Oggi i Sindaci hanno detto…

AskaNews, mercoledì 04 novembre 2020  Covid, Anci Sardegna: maggior cooperazione tra l’Ats e sindaci    Covid, Anci Sardegna: maggior cooperazione tra l’Ats e sindaci Il presidente Emiliano Deiana: “Serve una piattaforma informatica”   Cagliari,  4 nov. (askanews) – Il presidente di Anci Sardegna,  Emiliano Deiana, ha scritto al presidente della Regione Christian  Solinas, al presidente del Consiglio regionale, Michele Pais, e  ai capigruppo per ripresentare le proposte già fatte nei giorni  scorsi per la gestione dell’emergenza Covid.    “Ribadisco – scrive Emiliano Deiana – come fatto in precedenza,  che sarebbe importante e necessario provvedere all’attivazione di  una piattaforma informatica che metta in relazione Ats (Azienda  regionale per la tutela della salute) con le autorità sanitarie  locali ovvero i sindaci, con la quale si mettano a disposizione i  dati di positività in tempo reale.    Anci Sardegna e le Amministrazioni locali vorrebbero, inoltre,  offrire un contributo concreto nella gestione della parte  amministrativa svolta da Ats”.    “I Servizi sociali – aggiunge Emiliano Deiana – in particolare  quelli dei piccoli comuni, potrebbero, infatti, mettersi a  disposizione per lo svolgimento di alcune attività non  strettamente legate all’aspetto sanitario, come ad esempio la  comunicazione di esiti e la convocazione per lo svolgimento di  tamponi alle persone interessate”.    “Il Sindaco – prosegue Deiana – inteso come Autorità sanitaria,  ed i Servizi sociali, infine, chiedono di poter cooperare nella  segnalazione dei contatti stretti da sottoporre a tampone,  persone che spesso sfuggono dall’elenco della rete dei contatti  dichiarati e che i medici di base fanno difficoltà a segnalare”.    “Servirebbe, poi – conclude Emiliano Deiana – un forte input ai  medici di Medicina generale ad attivare sempre le Usca (unità  speciali di continuità assistenziale), per tutti i casi che  presentano sintomi, al fine di un più celere tracciamento dei  contatti e a un affidamento dei soggetti alle valutazioni e agli  accertamenti del caso”.   Boi 20201104T073405Z  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  ++ Dpcm: Sala, misure severe Milano rispettera’ decisioni ++    ZCZC0627/SXA   SDK78320_SXA_QBXB   B POL S0A QBXB   ++ Dpcm: Sala, misure severe Milano rispettera’ decisioni ++      (ANSA) – ROMA, 04 NOV – “Come ho sempre detto, le decisioni   del Governo vanno rispettate e applicate. La tutela della salute   dei cittadini e’ il primo bene da proteggere e noi continueremo a   lavorare perche’ queste disposizioni siano osservate da tutti i   milanesi”. Cosi’ il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha   commentato il nuovo decreto del governo per contenere i contagi   da Covid in un post sulle sue pagine social. (ANSA).        Y59-DIV   04-NOV-20 08:19 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Dpcm: Sala, scuola in presenza risorsa da preservare    ZCZC7831/SXA   XCI20309012505_SXA_QBXB   R POL S0A QBXB   Dpcm: Sala, scuola in presenza risorsa da preservare      (ANSA) – MILANO, 04 NOV – “La scuola in presenza, per il suo   valore educativo e sociale, resta una delle risorse principali   da preservare”. Lo ha sottolineato il sindaco di Milano,   Giuseppe Sala, sulle sue pagine social commentando i   provvedimenti presi dal governo nell’ultimo decreto per   contenere i contagi da Covid.        “Accolgo con favore la conferma delle lezioni in classe per   gli studenti fino alla prima media. Non posso non dispiacermi   per i ragazzi e le ragazze che non potranno frequentare i loro   istituti scolastici”, ha concluso. (ANSA).        Y59-DIV   04-NOV-20 08:31 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    NOVA, mercoledì 04 novembre 2020  Germania: Associazione citta’ chiede aiuti contro crisi anche per musei, teatri e zoo    NOVA0094 3 EST 1 NOV ECO   Germania: Associazione citta’ chiede aiuti contro crisi anche per musei, teatri e zoo   Berlino, 04 nov – (Nova) – L’Associazione tedesca delle   citta’ (Dst) chiede al governo federale aiuti contro la   crisi del coronavirus per le aziende municipali dei settori   della cultura  dell’intrattenimento. Si tratta, in   particolare, di musei, teatri, sale per concerti, fiere e   centri per congressi. Queste strutture sono chiuse dal 2   novembre scorso, nel quadro del blocco limitato in vigore   fino alla fine del mese in tutta la Germania per contenere   la diffusione del coronavirus. Il presidente del Dst, il   sindaco di Lipsia Burkhard Jung, ha dichiarato che “anche le   aziende municipali e le istituzioni culturali devono   beneficiare degli aiuti rapidi” per novembre, erogati dal   governo federale.  Come riferisce il quotidiano “Frankfurter   Allgemeine Zeitung”, si tratta dei sussidi per imprese,   istituzioni e lavoratori autonomi maggiormente colpiti dal   “lockdown light”. Alle aziende con un massimo di 50   dipendenti verra’ rimborsato il 75 per cento del fatturato   generato a novembre 2019. Per le societa’ di dimensioni   superiori, il rapporto scende al 70 per cento. La spesa   prevista e’ di 10 miliardi di euro. (Geb)   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    AGI, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: a Lecce allerta in campo rom e in un mercato coperto =    AGI0261 3 CRO 0 R01 /   Covid: a Lecce allerta in campo rom e in un mercato coperto =   (AGI) – Lecce, 4 nov. – E’ atteso per oggi l’esito dei tamponi   eseguiti ai residenti nel campo nomadi Panareo, a Lecce, dopo il   riscontro di sei positivita’ al Covid-19, tutte persone che   fanno parte della comunita’ di circa 200 individui che vive   all’interno della struttura alle porte del capoluogo salentino.   