosio su richiesta del pm della  Direzione distrettuale antimafia Milto De Nozza. Illiano,  accusato in concorso con altri di scambio elettorale  politico-mafioso, e’ tra i 12 indagati per i quali il gip  ha  respinto la misura cautelare.     Secondo la tesi investigativa, Filippo Illiano, candidato al  consiglio comunale nella lista “Taranto nel cuore”, a sostegno  del candidato sindaco Stefania Baldassari (centrodestra), in  vista della competizione elettorale amministrativa del giugno  2017,  avrebbe “richiesto e/o accettato la promessa di procurare  voti” avanzata dai fratelli Antonio e Cataldo Sambito che  “agivano quali capi della propria articolazione mafiosa, in  cambio di denaro ovvero di altre utilita'”. I tre avrebbero  stretto “un patto di  scambio elettorale politico-mafioso” che prevedeva, a fronte  della promessa fatta dai fratelli Sambito “di sostenere Illiano  nella campagna elettorale mediante il procacciamento di voti  (voti che Illiano sapeva sarebbero stati raccolti anche mediante  la pressione esercitata dalla forza di intimidazione  dell’associazione)”, l’impegno da parte del candidato  consigliere comunale, “in  caso di successo elettorale, di mettersi a disposizione  dell’associazione per trovare posti di lavoro ovvero, in caso di  mancata elezione, l’impegno a restituire il denaro speso  dall’associazione per remunerare gli aventi diritto al voto  contattati dal clan (20 euro per ogni voto accordato)”.      Illiano, consigliere comunale uscente, conquisto’ 764 voti che  sarebbero bastati alla sua elezione in caso di vittoria al  ballottaggio del candidato sindaco Stefania Baldassari, ma la  spunto’ Rinaldo Melucci, a capo di una coalizione di  centrosinistra.  (ANSA).       YB6-BU  03-GIU-20 16:59 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA MARCHE, mercoledì 03 giugno 2020 Fase 2: si ‘riapre’ confine Marche-Umbria  ZCZC9432/SXR  OAN20155000406_SXR_QBKM  R CRO S43 QBKM  Fase 2: si ‘riapre’ confine Marche-Umbria  Abitanti Serravalle e Colfiorito, separazione e’ stata dura     (ANSA) – SERRAVALLE DI CHIENTI (MACERATA), 03 GIU – Dopo  quasi tre mesi di frontiere chiuse Marche e Umbria tornano ad  abbracciarsi. Lo fanno sugli altopiani plestini, li’ dove si  incontrano gli abitanti di Serravalle di Chienti (Macerata) e  Colfiorito di Foligno (Perugia). “Sono state settimane molto  dure per la nostra gente, soprattutto perche’ abituata a  interagire continuamente con il versante umbro”: spiega all’ANSA  Emiliano Nardi, sindaco del paese marchigiano. “Con la nuova  SS77 – sottolinea Nardi – i rapporti con Foligno si sono  intensificati al punto che molti raggiungono l’Umbria  quotidianamente anche solo per fare spesa nei centri  commerciali. La cosa piu’ difficile – aggiunge – e’ stato dire no  ad alcune persone che avrebbero voluto oltrepassare il confine  per far visita ai propri parenti o portare un fiore sulla tomba  di un loro caro”. Felice della riapertura e’ anche Domenico Lini,  consigliere comunale di Foligno, di fatto una sorta di ‘sindaco’  di Colfiorito: “Oggi e’ un giorno importante, poter tornare a  circolare liberamente su questo altopiano da’ una grande gioia.  Adesso – aggiunge il consigliere delegato per la montagna  folignate – e’ il momento di stringere ancora di piu’ i legami con  Serravalle, soltanto se uniamo le nostre forze potremo garantire  a questo territorio un futuro migliore”. Lini ricorda alcune  recenti manifestazioni che avevano avuto l’intento di legare le  due realta’ di confine. “In occasione della Sagra della Patata –  racconta – avevamo creato l’evento ‘Colfiorito e il mare’ con  l’obiettivo di unire la montagna umbra con il versante  marchigiano che arriva appunto all’Adriatico e su questa strada  insisteremo”. La riapertura dei confini, seppur con le  accortezze anti Covid, “e’ importante anche per favorire il  turismo nelle nostre zone, dato che il 60% dei visitatori arriva  proprio dall’Umbria”, dice Federico Famiani, presidente  dell’associazione che gestisce il Museo paleontologico e  archeologico di Serravalle. Tra i piu’ soddisfatti di poter  tornare a circolare liberamente sono i cittadini del piccolo  borgo del Maceratese: “In giornata vado subito a Foligno a  cambiare le gomme e fare spesa”, racconta Stefano Vetturini,  mentre prepara caffe’ dietro al bancone del suo bar. Ma c’e’ anche  a chi la riapertura un po’ spaventa, come nel caso della  titolare del bar tabacchi di Colfiorito: “Sono sincera, per un  po’ spero che di gente non ne venga molta, il pericolo del  contagio secondo me c’e’ ancora”. (ANSA).       Y81-ME  03-GIU-20 17:35 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Precedente

GARANZIE FINANZIARIE. SUGGERIMENTI PER I COMUNI, PER LE ALTRE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E PER BENEFICIARI PRIVATI

Successivo

“LA RETE DELLE AMMINISTRATRICI ALI PER LE PARI OPPORTUNITA'”: IERI PRIMO APPUNTAMENTO CON LA SINDACA DI CREMA