Oggi i Sindaci hanno detto…

NOVA, martedì 30 giugno 2020 Coronavirus: Usa, 125.928 morti su 2.564.163 contagi NOVA0005 3 EST 1 NOV Coronavirus: Usa, 125.928 morti su 2.564.163 contagi New York, 30 giu – (Nova) – Gli Stati Uniti registrano almeno 125.928 morti per Covid-19 su 2.564.163 contagiati con il coronavirus: e’ quanto emerge dai dati pubblicati dall’universita’ Johns Hopkins. Lo riporta l’emittente “Cnn”. Il paese e’ di gran lunga quello piu’ colpito al mondo dalla pandemia. A livello globale si registrano invece oltre dieci milioni di contagi con oltre 520 mila morti. Le autorita’ di New York riesamineranno il via libera al consumo di pasti all’interno dei locali, in programma a partire dalla prossima settimana con l’avvio della Fase 3 di allentamento delle misure contro il coronavirus. Lo ha fatto sapere il sindaco Bill de Blasio, dopo che nei giorni scorsi i casi di contagio negli Stati Uniti sono continuati ad aumentare. New York, la cui curva dei contagi e’ da giorni in fase discendente, ha in programma di partire con la Fase 3 a partire da lunedi’ 6 luglio ma, ha avvertito de Blasio, “la questione dei pasti all’interno dei locali e’ ora in discussione”. In Florida sono invece 5.266 i nuovi casi di contagio da coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, numero in netto calo rispetto a quelli del fine settimana. Lo si evince dai dati pubblicati dal dipartimento della Salute statale. La Florida e’ uno degli Stati Usa la cui curva dei contagi e’ apparsa in forte rialzo negli ultimi giorni, spingendo le autorita’ a sospendere il calendario di graduale allentamento delle misure restrittive contro la pandemia. Venerdi’ i nuovi casi erano stati 8.948, sabato 9.585 e domenica 8.530. (Nys) NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ADN Kronos, martedì 30 giugno 2020 REGIONALI: MANGIALARDI, ‘NELLE MARCHE M5S CI AIUTI’ = ADN0084 7 POL 0 ADN POL NAZ RMA        REGIONALI: MANGIALARDI, ‘NELLE MARCHE M5S CI AIUTI’ =        Ancona, 30 giu. (Adnkronos) – “I 5Stelle non facciano l’errore di disdegnare qui nelle Marche l’alleanza sul modello nazionale. Facciamo un patto di programma. E soprattutto l’avversario da battere è uno della destra nostalgica, che va alle cene per celebrare la marcia su Roma. Non possiamo dividerci”. Lo dichiara, rivolgendosi a Vito Crimi, Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia, candidato governatore del centrosinistra. In un’intervista a Repubblica, Mangialardi, spiega di aver “unito le anime del Pd che si contrapponevano per il rischio di una lacerazione seria. Se il Pd è unito diventa tessuto connettivo del centrosinistra. Siamo uniti non per modo di dire, perché c’è un accordo sulle cose da fare. E ora sono pronto a rilanciare sui temi cari ai 5Stelle come green economy, sostenibilità, partecipazione”.        “Con Vito Crimi, il capo dei grillini – continua Mangialardi – ho lavorato, avendo lui la delega per le aree del sisma. Credo che i 5Stelle si siano pentiti di non avere partecipato al governo in Emilia Romagna con Bonaccini, perché quando si governa si incide. Nelle Marche potrebbero incidere davvero, dalla costruzione del programma alla partecipazione al governo regionale. Sulla sanità ad esempio, faremo un progetto innovativo con il potenziamento della sanità pubblica e della medicina del territorio e la Regione sarà chiamata a gestire le risorse che arriveranno da Roma. So che l’argomento Mes – aggiunge – non facilita il rapporto con i 5Stelle, che sono contrari, ma li invito a riflettere sull’importanza che quei fondi avrebbero anche per le Marche. Condivido l’appello di Zingaretti. Il centrosinistra unito più i 5Stelle potrebbe essere il bel modello marchigiano e farci vincere contro la destra nostalgica”.        Quanto allo sfidante del centrodestra Francesco Acquaroli, Mangialardi afferma che “sia il centrosinistra che i 5S dovrebbero ricordarsi chi è l’avversario che abbiamo davanti, e che dobbiamo sconfiggere a tutti i costi. È un esponente della destra nostalgica. Qui sono venuti Salvini e Meloni a presentarlo, è calato da Roma, scelto là. Punto a un’alleanza ampia per batterlo, e ricordo a tutti che è uno che va alle cene organizzate per celebrare la marcia su Roma”.        (Crc/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 30-GIU-20 08:15 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ANSA NAZIONALE, martedì 30 giugno 2020 Mostre: “Io, Renato Guttuso”, opere esposte a Noto ZCZC2197/SXB XIC20182017997_SXB_QBXB R SPE S0B QBXB Mostre: “Io, Renato Guttuso”, opere esposte a Noto Fino a ottobre presso il Museo Civico, la Sicilia in 34 lavori    (ANSA) – NOTO, 30 GIU – Fino a ottobre presso il Museo Civico di Noto – Ex Convento di Santa Chiara, sara’ possibile visitare la mostra Io, Renato Guttuso a cura di Giuliana Fiori, organizzato da Sikarte, associazione culturale siciliana . L’iniziativa e’ a cura dell’Assessorato al Turismo e allo Spettacolo e dell’Assessorato comunale alla Cultura “La Sicilia, i Siciliani e la sicilitudine”.   ” La mostra Io, Renato Guttuso intende celebrare il grande artista siciliano svelando le sue passioni e il suo animo, senza tralasciare il suo impegno politico e artistica”,spiega la presidente dell’associazione culturale siciliana, Graziana Papale . “La mostra – dice il sindaco di Noto, Corrado Bonfanti – s’incastra nel progetto di Noto Citta’ d’Arte proprio nell’anno in cui il tema scelto e’ proprio l’arte siciliana. Un’arte che e’ stata capace di mostrare l’essenza di una Sicilia viva e profonda, che ha una sua propria identita’ da raccontare e far conoscere”. Ogni lavoro esposto mostrera’ un lato pubblico o privato della vita dell’artista di Bagheria. Dalla sua nostalgia per la Sicilia (paesaggi isolani) al suo trasferimento a Roma (i suoi “tetti”); dai suoi affetti/amori (i ritratti della moglie, di uomini politici con cui aveva rapporti personali oltre che professionali) all’eros (i nudi di modelle). E ancora, al suo impegno politico palesato nelle sue nature morte e nelle tele dal taglio storico in cui racconta le battaglie per l’uguaglianza sociale. Infine, la sua prolifica produzione di scenografie per il teatro, e la collezione di bozzetti dei costumi di scena, risalente agli anni ’60 ai ’70.   “La mostra – spiega la curatrice – ha l’intento di svelare allo spettatore, attraverso trentaquattro opere, le passioni che hanno mosso l’animo di Renato Guttuso”. (ANSA).      FI 30-GIU-20 10:27 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ANSA NAZIONALE, martedì 30 giugno 2020 ==Pizzarotti, giusto riformare l’abuso d’ufficio ZCZC1102/SXA XSP03849_SXA_QBXB R POL S0A QBXB ==Pizzarotti, giusto riformare l’abuso d’ufficio Le regole devono anche permettere alla PA di funzionare    (ANSA) – ROMA, 30 GIU – “Sono favorevole alla riforma dell’abuso d’ufficio, se ne parla da anni, potevano farlo prima. La stragrande maggioranza delle accuse cadono davanti al gip o al giudice. Ma intanto c’e’ la gogna mediatica, doverlo spiegare, gli avvocati. Senza contare che una gran parte della burocrazia e’ rallentata perche’ tutti gli amministratori pubblici hanno paura di finire sotto inchiesta”. Lo afferma il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, in un’intervista alla Stampa.    “E’ giusto avere delle regole, ma devono anche permettere all’amministrazione pubblica di funzionare”, osserva Pizzarotti. “Le norme non devono essere interpretabili. E poi oggi come oggi si fa piu’ attivita’ preventiva a scapito dei controlli successivi su cui si e’ investito molto poco”.    “Ci vuole piu’ liberta’ nel prendere le decisioni e solo poi ci vogliono i controlli”, prosegue Pizzarotti. “Ci sara’ anche il 2% che ruba ma tutti gli altri sono onesti. Ogni forma di semplificazione e’ a favore degli onesti”. (ANSA).      Y89-SB 30-GIU-20 10:56 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Dire Nazionale, martedì 30 giugno 2020 ENTI LOCALI. RICCI: VELOCITÀ E SEMPLIFICAZIONE O RABBIA CI TRAVOLGERÀ DIR0760 3 POL 0 RR1 N/POL / DIR /TXT ENTI LOCALI. RICCI: VELOCITÀ E SEMPLIFICAZIONE O RABBIA CI TRAVOLGERÀ (DIRE) Roma, 30 giu. – “Per i sindaci e’ stato un periodo molto molto complicato, siamo stati in prima linea a gestire una emergenza nuova”. Lo sottolinea Matteo Ricci, vice presidente dell’Anci, partecipando al convegno promosso dalla Cgil su ‘Dopo l’emergenza Un welfare piu’ forte per diritti universali’. Per il sindaco di Pesaro “se non uscira’ un paese piu’ semplice e veloce vincera’ la deregulation, il tema della velocita’ e della semplificazione in questa fase e’ fondamentale”.    E avverte: “se non arriveranno velocemente nelle tasche di lavoratori e famiglie le tante risorse nazionali ed europee avremo un autunno dove la rabbia sociale rischia di travolgere tutti noi e una parte dell’opposizione- conclude- non vede l’ora di soffiare su quella rabbia”.    (Tar/ Dire) 12:23 30-06-20 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Italpress, martedì 30 giugno 2020 CORONAVIRUS: DECARO “DA COMUNI GRANDE SENSO RESPONSABILITÀ” ZCZC IPN 143 POL –/T CORONAVIRUS: DECARO “DA COMUNI GRANDE SENSO RESPONSABILITÀ” ROMA (ITALPRESS) – “Credo che i Comuni abbiano dimostrato grande senso di responsabilita’ da un lato ed efficienza e determinazione dall’altro. Su nostra richiesta abbiamo sterilizzato il potere di autorita’ sanitaria locale del sindaco sulle questioni legate al contrasto al Covid, questo per avere un atteggiamento uniforme sul territorio nazionale”. Lo ha detto il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, in audizione presso la Commissione parlamentare per le questioni regionali. (ITALPRESS). tan/mgg/red 30-Giu-20 12:30 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ADN Kronos, martedì 30 giugno 2020 FASE 3: DECARO (ANCI), ‘ORA GOVERNO RESTITUISCA AI SINDACI IL POTERE DI ORDINANZA’ = ADN0745 7 POL 0 ADN POL INT        FASE 3: DECARO (ANCI), ‘ORA GOVERNO RESTITUISCA AI SINDACI IL POTERE DI ORDINANZA’ =        ‘In fase emergenza coronavirus dimostrato senso responsabilità con rinuncia per avere uniformità’        Roma, 30 giu. (Adnkronos) – (di Enzo Bonaiuto) – I sindaci hanno dimostrato grande senso di responsabilità nel rinunciare ai loro poteri di ordinanza per garantire un’uniformità sull’intero territorio nazionale, nel periodo di emergenza per la pandemia da coronavirus; ma ora, nella Fase 3 dedicata al rilancio del Paese, è ora che il Governo restituisca quel potere di ordinanza ai sindaci italiani. E’ quanto chiede Antonio Decaro presidente dell’Anci, l’Associazione nazionale dei Comuni, nell’audizione a palazzo San Macuto, in modalità videoconferenza, davanti alla commissione parlamentare per le questioni regionali.        “I Comuni nella fase legata all’emergenza sanitaria hanno dimostrato da un lato un grande senso di responsabilità e dall’altro lato efficienza e determinazione, sterilizzando su nostra richiesta – tiene a sottolineare Decaro – il potere di ordinanza sindacale e il potere di autorità sanitaria locale del sindaco, per avere un atteggiamento uniforme su tutto il territorio nazionale”. (segue)        (Bon/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 30-GIU-20 13:09 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ADN Kronos, martedì 30 giugno 2020 FASE 3: DECARO (ANCI), ‘ORA GOVERNO RESTITUISCA AI SINDACI IL POTERE DI ORDINANZA’ (2) = ADN0746 7 POL 0 ADN POL INT        FASE 3: DECARO (ANCI), ‘ORA GOVERNO RESTITUISCA AI SINDACI IL POTERE DI ORDINANZA’ (2) =        (Adnkronos) – Si chiede a questo proposito il sindaco di Bari: “Cosa sarebbe successo se ottomila sindaci avessero preso decisioni ciascuno per conto proprio?Abbiamo visto cosa è successo nel contrasto del Governo con alcune Regioni… Immaginiamo cosa sarebbe potuto accadere con i Comuni e le Città Metropolitane”, osserva il presidente dell’Anci.        “Oggi, siamo in una nuova fase legata alla ripresa del Paese, di cui vogliamo essere attori principali. Abbiamo ceduto il nostro potere di ordinanza qualche mese fa; ora chiediamo al Governo di restituircelo. Crediamo che in una fase di ripresa, nella gestione degli spazi commerciali, dei mercati, dei cimiteri, dei parchi, dell’occupazione di suolo pubblico, debbano essere i sindaci a decidere e a stabilire modi e orari, su competenze tipiche dei sindaci”, conclude Antonio Decaro.        (Bon/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 30-GIU-20 13:09 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Italpress, martedì 30 giugno 2020 CORONAVIRUS: DECARO “DA COMUNI SENSO RESPONSABILITÀ, SUBITO ALTRI 3 MLD” ZCZC IPN 207 POL –/T CORONAVIRUS: DECARO “DA COMUNI SENSO RESPONSABILITÀ, SUBITO ALTRI 3 MLD” ROMA (ITALPRESS) – “Credo che i Comuni abbiano dimostrato grande senso di responsabilita’ da un lato ed efficienza e determinazione dall’altro. Su nostra richiesta abbiamo sterilizzato il potere di autorita’ sanitaria locale del sindaco sulle questioni legate al contrasto al Covid, questo per avere un atteggiamento uniforme sul territorio nazionale”. Lo ha detto il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, ascoltato dalla Commissione parlamentare per le questioni regionali. “Su nostra richiesta abbiamo sterilizzato il potere di autorita’ sanitaria locale del sindaco, credo che il Paese debba dare atto ai sindaci di aver fatto una cosa rivoluzionaria, non lo ha fatto nessuno – ha spiegato – non e’ stato il governo a chiederlo ai comuni di