Ma sotto stretta osservazione, a Lecce, ci sono anche altre   situazioni, come quella della scuola Media Dante Alighieri,   dove, tra alunni e docenti, sono stati riscontrati 17 casi di   Covid che hanno indotto la Asl a far scattare le procedure di   tracciamento dei contatti stretti per la ricerca, tramite test,   di eventuali, ulteriori casi di infezione. Anche in questo caso,   sono attesti per oggi i risultati degli accertamenti sanitari.   E’ massima, infine, l’attenzione attorno al terzo focolaio di   Covid in citta’, quello che riguarda il mercato coperto di   Settelacquare che e’ stato chiuso con provvedimento del sindaco   Carlo Salvemini, dopo il riscontro di diversi casi di infezione   da Covid tra gli operatori della struttura. (AGI)Le2/Dan   040929 NOV 20   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    z ANSA VENETO, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: a Pozzonovo medici base fanno gia’ tamponi    ZCZC8280/SXR   OVE20309012635_SXR_QBXV   R CRO S41 QBXV   Covid: a Pozzonovo medici base fanno gia’ tamponi      (ANSA) – VENEZIA, 04 NOV – I due medici di base di Pozzonovo   sono partiti con l’effettuazione dei tamponi come disposto   dall’accordo nazionale applicato poi dall’ordinanza del   presidente della Regione Luca Zaia. Lo annuncia il sindaco   Arianna Lazzarini la quale precisa che “i test verranno eseguiti   fuori dall’orario di ambulatorio, in modalita’ drive in, previo   appuntamento”. Un servizio importante per Pozzonovo, che a pochi   giorni dall’ordinanza regionale vede gia’ organizzato il servizio   di test presso i medici di base, sgravando cosi’ i cittadini   dalle code ai punti di accesso Ulss e riducendo gli   assembramenti. (ANSA).        CS   04-NOV-20 09:52 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    Dire Nazionale, mercoledì 04 novembre 2020  COVID. A MILANO SALA SOSPENDE AREA C E PARCHEGGI A PAGAMENTO    DIR0512 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT     COVID. A MILANO SALA SOSPENDE AREA C E PARCHEGGI A PAGAMENTO   (DIRE) Milano, 4 nov. – “Ho dato mandato di sospendere il   pagamento di Area C e dei parcheggi sulle strisce blu”. Il   sindaco di Milano Giuseppe Sala cede, e sospende la misura di   accesso limitato per i veicoli in centro citta’ (Area C),   rendendo al contempo ‘gratuiti’ i parcheggi ‘a strisce blu’,   solitamente a pagamento. La decisione e’ stata presa dopo la   firma del dpcm e annunciata stamattina con un post su Facebook   dallo stesso Sala.     (Nim/ Dire)   10:01 04-11-20   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    z ANSA VALLE D’AOSTA, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: Courmayeur, seggio volante per elettori in isolamento    ZCZC8392/SXR   OAO20309012663_SXR_QBKA   R CRO S56 QBKA   Covid: Courmayeur, seggio volante per elettori in isolamento   Dichiarazione da trasmettere al commissario entro il 5 novembre      (ANSA) – AOSTA, 04 NOV – Potranno votare a domicilio gli   elettori positivi al coronavirus sottoposti a trattamento   domiciliare e coloro che si trovino in condizioni di quarantena   o di isolamento fiduciario per Covid-19: e’ quanto previsto in   occasione dell’elezione diretta del  sindaco, del  vicesindaco e   del  consiglio comunale di Courmayeur in calendario l’8 novembre   prossimo. Il voto sara’ raccolto durante l’orario di apertura   delle urne (dalle ore 7 alle 23) dal seggio ‘volante’ della   prima sezione, composto dal presidente, dal segretario e da uno   scrutatore, designato a sorte. Accompagnati da operatori della   Protezione civile, saranno dotati di dispositivi di protezione   individuale e formati al loro corretto utilizzo.   Entro giovedi’ 5 novembre 2020 l’elettore deve far pervenire al   commissario del Comune, con modalita’ anche telematiche (invio   e-mail con allegata copia del documento d’identita’), una   dichiarazione in cui attesta la volonta’ di esprimere il proprio   voto presso il domicilio sul territorio del Comune di   Courmayeur, indicando con precisione l’indirizzo completo e un   recapito telefonico. Deve anche trasmettere un certificato,   rilasciato dalla direzione della struttura complessa dell’Usl   Igiene e Sanita’ non prima del 25 ottobre 2020 (14/o giorno   antecedente la data della votazione), che attesti l’esistenza   delle condizioni di trattamento domiciliare, quarantena o   isolamento fiduciario per Covid-19. La richiesta del certificato   deve essere fatta esclusivamente via e-mail all’indirizzo   igiene.pubblica@ausl.vda.it e il successivo invio del documento   rilasciato avverra’ sempre via posta elettronica. (ANSA).        YU2-GRD   04-NOV-20 10:09 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: de Magistris, temo zona rossa per la Campania    ZCZC8645/SXA   XCI20309012726_SXA_QBXB   R CRO S0A QBXB   Covid: de Magistris, temo zona rossa per la Campania      (ANSA) – NAPOLI, 04 NOV – ”Temo che la Campania stia andando   verso la zona rossa. A mio avviso da un’analisi puntuale dei   dati ci troviamo li’ per un’evidente responsabilita’ politica sul   tema sanitario che e’ drammatico”. E’ l’opinione del sindaco di   Napoli, Luigi de Magistris, espressa a Radio Crc. (ANSA).        YKN-PTR   04-NOV-20 10:37 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    Dire Nazionale, mercoledì 04 novembre 2020  COVID. COSENZA, OCCHIUTO: RISPETTO DPCM, MA RAMMARICO PER LE CHIUSURE    DIR0683 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT     COVID. COSENZA, OCCHIUTO: RISPETTO DPCM, MA RAMMARICO PER LE CHIUSURE   “NON AVER ATTINTO AL MES IL PIÙ GRAND ERRORE DEL GOVERNO”   (DIRE) Reggio Calabria, 4 nov. – “Preferisco non commentare i   Dpcm e rispettarne il contenuto. Mi piange il cuore pero’ nel   vedere tante imprese costrette a chiudere, con la conseguenza di   famiglie intere in preda allo sconforto”. Cosi’ alla Dire il   sindaco di Cosenza Mario Occhiuto che aggiunge: “In generale   credo che le chiusure siano un modo per affrontare l’emergenza,   non la soluzione del problema. Per questo non basta chiudere e   starsene in attesa che la diffusione del virus si arresti.   Occorre adottare misure sanitarie che possano efficacemente   limitare e quasi annullare gli effetti negativi del contagio”.       “Diciamoci la verita’ – afferma il primo cittadino – tra la   prima e la seconda ondata di diffusione del virus, sotto   l’aspetto sanitario e’ stato fatto poco o nulla. Bisogna agire   subito con investimenti mirati sulle strutture ospedaliere e   sulle strutture sanitarie del territorio per la prevenzione e le   prime cure”.       “Purtroppo, nonostante il Coronavirus, nulla si e’ mosso, pur   potendo l’Italia attingere immediatamente ai fondi del Mes.   Questo ritardo nell’utilizzo dei fondi e’, a mio avviso –   conclude Occhiuto – il piu’ grande errore del governo perche’ il   debito sulla sanita’ e’ quello piu’ giustificato ed e’ il   migliore investimento per il futuro degli italiani”.     (Mav/Dire)   10:42 04-11-20   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    AskaNews, mercoledì 04 novembre 2020  Covid, Gimbe: manca strategia, inseguendo arriviamo al lockdown    Covid, Gimbe: manca strategia, inseguendo arriviamo al lockdown ‘Serve piano stagionale: ora flessione ma poi una nuova risalita’   Roma, 4 nov. (askanews) – Nella lotta alla pandemia da Covid-19  in Italia “è la strategia generale che va rivista:  all’inseguimento dei numeri del giorno finiremo comunque per  arrivare a un lockdown generalizzato, una preoccupazione di tutti  perchè nessuno lo vuole”. Lo ha detto il presidente della  Fondazione GIMBE Nino Cartabellotta, in un’audizione alla  commissione Igiene e Sanità del Senato.    “Oggi – ha spiegato – siamo in una fase della crescita della  curva epidemiologica che, in assenza di misure rigorose, non sarà  facilissimo flettere. Vediamo con le misure introdotte:  serviranno circa 14 giorni per poter verificare l’effetto, ma in  generale mi preoccupa la mancanza di strategia. Non mi  interessano le misure da mettere in campo oggi con i numeri di  3-4 settimane fa, ma avere un piano che riguarda tutta la  stagione autunnale. È verosimile che ora avremo una flessione  della curva, ma non è escluso che appena riprenderemo la  circolazione avremo una nuova risalita”.    Per Cartabellotta “il problema delle misure drastiche è legato al  fatto che oggi, rispetto a ieri, sappiamo quali sono i tempi medi  per ottenere dei risultati in termini di abbattimento della  curva: oggi siamo in una situazione di lockdown light o misure  intermedie e queste difficilmente riusciranno a produrre un  abbattimento della curva a 28 giorni di oltre il 50%, quindi non  è escluso che nelle prossime settimane, se la curva non dovesse  stabilizzarsi o comunque avere una flessione importante, possano  esserci delle misure ulteriori”.    “In questa fase di risalita della curva era più importante  ragionare a livello locale: il sindaco, il presidente della  Provincia, tutti gli amministratori locali si prendessero la  responsabilità, se pur impopolare, di effettuare delle  restrizioni perchè più in alto spostiamo il livello decisionale,  più le misure restrittive coinvolgono in maniera univoca  territori dove la crescita del contagio non è così importante. Ma  anche questo fa parte di una strategia, come il meccanismo dei  ristori che dovrebbe essere garantito direttamente al singolo  amministratore locale che prende delle decisioni. Altrimenti è  ovvio che rischiamo di arrivare a un lockdown generalizzato”, ha  concluso il presidente della Fondazione Gimbe.   Sav 20201104T104445Z  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: nel Casertano sindaci chiedono piu’ ambulanze    ZCZC8791/SXB   XCI20309012766_SXB_QBXB   R CRO S0B QBXB   Covid: nel Casertano sindaci chiedono piu’ ambulanze   Dal 118 la richiesta di potenziamento dei mezzi      (ANSA) – CASERTA, 04 NOV – “Potenziare immediatamente il   servizio 118”: e’ quanto chiesto da Enzo Guida, sindaco di Cesa   (Caserta) in una lettera inviata al direttore dell’Asl di   Caserta Ferdinando Russo ed al presidente della Campania   Vincenzo De Luca. Una richiesta arrivata anche da altri sindaci   nei giorni scorsi.      “I cittadini – scrive Guida – evidenziano difficolta’ nel   contattare il servizio. Inoltre le auto ambulanze giungono con   ore di ritardo. Questa situazione non riguarda solamente la   tematica Covid, ma coinvolge i pazienti con diverse patologie.   Si stanno registrando ripercussioni gravi sull’intero   territorio. Vi chiediamo, dunque, di potenziare questo servizio   a tutela della salute di tutti i cittadini”. Le criticita’   evidenziate dal primo cittadino riguardano quasi i comuni   campani. Attualmente, nel Casertano, sono 22 le ambulanze in   dotazione al 118, ma il dirigente responsabile Roberto Mannella,   nelle scorse settimane, consapevole dei disagi legati all’alto   numero di interventi e all’impossibilita’ di poter garantire un   servizio rapido ed efficiente, ha gia’ fatto richiesta all’Asl di   avere un maggior numero di ambulanze, partendo da un minimo di   due, ma i nuovi mezzi non sono ancora arrivati. (ANSA).        