sterilizzare quel potere, ma i comuni a chiederlo al governo. Abbiamo ceduto il nostro potere di ordinanza, oggi chiediamo di restituircelo”. Decaro ha sottolineato come nei primi giorni successivi al lockdown ci sono state delle tensioni sociali che si sono prolungate per qualche giorno, “c’erano famiglie gia’ fragili che aumentavano le loro fragilita’, i cittadini chiedevano generi alimentari e chiedevano alle banche dei prestiti anche limitati, perche’ non arriva la cig o il bonus partite Iva. Il governo ha chiamato i sindaci per una attivita’ emergenziale, erano cambiate le priorita’ che in quel momento era dare a tutti la possibilita’ di un piatto a tavola. Quelle tensioni sociali – ha proseguito – sono state sopite grazie alla determinazione degli uffici comunali”. (ITALPRESS) – (SEGUE). tan/mer/red 30-Giu-20 13:21 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ADN Kronos, martedì 30 giugno 2020 FASE 3: DECARO (ANCI), ‘SGRAVI FISCALI PER FILIERE LEGATE AL TURISMO’ = ADN0812 7 POL 0 ADN POL INT        FASE 3: DECARO (ANCI), ‘SGRAVI FISCALI PER FILIERE LEGATE AL TURISMO’ =        ‘Rifinanziare piano periferie per le grandi città, evitare spopolamento piccoli Comuni’        Roma, 30 giu. (Adnkronos) – (di Enzo Bonaiuto) – “Vogliamo lavorare assieme al Governo e alle Regioni sulla ripresa e fra i temi c’è sicuramente quello del turismo, che rappresenta il 13% del Pil del nostro Paese e dà lavoro a 4.200 addetti in maniera diretta senza considerare tutte le filiere”. E’ quanto sottolinea Antonio Decaro presidente dell’Anci, l’Associazione nazionale dei Comuni, nell’audizione a palazzo San Macuto, in modalità videoconferenza, davanti alla commissione parlamentare per le questioni regionali.        “Abbiamo chiesto di intervenire, dando la possibilità ai sindaci di poter fare sgravi fiscali per alcune attività artigianali, per la filiera della gastronomia; di poter dare incentivi a determinate zone turistiche; di richiedere allo Stato e alle Regioni di lavorare per un ‘brand’ nazionale per rilanciare il turismo; di anticipare l’anno di chiusura della banda larga, che doveva essere il 2020 ed è poi diventato il 2023, portandolo al 2021”, afferma il sindaco di Bari.        Poi, aggiunge Decaro, “ci sono le questioni specifiche legate alle grandi città e ai piccoli Comuni. Per le prime, si potrebbe rifinanziare il Piano Periferie per una ricucitura sia urbanistica che sociale del territorio. Per i secondi, si dovrebbe attuare una Agenda del controesodo, per evitare il rischio di spopolare completamente le aree interne del nostro Paese, che sono anche prive della banda larga e sono indispensabili per il controllo dell’assetto idrogeologico nelle aree montane”.        (Bon/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 30-GIU-20 13:33 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Italpress, martedì 30 giugno 2020 CORONAVIRUS: BONACCINI “IN E. ROMAGNA LE RESTRIZIONI PIÙ DURE” ZCZC IPN 247 REG –/T CORONAVIRUS: BONACCINI “IN E.ROMAGNA LE RESTRIZIONI PIÙ DURE” ROMA (ITALPRESS) – “A chi dice che sono un ‘aperturista’, vorrei ricordare che questa regione ha avuto le restrizioni piu’ dure di tutta Italia. E’ il caso della comunita’ di Medicina, io presi a meta’ marzo la decisione piu’ difficile: in una notte per non dirlo agli abitanti abbiamo istituito la zona rossa. Lo facemmo e il tempo ci ha dato ragione, ieri il sindaco per la prima volta da marzo ha detto che ci sono zero casi attivi”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini in collegamento con L’aria che tira su La7. “La zona rossa del comune di Medicina la decidemmo nelle prime settimane di dramma – ha ricordato – ovviamente d’intesa con il Governo. Ci fidammo e ci fidiamo degli epidemiologi e dei dirigenti della nostra sanita’, voglio avere fiducia che la curva si abbassi. Sto dalla parte di chi dice che non e’ ancora finita, anche se abbiamo numeri molto bassi”. (ITALPRESS). spf/fil/red 30-Giu-20 13:56 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Italpress, martedì 30 giugno 2020 BOLOGNA: MEROLA “AVANTI CON LE CICLABILI PER IL BENE DELLA CITTÀ” ZCZC IPN 250 REG –/T BOLOGNA: MEROLA “AVANTI CON LE CICLABILI PER IL BENE DELLA CITTÀ” BOLOGNA (ITALPRESS) – “Dopo 10 anni non mi aspettavo altro che discussioni. Andiamo avanti con le piste ciclabili per il bene della citta'”. Lo afferma il sindaco di Bologna Virginio Merola a San Lazzaro, a margine della presentazione della filovia 15, in riferimento