YEC-TOR   04-NOV-20 10:52 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Covid:Procida;dipendente comunale positivo, chiude municipio    ZCZC8839/SXB   XCI20309012779_SXB_QBXB   R CRO S0B QBXB   Covid:Procida;dipendente comunale positivo, chiude municipio   Oggi la sanificazione, prevista per domani riapertura uffici      (ANSA) – PROCIDA, 04 NOV – Il sindaco di Procida Ambrosino ha   disposto la chiusura del municipio e la sanificazione degli   uffici comunali dopo aver appreso di un caso di contagio tra i   dipendenti del Comune.   Il dipendente in questione era assente dalla casa comunale da   diversi giorni e si trovava in isolamento domiciliare per la   positivita’ di un parente. Stamattina la notizia che anche lui e’   risultato positivo al Covid. Sono previste per le 13 le   operazioni di sanificazione e gia’ domani il municipio tornera’ ad   essere pienamente operativo. (ANSA).        YJ2-PTR   04-NOV-20 11:00 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: de Magistris, da Speranza nessuna risposta    ZCZC8941/SXA   XCI20309012808_SXA_QBXB   R CRO S0A QBXB   Covid: de Magistris, da Speranza nessuna risposta   ‘Non abbiamo ancora avuto dati che si era impegnato a darci’      (ANSA) – NAPOLI, 04 NOV – “Non abbiamo avuto risposta dal   ministro Speranza che si era impegnato in poche ore a darci i   dati, ma non li abbiamo ancora avuti. Mi auguro di averli in   queste ore in cui stanno elaborando i focus sulle varie zone.   Immagino che, cosi’ come si e’ impegnato, il ministro ci fara’   avere un focus piu’ analitico su Napoli e Milano”. Lo ha detto a   Radio Crc il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in merito   alla lettera inviata, con il sindaco di Milano, Beppe Sala, lo   scorso 28 ottobre al ministro della Salute chiedendo   informazioni dettagliate sulla situazione covid nelle citta’ di   Napoli e Milano. (ANSA).        YKN-TOR   04-NOV-20 11:09 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    NOVA ROMA, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: sindaco Fiumicino, preoccupa situazione oggi 176 positivi, verso nuove restrizioni    NOVA0038 3 POL 1 NOV   Covid: sindaco Fiumicino, preoccupa situazione oggi 176 positivi, verso nuove restrizioni   Roma, 04 nov – (Nova) – Il sindaco di Fiumicino, Esterino   Montino, in un post su Facebook commenta i dati relativi ai   contagi di Covid-19 nel suo comune definendo la situazione   “molto preoccupante perche’ i dati sono in continua salita e   questo potrebbe dover comportare la necessita’ di attuare   ulteriori restrizioni”. Sono “176 i positivi di oggi nel   nostro territorio, cinque piu’ di ieri: questi i dati che mi   ha fornito da poco la Asl Rm 3”. “Valuteremo il da farsi   anche in base alle indicazioni del nuovo Dpcm del presidente   Conte, in pubblicazione in Gazzetta in queste ore. Nel   frattempo – conclude Montino – esorto tutti i cittadini e le   cittadine del Comune a prestare la massima attenzione e a   rispettare le prescrizioni per la prevenzione dei contagi da   coronavirus. Igienizzate di frequente le mani, spostatevi   solo se necessario, mantenete le distanze fra persone e   indossate sempre la mascherina”. (Rer)   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    AGI, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: altre due vittime nelle ultime ore nel Nuorese =    AGI0404 3 CRO 0 R01 /   Covid: altre due vittime nelle ultime ore nel Nuorese =   (AGI) – Nuoro, 4 nov. – In Sardegna aumenta il numero di vittime   per Covid-19. Nel Nuorese due persone sono morte fra stanotte e   stamattina. A Orotelli non ce l’ha fatto un uomo risultato   positivo dopo lo screening con tamponi disposto dal Comune. I   casi di contagio nel paese, tra settembre e ottobre, hanno   spinto il sindaco, Nannino Marteddu, a firmare un’ordinanza con   la quale sono state temporaneamente chiuse le scuole.   A Nuoro e’ morto un anziano di 81 anni, ospiti nella casa   protetta di via Trieste: la sua positivita’ al Covid era stata   accertata nei giorni scorso e le sue condizioni si sono   aggravate nella notte. La notizia e’ stata comunicata stamattina   dai responsabili della struttura durante la riunione del Centro   operativo comunale.   Sono arrivati anche gli esiti degli altri 20 tamponi effettuati   sul personale della casa protetta. La Assl di Nuoro ha   comunicato che 6 sono risultati positivi al virus e 12 negativi,   mentre due sono da riverificare. Salgono cosi’ a 27 i casi nella   struttura: 16 ospiti e 11 operatori. Il Coc, fa sapere   l’amministrazione comunale, e’ stato aggiornato a stasera.   (AGI)Nu2/Rob   041131 NOV 20   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Dpcm: sindaco Lodigiano a Conte, basta lockdown qui    ZCZC9210/SXA   XCI20309012902_SXA_QBXB   R CRO S0A QBXB   Dpcm: sindaco Lodigiano a Conte, basta lockdown qui      (ANSA) – CASALPUSTERLENGO (LODI), 04 NOV – “Presidente Conte,   il Lodigiano non puo’ permettersi un nuovo lockdown”: cosi’ Elia   Delmiglio, sindaco di Casalpusterlengo, uno dei Comuni inseriti   nella prima zona rossa, si e’ rivolto direttamente al premier via   Facebook.       “Noi Casalini e Lodigiani – ha spiegato – stiamo provando a   ripartire con coraggio, tenacia e tanta fatica dopo la prima   zona rossa d’Italia e il successivo lockdown nazionale. La   situazione epidemiologica e’ sicuramente grave ma non   allarmistica nel nostro territorio, nemmeno minimamente   paragonabile a quanto vissuto a febbraio, marzo e aprile”.      “Il 92% delle persone positive – ha aggiunto – si trova a   casa e viene curato al domicilio senza particolari problemi.   Alcune persone, poche per fortuna, si trovano in ospedale e   auguriamo loro di uscirne presto e bene. Certo dobbiamo evitare   di ricadere in quel tunnel buio, ma possiamo farlo rispettando   le regole e intensificando se serve i controlli, andando a   sanzionare chi fa il furbo. Ma in tanti hanno investito per   potersi regolarizzare”. (ANSA).        Y5N-MF   04-NOV-20 11:41 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: Scajola,contagi Genova non penalizzino Ponente Ligure    ZCZC9363/SXB   XCI20309012948_SXB_QBXB   R CRO S0B QBXB   Covid: Scajola,contagi Genova non penalizzino Ponente Ligure      (ANSA) – GENOVA, 04 NOV – “Non posso esimermi dall’esprimere   grande preoccupazione per il rischio che la forte ondata di   contagio su Genova condizioni la valutazione sull’intero   territorio regionale e, in particolare, sul Ponente ligure.   I dati allarmanti della curva epidemiologica del capoluogo di   Regione potrebbero far scattare le misure piu’ restrittive anche   nella nostra Riviera, che invece registra una situazione al   momento piu’ sicura. Una generalizzazione ingiustificata, che   colpirebbe anzitutto le nostre imprese gia’ stremate”. Lo afferma   il sindaco di Imperia, l’ex ministro Claudio Scajola.   “Apprendo inoltre che la nostra ASL si dovrebbe fare carico di   pazienti positivi provenienti da Genova. Nessuno si sottrae agli   obblighi morali di solidarieta’,  ma e’ evidente la sproporzione   tra le forze ospedaliere di cui dispone Genova e quelle della   nostra Provincia. Non possiamo correre il rischio di saturare i   posti letto e di ritrovarci cosi’ con l’eventuale impossibilita’   di assistere appieno la nostra comunita’. Chiedo al Presidente   della Regione di fare tutto quanto e’ nelle sue possibilita’ per   scongiurare queste gravi ricadute per il nostro territorio”,   conclude Scajola (ANSA).        L05-MOI   04-NOV-20 11:53 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    NOVA NAPOLI, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: sindaco Frattamaggiore (Na), no lockdown, restrizioni per i minori per frenare contagi    NOVA0010 3 POL 1 NOV REG   Covid: sindaco Frattamaggiore (Na), no lockdown, restrizioni per i minori per frenare contagi   Napoli, 04 nov – (Nova) – “Essere medico mi ha aiutato   tantissimo sul comportamento corretto da avere come sindaco.   Siamo stati precursori su come usare la mascherina o il   divieto di assembramento in strada”. Lo ha dichiarato il   sindaco di Frattamaggiore (Na) Marco Antonio Del Prete   intervenendo nella trasmissione “Barba e capelli” su Radio   Crc Targato Italia. Sulla situazione Covid il sindaco   spiega: “in questi giorni stiamo ricevendo notizie di molti   guariti dall’Asl. Qui l’andamento era in linea con quello   regionale e nazionale superando anche i 300 positivi. Oggi   sono 267, 170 i guariti. I positivi totali nella seconda   ondata hanno superato i 400. Frattamaggiore riceve molte   persone dai comuni vicini essendo una citta’ di servizi ma   grazie ai costanti colloqui e azioni con l’Asl siamo   riusciti a contenere questa nuova ondata”. Sulla decisione   di vietare ai minori di uscire da soli Del Prete   puntualizza: “siamo una citta’ anche di movida e ho notato   che con le scuole chiuse sulle nostre strade si riversano   ragazzini spensierati che non indossano la mascherina.   Allora ho deciso di adottare questa ordinanza, devono   divertirsi ma farlo con sicurezza e chiedo una mano ai   genitori”. Su un secondo lockdown Del Prete pensa “sia   deleterio piu’ del primo” perche’ “molti non si sono ripresi   dopo marzo ma le mezze misure non servono, se ci comportiamo   bene ok ma, se il sistema sanitario va al collasso il   Governo deve e puo’ prendere azioni serie”. (Ren)   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Covid:nel Casertano priorita’ a over 70 per spesa supermarket    ZCZC9781/SXB   XCI20309013095_SXB_QBXB   R CRO S0B QBXB   Covid:nel Casertano priorita’ a over 70 per spesa supermarket   Comune Parete regala ad anziani le mascherine FFP2      (ANSA) – CASERTA, 04 NOV – In attesa che entri in vigore il   nuovo Dpcm varato dal Governo Conte, qualche Comune del   Casertano inizia ad attrezzarsi con un occhio di riguardo alle   categorie piu’ colpite dal Covid, come gli anziani. Il sindaco di   Parete Gino Pellegrino ha emesso un’ordinanza che consenta “di   offrire delle tutele in piu’ per i nostri concittadini con piu’ di   70 anni”. Nel provvedimento e’ previsto che “alle persone di eta’   superiore ad anni 70 vengano distribuite gratuitamente (si parte   domani), mascherine del tipo FFP2, che garantiscono un livello   di protezione piu’ elevato, e che dovranno essere indossate   obbligatoriamente”.      Altro punto e’ che “gli esercizi commerciali aventi ad oggetto   la vendita di beni di prima necessita’, riservino una priorita’   assoluta, nella fascia oraria che va dalle 7.30 alle 9.30, alle   persone di eta’ superiore a 70 anni”. Per le persone anziane non   autosufficienti o prive di assistenza familiare, e’ poi prevista   la predisposizione di “un servizio comunale di consegna a   domicilio di generi di prima necessita’ (alimentari, medicinali,   ecc)”. (ANSA).        YEC-TOR   04-NOV-20 12:29 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    AGI, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: Magorno (Iv), ore drammatiche per la Calabria =    AGI0500 3 POL 0 R01 /   Covid: Magorno (Iv), ore drammatiche per la Calabria =   (AGI) – Catanzaro, 4 nov. – “Si palesano ore drammatiche per la   Calabria se sara’ dichiarata zona rossa. Il primo pensiero e’   per tutti i cittadini calabresi a cui va un grande abbraccio e   un messaggio di speranza: uniti supereremo anche questo momento.   C’e’ pero’ da riflettere su quanto si prospetta per la nostra   Regione ed e’ necessario avere il coraggio di fare un mea culpa.   