alle polemiche nate dopo la conclusione dei lavori della nuova ciclabile in via Saragozza. (ITALPRESS). cin/fil/red 30-Giu-20 13:57 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – AGI, martedì 30 giugno 2020 Dl Semplificazioni: Ricci (Ali), o velocita’ o sara’ deregulation = AGI0538 3 CRO 0 R01 / Dl Semplificazioni: Ricci (Ali), o velocita’ o sara’ deregulation = (AGI) – Pesaro, 30 giu. – “Se da questa situazione non uscira’ un Paese piu’ semplice e veloce, il rischio e’ che vinca la deregulation”. Lo ha detto il sindaco di Pesaro e presidente Ali Matteo Ricci, partecipando oggi alla tavola rotonda dal titolo “Dopo l’emergenza: un welfare piu’ forte per diritti universali”, promossa da Cgil, Fondazione Di Vittorio e sindacato dei pensionati, alla quale hanno partecipato anche il governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, il segretario confederale della Cgil Roberto Ghiselli e il presidente della Fondazione Di Vittorio Fulvio Fammoni. Ricci ha osservato che “gran parte dei lavori pubblici vengono fatti dagli enti locali, ma con il codice degli appalti attuale si rischia di mettere in moto i cantieri nei prossimi due anni, mentre abbiamo bisogno di farli partire nei prossimi due mesi”. “Ho visto un’anteprima del decreto semplificazioni – ha aggiunto – e, da amministratore, dico: magari si andasse avanti in quella direzione, perche’ cosi’ saremo finalmente in grado di spendere velocemente le risorse, facendo dei lavori pubblici un elemento di traino della ripresa”. (AGI)Pu1/Gla (Segue) 301401 GIU 20 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – AGI, martedì 30 giugno 2020 Dl Semplificazioni: Ricci (Ali), o velocita’ o sara’ deregulation (2)= AGI0539 3 CRO 0 R01 / Dl Semplificazioni: Ricci (Ali),o velocita’ o sara’ deregulation (2)= (AGI) – Pesaro, 30 giu. – Intervenendo in videoconferenza, il presidente Ali ha sottolineato che “se non arriveranno velocemente a famiglie, lavoratori e imprese le tante risorse stanziate dal livello nazionale e i fondi europei, avremo un autunno caratterizzato da rabbia sociale e scontro tra ultimi e penultimi. “C’e’ bisogno di velocita’ anche per gli enti locali, garanti di una parte fondamentale del welfare nel territorio – ha detto ancora Ricci -. Comuni e Province hanno ottenuto 3,5 miliardi nel decreto rilancio, siamo in attesa di altri 3 miliardi, con un atto concreto del governo legato allo scostamento di bilancio nel mese di luglio”. Il rischio paventato dal sindaco di Pesaro e’ che “tanti comuni non riusciranno a fare i bilanci e nella fase di resistenza non potranno reggere”, visto che “gli enti locali hanno visto lo stesso calo di entrate delle famiglie e delle imprese”. (AGI) PU1Pu1/Gla 301401 GIU 20 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – AGI, martedì 30 giugno 2020 Mes: Ricci (Ali), non rinunciare a risorse per sanita’ moderna = AGI0552 3 POL 0 R01 / Mes: Ricci (Ali), non rinunciare a risorse per sanita’ moderna = (AGI) – Pesaro, 30 giu. – “Ora piu’ che mai e’ fondamentale investire nella sanita’ territoriale e spingere sulla integrazione socio-sanitaria: nella pandemia si e’ riscoperto giustamente il valore della sanita’ pubblica, per cui non possiamo rinunciare alle risorse del Mes che servono per fare diventare la nostra sanita’ sempre piu’ moderna ed efficace sui territori”. Cosi’ il presidente Ali e sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, intervenendo alla tavola rotonda dal titolo ‘Dopo l’emergenza: un welfare piu’ forte per diritti universali’, promossa da Cgil, Fondazione Di Vittorio e sindacato dei pensionati, alla quale hanno partecipato il governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini, il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, il segretario confederale della Cgil Roberto Ghiselli e il presidente della Fondazione Di Vittorio Fulvio Fammoni. (AGI)pu1/chc 301408 GIU 20 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – AGI, martedì 30 giugno 2020 Enti locali: Ricci (Ali), necessaria riorganizzazione territori = AGI0561 3 POL 0 R01 / Enti locali: Ricci (Ali), necessaria riorganizzazione territori = (AGI) – Pesaro, 30 giu. – “Non sono a favore di un nuovo centralismo nazionale, ne’ di un neocentralismo regionale, ma in Italia abbiamo Regioni troppo piccole, che devono gestire la sanita’, fare le leggi e la programmazione: anche le regioni hanno bisogno di una riforma generale”. Lo ha detto il presidente di Ali e sindaco di Pesaro, Matteo Ricci, parlando di riorganizzazione del territorio durante la tavola rotonda del titolo “Dopo l’emergenza: un welfare piu’ forte per diritti universali” promossa da Cgil, Fondazione Di Vittorio e sindacato dei pensionati.