Le misure  previste a riguardo dal nuovo dpcm, infatti,   certificano il fallimento collettivo dell’intera classe politica   calabrese, responsabilita’ dalla quale io ovviamente non mi   sottraggo e che ha creato vittime innocenti (Sindaci e appunto   cittadini) consolidando un sistema che deve cambiare in fretta   per non condannare la nostra terra alla deriva”. Lo afferma il   senatore Ernesto Magorno, di Italia viva, sindaco di Diamante   (Cosenza).Ros (Segue)   041231 NOV 20   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    NOVA MILANO, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: Sardone (Lega), Sala sempre snobbato dal suo governo    NOVA0034 3 CRO 1 NOV POL   Covid: Sardone (Lega), Sala sempre snobbato dal suo governo   Milano, 04 nov – (Nova) – Silvia Sardone, europarlamentare e   consigliere comunale della Lega, dichiara in una nota:   “Constatiamo come il peso di Milano, guidata da un sindaco   dello stesso colore politico del governo, sia praticamente   nullo a livello nazionale. Sala ha provato a fare la voce   grossa, ma continua considerato da chi sta a Roma: tutte le   sue richieste sono cadute nel vuoto. Ora il sindaco dice che   bisogna rispettare le norme contenute nel nuovo decreto, ma   non ha il coraggio di dire che sono troppo penalizzanti per   il nostro territorio e sugli aiuti economici siamo al nulla   totale. Da mesi continua ad accettare passivamente le   decisioni calate dall’alto senza dire nulla. Fa sorridere il   fatto che si ricordi ora di Area C e strisce blu: la loro   sospensione sarebbe dovuta essere automatica gia’ da giorni,   non serviva certo il decreto di Conte per convincere il   sindaco”. (Com)   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Dpcm: Ricci(Ali), accolta programmazione chiesta dai sindaci    ZCZC9917/SXA   XCI20309013147_SXA_QBXB   R CRO S0A QBXB   Dpcm: Ricci(Ali), accolta programmazione chiesta dai sindaci   Ora unita’ e stop polemiche      (ANSA) – ROMA, 04 NOV – “Il Governo ha accolto le proposte   dei sindaci per la programmazione e la semplificazione. Da oggi,   finalmente, c’e’ una previsione chiara degli scenari fatta in   base a indicatori oggettivi e validi per tutti, che saranno   verificati ogni quindici giorni. In questo modo la lotta al   virus sara’ piu’ efficace e usciremo dall’estemporaneita’ che ha   portato al varo di quattro Dpcm in poco piu’ di venti giorni. E’   importante, pero’, che alle chiusure seguano immediatamente i   ristori per le categorie colpite. Ci sembra un provvedimento   equilibrato sul piano sanitario ed economico, ma manca ancora un   elemento: l’unita’ politica ed istituzionale. Lancio un appello   alle regioni: basta divisioni e tensioni, lavoriamo tutti   insieme, governo, regioni ed enti locali, per uscire al piu’   presto dall’emergenza”. Lo afferma il sindaco Pd di Pesaro e   presidente Ali (Autonomie Locali Italiane) Matteo Ricci. (ANSA).        DE   04-NOV-20 12:40 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: Bucci, “Ristori immediati per chi chiude”    ZCZC0373/SXB   XCI20309013266_SXB_QBXB   R CRO S0B QBXB   Covid: Bucci, “Ristori immediati per chi chiude”      (ANSA) – ROMA, 04 NOV – “Penso che la chiusura dei ristornati   e dei bar si sarebbe potuta evitare, ma non sono io che devo   decidere e, in questo caso, posso solo eseguire”. Cosi’ il   Sindaco di Genova, Marco Bucci a margine della commemorazione   per le vittime dell’alluvione del 2011, esprime le sue   perplessita’ sulle decisioni del Governo. In attesa di leggere il   Dpcm e capire meglio le misure relative a Genova, pero’, il primo   cittadino chiarisce un punto fondamentale. “Cerchero’ di fare in   modo che i ristori arrivino il piu’ in fretta possibile – spiega   – perche’ capisco le chiusure, ma quando si decide di farle ci   deve essere un ristoro economico immediato perche’ le famiglie   devono poter andare avanti. Noi abbiamo dato un esempio, quando   in 10 giorni abbiamo distribuito tutti i buoni spesa che avevamo   a disposizione. Non solo Genova, ma tutti i sindaci d’Italia   hanno dato un esempio di come si possono fare bene le cose. In   questa occasione- chiedo di fare la stessa cosa: ristori   semplici e immediati per tutti”. (ANSA).        YL6-MOI   04-NOV-20 13:03 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: due morti negli ospedali del Sassarese    ZCZC0490/SXB   XCI20309013299_SXB_QBXB   R CRO S0B QBXB   Covid: due morti negli ospedali del Sassarese   Le vittime provenivano dalla Gallura e dal Nuorese      (ANSA) – SASSARI, 04 NOV – Il sindaco di Monti, in Gallura,   Emanuele Mutzu, ha annunciato il decesso a Sassari di un   concittadino positivo al Covid-19, mentre dal Comune di Silanus   (Nuoro) arriva la conferma di un altro anziano di 85 anni morto   nell’ospedale di Ozieri (Sassari).    “Ricoverato dalla scorsa settimana in un ospedale di Sassari, e’   morto avantieri”, dichiara il primo cittadino gallurese,   spiegando poi che “il familiare suo convivente e’ risultato   negativo al tampone” e che “siamo ancora in attesa di conoscere   l’esito dei tamponi degli altri contatti stretti”. Mutzu   riferisce di aver ricevuto ieri la notizia di un altro positivo   a Monti e raccomanda a tutti massima prudenza. (ANSA).        Y1E-FOI   04-NOV-20 13:09 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    NOVA ROMA, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: a Viterbo 68 nuovi positivi, sindaco “calo tra studenti, per ora non chiudo scuole”    NOVA0079 3 POL 1 NOV MED   Covid: a Viterbo 68 nuovi positivi, sindaco “calo tra studenti, per ora non chiudo scuole”   Roma, 04 nov – (Nova) – I nuovi casi positivi al Covid-19   nella citta’ di Viterbo oggi sono 68. Il sindaco di Viterbo,   Giovanni Maria Arena, in una nota afferma: “Di questi, 12   sono giovani in eta’ scolare. Leggendo i dati degli ultimi   tre giorni, sempre con riferimento agli studenti, abbiamo 23   casi lo scorso 2 novembre, ieri 16 e oggi 12. E’ evidente   una decrescita. Questo mi porta, almeno per questa   settimana, a soprassedere con l’adozione di eventuali   provvedimenti di chiusura delle scuole dell’obbligo e degli   asili”, aggiunge il sindaco che negli ultimi giorni aveva   paventato la possibilita’. “Sto costantemente monitorando la   situazione, con un occhio particolarmente attento a quello   che succede nelle scuole, dove ricordo esserci il massimo   rispetto dei protocolli anti Covid. Nell’ultimo dpcm la   regione Lazio viene considerata zona verde. Ciononostante,   qualora nei prossimi giorni dovessero verificarsi nuove   impennate di contagi tra gli alunni, procedero’ con   l’adozione dei provvedimenti che al momento riterro’ piu’   opportuni. Con i dati di oggi, considerando il numero di   persone guarite, nella citta’ di Viterbo, al momento, siamo   complessivamente a circa mille casi positivi al Covid-19”.   conclude il sindaco Arena. (Com)   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    z ANSA ABRUZZO, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: Montorio, Dad nelle scuole fino a sabato    ZCZC0949/SXR   OAQ20309013440_SXR_QBXA   R CRO S43 QBXA   Covid: Montorio, Dad nelle scuole fino a sabato      (ANSA) – MONTORIO AL VOMANO, 04 NOV – Didattica a distanza da   domani fino a sabato per le scuole dell’infanzia, primaria e   secondaria del Comune di Montorio (Teramo). A deciderlo il   sindaco Fabio Altisonante in accordo con la Asl.   “Attualmente nelle scuole di Montorio non c’e’ un problema   sanitario e i contagi non sono avvenuti all’interno dei plessi –   precisa il primo cittadino – su 710 alunni, in seguito al   tracciamento fatto nelle ultime settimane grazie all’Asl,   abbiamo evidenziato una positivita’ pari circa al 4% della   popolazione scolastica. Quasi tutti i bambini sono asintomatici   o paucisintomatici e il loro contagio non sarebbe mai emerso   senza l’importante lavoro di contact tracing che abbiamo fatto”.      La decisione di sospendere per qualche giorno la didattica in   presenza e’ legata dunque solo a una criticita’ organizzativa. “La   dirigenza, infatti – aggiunge il sindaco – si e’ trovata   impreparata a fronteggiare una diversa gestione, seguendo le   nuove indicazioni operative e i recenti protocolli anti Covid”.   Da qui la necessita’ di riorganizzarsi. “La scuola avra’ tutto il   mio aiuto e il massimo supporto dell’amministrazione comunale   sia nell’organizzazione che nelle dotazioni tecniche e   informatiche – conclude Altisonante – Abbiamo gia’ acquistato   laptop e altre strumentazioni tecnologiche per potenziare la   didattica a distanza o integrata, compresa l’ottimizzazione   delle connessioni internet e’ anche 5 generatori di ozono per la   sanificazione, che saranno adoperati per la disinfezione   quotidiana degli ambienti scolastici, oltre a offrire un   servizio gratuito ai commercianti di Montorio”. (ANSA).        YXR-HNZ   04-NOV-20 13:41 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    z ANSA PIEMONTE, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: sindaco Tortona, siano garantiti letti per residenti    ZCZC1009/SXR   OTO20309013461_SXR_QBKT   R CRO S56 QBKT   Covid: sindaco Tortona, siano garantiti letti per residenti   Il sindaco Chiodi chiede posti letto assicurati per i positivi      (ANSA) – TORTONA, 04 NOV – Il sindaco di Tortona   (Alessandria) Federico Chiodi ha scritto all’Unita’ di Crisi   Covid-19 del Piemonte chiedendo e garanzie sui posti letto per i   positivi della citta’ dove l’ospedale e’ tra quelli trasformati in   Covid-Hospital, come gia’ successo durante la prima ondata di   contagi. “L’evolversi della situazione pandemica – scrive Chiodi   – vede, ancora una volta, l’ospedale di Tortona in prima linea   nel fronteggiare i bisogni sanitari della Regione e della   provincia di Alessandria. Gli abitanti della citta’ e degli altri   39 comuni del Tortonese, che afferiscono al locale presidio   ospedaliero, saranno di nuovo chiamati a pagare un elevato   prezzo sia in termini di disagio che di rischio per la propria   salute, derivante dal non avere un presidio ospedaliero   rapidamente raggiungibile”.      Il sindaco chiede garanzie su una riserva congrua di posti   letto in Rianimazione e nei reparti del Tortona Covid Hospital,   “per malati positivi residenti nei Comuni afferenti al   territorio Tortonese, affinche’ non si trovino costretti a   emigrare in altri Covid-Hospital”. Tra le richieste di Chiodi   anche la “chiara indicazione dei presidi a cui rivolgersi per   altri esami e ricoveri e continuita’ delle prestazioni   ambulatoriali”. (ANSA).        