(AGI)pu1/chc (Segue) 301418 GIU 20 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Italpress, martedì 30 giugno 2020 BOLOGNA: MEROLA “C’E’ PROPOSTA DI RIENTRO GRADUALE DA SMART WORKING” ZCZC IPN 336 REG –/T BOLOGNA: MEROLA “C’E’ PROPOSTA DI RIENTRO GRADUALE DA SMART WORKING” BOLOGNA (ITALPRESS) – “Ci sara’ un incontro finale oggi o domani con le organizzazioni sindacali, dove al momento pare condivisa una proposta di rientro graduale. Pero’ aspettiamo. Il nostro direttore generale li ha incontrati e aspettiamo una risposta definitiva. Lavoriamo per garantire la massima sicurezza ma anche l’aumento della presenza”. Cosi’ il sindaco di Bologna Virginio Merola sullo smart working per i dipendenti di Palazzo d’Accursio e la possibilita’ che possano rientrare a lavorare in ufficio. (ITALPRESS). cin/fil/red 30-Giu-20 14:58 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ADN Kronos, martedì 30 giugno 2020 BARI: FIERA LEVANTE SI TERRA’ A OTTOBRE, SPOSTATO APPUNTAMENTO SETTEMBRE (2) = ADN1098 7 CRO 0 ADN CRO RPU        BARI: FIERA LEVANTE SI TERRA’ A OTTOBRE, SPOSTATO APPUNTAMENTO SETTEMBRE (2) =        (Adnkronos) – La ripartenza “è poi inevitabilmente il punto più semplice e necessario su cui puntare per Nuova Fiera del Levante che nei giorni della Campionaria vorrà invitare il Governo Centrale, i governi regionali, le menti più illuminate dei nostri territori e del Mediterraneo, a confrontarsi su azioni e strategie comuni da adottare. Nel rispetto di una visione che vede nel dialogo tra Occidente e Oriente un futuro possibile su cui investire”.        L’organizzazione degli spazi, lo svolgimento delle attività della Campionaria 2020 rispetteranno le misure di sicurezza e del distanziamento fisico sulla base delle linee guida regionali anti Covid 19. “Mai come in questa edizione la Campionaria è chiamata ad affrontare le sfide di domani essendo il principale indicatore economico del Mezzogiorno d’Italia e del Mediterraneo”, sottolinea l’Ente gestore. I dettagli e i particolari di questa edizione speciale saranno illustrati nei prossimi giorni nel corso di una conferenza stampa a cui parteciperanno il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il sindaco di Bari Antonio Decaro e il Presidente di Nuova Fiera del Levante Alessandro Ambrosi.        (Pas/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 30-GIU-20 15:09 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ADN Kronos, martedì 30 giugno 2020 ESTATE: A CAPLBIO DAL 11 LUGLIO AL 31 AGOSTO EVENTI TRA MUSICA, CINEMA, LIBRI, TEATRO E ARTE (2) = ADN1115 7 CRO 0 ADN CRO RTO RTO        ESTATE: A CAPLBIO DAL 11 LUGLIO AL 31 AGOSTO EVENTI TRA MUSICA, CINEMA, LIBRI, TEATRO E ARTE (2) =        (Adnkronos) – Numerosi anche gli appuntamenti dedicati all’arte: da venerdì 24 luglio, al via ”Augmented Liberty”, una mostra d’arte collegata a esperienze di realtà aumentata per le vie del paese: attraverso un’applicazione sarà possibile, infatti, vivere l’esperienza di una sorta di ”caccia al tesoro” dedicata all’arte. E ancora domenica 2 agosto si inaugura la quarta edizione di Capalbio Contemporary Art, una mostra d’arte collettiva realizzata dalle Officine Chigiotti e dall’associazione Il Frantoio, mentre venerdì 28 agosto a partire dal volume di Claudia La Malfa si parla de ”La rivoluzione di Raffaello” con ospiti d’eccezione. Sarà dedicato ai percorsi ”enoartistici” l’evento ”Arte&Vino”, giunto ormai alla settima edizione: un viaggio esperienziale diffuso sul territorio, che mette insieme arte e prodotti tipici, coinvolgendo molte cantine capalbiesi e dando vita a tour guidati che, partendo dal sapore e dai profumi dei vini porteranno alla scoperta di opere.        Uno spazio particolare è dedicato poi al cinema. Sono molti gli appuntamenti in programma, durante i due mesi estivi, con il ciclo ”FilmInsieme” cinema e la proiezione di pellicole nell’ambito del Premio Lux, il premio cinematografico del Parlamento Europeo. Giovedì 30 giugno docufilm ”Se ti abbraccio non aver paura”, di Niccolò Maria Pagani (che sarà presente all’incontro).        ”La stagione di eventi raccolti e organizzati in questo cartellone curato dalla Fondazione Capalbio – dicono il sindaco Settimio Bianciardi e l’assessore Gianfranco Chelini – rappresentano un importante risultato per questa amministrazione: non solo perché riescono a mettere insieme un’offerta di qualità che sa valorizzare esperienze già presenti e appuntamenti nuovi, ma anche perché in questo momento di emergenza sanitaria che stiamo vivendo non era così scontato poter arrivare a definire un cartellone estivo, che trova spazio anche in luoghi normalmente non utilizzati per questi scopi, ma che rappresentano il nostro territorio”.        (Zto/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 30-GIU-20 15:11 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Dire Nazionale, martedì 30 giugno 2020 FIRENZE. NARDELLA: DAL 13 LUGLIO RIAPERTE TUTTE BIBLIOTECHE DIR1677 3 CLT 0 RR1 N/CLT / DIR /TXT FIRENZE. NARDELLA: DAL 13 LUGLIO RIAPERTE TUTTE BIBLIOTECHE (DIRE) Firenze, 30 giu. – “Dopo aver passato settimane complicate, possiamo finalmente dire che dal 13 luglio riaprono in sicurezza tutte le biblioteche comunali. Ci saranno dei protocolli particolari ma i servizi sono tutti garantiti: a Firenze la cultura non chiude le sue porte”.    Lo scrive su Facebook il sindaco di Firenze, Dario Nardella.    (Cap/ Dire) 15:32 30-06-20 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ANSA NAZIONALE, martedì 30 giugno 2020 Sindaco Venezia, dona 383mila euro stipendi non percepiti ZCZC2591/SXA SDK06026_SXA_QBXB R CRO S0A QBXB Sindaco Venezia, dona 383mila euro stipendi non percepiti ‘Era promessa’, dati ad apposito Fondo solidarieta’    (ANSA) – VENEZIA, 30 GIU – Quasi 400mila euro di stipendi da sindaco mai percepiti dal 2015, e accantonati fino ad oggi, sono stati donati dal primo cittadino di Venezia, Luigi Brugnaro, ad un apposito Fondo di solidarieta’ che usera’ le risorse per sostenere una sessantina di progetti sociali. “L’avevo annunciato in campagna elettorale – ha detto Brugnaro, durante una conferenza stampa in streaming – e adesso mantengo questa promessa”. “Ho fatto il sindaco lavorando molte volte per 15-16 ore al giorno, ma ho sempre detto che non avrei percepito un euro di denaro pubblico. L’unica cosa che ottengo dal Comune e’ il caffe'””. Allo stesso modo il primo cittadino ha devoluto al Fondo il contributo che riceve come vice presidente della Biennale di Venezia. “Per me – ha aggiunto – e’ un grande orgoglio sapere che i soldi andranno ai progetti di un fondo pubblico, cui io non ho partecipato, che aiutera’ persone bisognose e associazioni del volontariato impegnate sul territorio”.    Gli stipendi calcolati sono quelli accumulati dall’elezione di Brugnaro, nel 2015, al 31 maggio scorso. Il sindaco ha annunciato che con le altre mensilita’ previste fino al termine del mandato si aggiungeranno altri 50mila euro, per un totale personale di 433mila. Anche gli assessori della giunta e alcuni consiglieri comunali hanno donato quote delle indennita’ – il consigliere Paolo Pellegrini tutti i compensi, per 28mila euro – pari a 62mila euro, che portano la cifra totale conferita al Fondo a 475mila euro. (ANSA).      GM 30-GIU-20 15:57 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – Italpress, martedì 30 giugno 2020 ==CORONAVIRUS: DECARO “COMUNI SENSO RESPONSABILITÀ, ORA ALTRI 3 MLD”== ZCZC IPN 451 POL –/T ==CORONAVIRUS: DECARO “COMUNI SENSO RESPONSABILITÀ, ORA ALTRI 3 MLD”== ROMA (ITALPRESS) – “Credo che i Comuni abbiano dimostrato grande senso di responsabilita’ da un lato ed efficienza e determinazione dall’altro. Su nostra richiesta abbiamo sterilizzato il potere di autorita’ sanitaria locale del sindaco sulle questioni legate al contrasto al Covid, questo per avere un atteggiamento uniforme sul territorio nazionale”. Lo ha detto il presidente dell’Anci, Antonio Decaro, ascoltato dalla Commissione parlamentare per le questioni regionali. “Su nostra richiesta abbiamo sterilizzato il potere di autorita’ sanitaria locale del sindaco, credo che il Paese debba dare atto ai sindaci di aver fatto una cosa rivoluzionaria, non lo ha fatto nessuno – ha spiegato – non e’ stato il governo a chiederlo ai comuni di sterilizzare quel potere, ma i comuni a chiederlo al governo. Abbiamo ceduto il nostro potere di ordinanza, oggi chiediamo di restituircelo”. Decaro ha sottolineato come nei primi giorni successivi al lockdown ci sono state delle tensioni sociali che si sono prolungate per qualche giorno, “c’erano famiglie gia’ fragili che aumentavano le loro fragilita’, i cittadini chiedevano generi alimentari e chiedevano alle banche dei prestiti anche limitati, perche’ non arriva la cig o il bonus partite Iva. Il governo ha chiamato i sindaci per una attivita’ emergenziale, erano cambiate le priorita’ che in quel momento era dare a tutti la possibilita’ di un piatto a tavola. Quelle tensioni sociali – ha proseguito – sono state sopite grazie alla determinazione degli uffici comunali”. (ITALPRESS) – (SEGUE). tan/mer/red 30-Giu-20 16:31 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – ADN Kronos, martedì 30 giugno 2020 PALERMO: OK A CONSUNTIVO 2019 TEATRO MASSIMO, SETTIMO ANNO CONSECUTIVO IN ATTIVO = ADN1414 7 CRO 0 ADN CRO NAZ RSI        PALERMO: OK A CONSUNTIVO 2019 TEATRO MASSIMO, SETTIMO ANNO CONSECUTIVO IN ATTIVO =        Palermo, 30 giu. (Adnkronos) – Il Consiglio d’indirizzo della Fondazione Teatro Massimo, col parere positivo del collegio dei revisori dei conti da pochi mesi ricostituito, ha approvato ieri all’unanimità il bilancio consuntivo 2019 della Fondazione, chiuso per il settimo anno consecutivo in attivo, con un utile netto di 110.977 euro e un valore totale della produzione che ammonta a 32.513.997 euro. “La Fondazione oggi può contare su un consolidamento definitivo della situazione economico finanziaria, su un incremento progressivamente costante negli anni dei ricavi propri, e sull’ingresso di nuovi partner privati che intervengono a sostenere progetti specifici di elevato valore sociale” si legge in una nota della Fondazione.  “La Fondazione Teatro Massimo conferma, pur in tempo di pandemia, con significative innovazioni, alta qualità artistica, dimensione e credibilità internazionale, il suo radicamento nella vita della città – ha detto il presidente della Fondazione e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando – Grazie all’impegno e alla collaborazione dei lavoratori e degli operatori tutti, tali positività trovano fondamento, origine e messa in sicurezza nell’equilibrio finanziario attestato dai propri bilanci”. “Il bilancio 2019 appena approvato conferma lo stato di salute della Fondazione ed è frutto del monitoraggio attento dei costi e dell’incremento progressivo dei ricavi – sottolinea il sovrintendente Francesco Giambrone – Anche nel corso del 2019 la Fondazione ha saputo valorizzare gli effetti positivi, derivanti a Palermo dall’essere stata ‘Capitale italiana della Cultura’ e al contempo sede di ‘Manifesta’, la biennale d’Arte contemporanea. Questi riconoscimenti per la città hanno favorito un incremento del numero di spettatori e visitatori, ottenuto soprattutto attraverso la capacità della Fondazione di intercettare i cresciuti flussi turistici ma anche attraverso la qualità dell’attività programmata nel corso dell’intero anno. Questa solidità, questo equilibrio consolidato dei conti ci consente oggi di affrontare in una condizione di relativa stabilità la gravissima criticità legata alla pandemia da Covid19, ci permette di tutelare i livelli occupazionali, ma ci consente anche di progettare in questi giorni una ripartenza di qualità con un Festival aperto a collaborazioni internazionali. Tutto questo non sarebbe stato possibile in una situazione di incertezza di bilancio”.  Rispetto allo scorso anno la variazione del totale dei ricavi delle vendite e delle prestazioni è di 572.242 euro con un incremento del 15% passando da 3.811.115 euro a 4.383.358 euro. Di questi, più di 433.000 euro provengono da contratti con istituzioni internazionali. E in crescita il numero degli spettatori, che nel 2019 raggiungono i 150mila, con una percentuale di occupazione delle sale che supera l’82% così come cresce il dato relativo alle visite guidate, con un incremento nel 2019 di 60.823 euro rispetto al 2018, con un incasso di 827.317 euro (l’8% in più rispetto all’esercizio precedente). E in crescita anche l’attrattività del Teatro nei confronti dei privati (tra il 2017 e il 2019 le risorse da privati sono aumentate da 106.000 a 343.667 euro, con un rilevante incremento pari al 224%), alcuni dei quali confermano ormai da anni il loro contributo e sono diventati partner storici dei progetti sociali avviati dalla Fondazione.        (Man/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 30-GIU-20 16:50 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

 


Precedente

LA RIPRESA DELLA NOTIFICA DEGLI ATTI DI ACCERTAMENTO DAL 1° GIUGNO 2020 – NOTA IFEL ALLA LUCE DEI CHIARIMENTI DEL MEF

Successivo

PARI OPPORTUNITÀ: OGGI ANDREA CATIZONE INTERVISTA LA SINDACA DI SETTIMO TORINESE