YYR-BOT   04-NOV-20 13:46 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    La Presse, mercoledì 04 novembre 2020  Coronavirus, Fidanza (FdI): Tardi per stop area C, alleggerire prima mezzi    Coronavirus, Fidanza (FdI): Tardi per stop area C, alleggerire prima mezzi Milano, 4 nov. (LaPresse) – “Apprendiamo che solo oggi il sindaco Sala si è deciso a sospendere Area C e il pagamento delle strisce blu. Due provvedimenti che chiedevamo con insistenza ormai da settimane, necessari per alleggerire i mezzi pubblici. Ma il sindaco ha preferito fare cassa fino all’ultimo istante utile, aspettando il nuovo decreto per fare quello che noi chiedevamo da sempre. Ormai è tardi, con il probabile lockdown della Lombardia i cittadini saranno chiusi in casa, e la sospensione di Area C e delle strisce blu servirà a poco. Se Sala fosse stato più tempestivo, e ci avesse ascoltati, si sarebbe evitato il sovraffollamento dei mezzi pubblici e forse, adesso, la situazione sarebbe meno drammatica”. Così in una nota l’eurodeputato di Fratelli d’Italia Carlo Fidanza commenta la sospensione di Area C e strisce blu. CRO NG01 bdr 041357 NOV 20  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    z ANSA SICILIA, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: chiuse due scuole a Canicatti’    ZCZC1189/SXR   OPA20309013518_SXR_QBKS   R CRO S45 QBKS   Covid: chiuse due scuole a Canicatti’      (ANSA) – CANICATTI’, 04 NOV –  Altre due scuole sono state   chiuse a Canicatti’ (Ag) con ordinanza sindacale dopo che sono   stati riscontrati alcuni casi di positivita’ al Covid19 tra gli   studenti. Si tratta del plesso La Carrubba e del plesso   “Giovanni Verga”. I provvedimenti sono stati adottati dal   sindaco solo per tre giorni: il tempo ritenuto sufficiente a   consentire la sanificazione dei locali. (ANSA).        YPB-FK   04-NOV-20 14:00 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    Dire Sociale, mercoledì 04 novembre 2020  COVID. NUORO, UN DECESSO NELLA CASA PROTETTA COLPITA DA FOCOLAIO    DRS0250 3 LAV  0 DRS / WLF     COVID. NUORO, UN DECESSO NELLA CASA PROTETTA COLPITA DA FOCOLAIO   LA VITTIMA UN OSPITE DI 81 ANNI. NELLA STRUTTURA 27 CASI POSITIVI   (DIRE) Cagliari, 4 nov. – Un decesso all’interno della casa   protetta di Nuoro colpita dal focolaio covid registrato nei   giorni scorsi. Lo fa sapere in una comunicazione la Protezione   civile del Comune. Si tratta di un ospite di 81 anni, di Nuoro,   le cui condizioni di salute si sono aggravate durante la notte.   “La Assl ha attivato tutte le procedure del caso- si legge nella   nota-. Intanto sono arrivati anche gli esiti degli altri 20   tamponi effettuati sul personale. La Assl ha comunicato che sei   sono risultati positivi al virus, 12 negativi e due sono da   riverificare”. Salgono cosi’ a 27 i contagi all’interno della   casa protetta, 16 ospiti e 11 operatori. Il Centro operativo   comunale e’ stato aggiornato a stasera.      “La nostra comunita’ si stringe con grande affetto alla   famiglia dell’anziano deceduto questa mattina nella casa protetta   di via Trieste- il cordoglio del sindaco, Andrea Soddu-.   Continueremo a monitorare la situazione e mantenere alta   l’attenzione per garantire la migliore delle assistenze possibile   a tutti gli anziani positivi della casa di riposo. Rinnovo i miei   auguri di pronta guarigione agli ospiti, agli operatori della   casa protetta e a tutte le persone che stanno combattendo la   propria battaglia contro il virus”.     (Api/ Dire)   14:08 04-11-20   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Dpcm: Sala, ristori seri a mondo musica e cultura    ZCZC1298/SXB   XIC20309013561_SXB_QBXB   R SPE S0B QBXB   Dpcm: Sala, ristori seri a mondo musica e cultura      (ANSA) – MILANO, 04 NOV – “Quello che ritengo debbano fare le   istituzioni e’ prima di tutto cercare di stare al fianco dei   protagonisti di questo settore, della musica e della cultura,   per superare una crisi mai vista”. Cosi’ il sindaco di Milano,   Giuseppe Sala, ha espresso il suo appoggio al mondo della   cultura, della musica e degli eventi, nel corso della   presentazione online della Milano Music Week, la settimana di   eventi che si terra’ con eventi digitali a causa della pandemia.       “Se ci devono essere restrizioni, e ci saranno, almeno i   ristori siano concreti e seri e ogni tipo di iniziativa che puo’   essere presa da governo Regione e Comune deve essere presa per   tutelare questo mondo – ha concluso -. La promozione della   musica deve andare al di la’ della logica emergenziale. Se Milano   e’ arrivata a essere quello che e’, e’ dipeso in larga parte dalla   cultura e dalla musica, che hanno avuto un ruolo significativo”.   (ANSA).        Y59-FAS   04-NOV-20 14:09 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    ANSA NAZIONALE, mercoledì 04 novembre 2020  Covid: casi positivi, chiusa scuola infanzia a Cagliari    ZCZC1302/SXB   XCI20309013560_SXB_QBXB   R CRO S0B QBXB   Covid: casi positivi, chiusa scuola infanzia a Cagliari   Ordinanza sindaco, e’ il quarto istituto chiuso in pochi giorni      (ANSA) – CAGLIARI, 04 NOV – Un’altra scuola chiusa a Cagliari   per Covid, la quarta in pochi giorni.   Il sindaco Paolo Truzzu, con l’ordinanza n. 73 firmata oggi, ha   disposto la chiusura temporanea e in via precauzionale, dal 4 al   9 novembre, del nido d’infanzia e della scuola d’infanzia “Qui,   Quo, Qua” in via Kock, per la sanificazione dei locali e in   attesa delle indagini epidemiologiche.   Il provvedimento – spiega l’amministrazione comunale – si e’ reso   necessario a seguito di alcuni casi di positivita’ al Covid 19.   (ANSA).        FO   04-NOV-20 14:09 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    Dire Sociale, mercoledì 04 novembre 2020  COVID. NARDELLA: DIFFICILE TROVARE PERSONALE, MEDICI E INFERMIERI    DRS0255 3 LAV  0 DRS / WLF     COVID. NARDELLA: DIFFICILE TROVARE PERSONALE, MEDICI E INFERMIERI   ‘MENO FARE NUOVI POSTI LETTO’   (DIRE) Firenze, 4 nov. – Piu’ che creare nuovi posti letto covid,   “la cosa piu’ difficile e’ trovare il personale. E non mancano i   soldi per prenderli in via straordinaria”, il problema “e’ che   medici e infermieri mancano fisicamente”. Per questo “dobbiamo   evitare assolutamente di aumentare la pressione negli ospedali”.   Lo spiega il sindaco di Firenze, Dario Nardella, intervenendo a   ‘Radio Toscana’.       “La situazione negli ospedali fiorentini e’ paragonabile al   picco della prima ondata, bisogna dirlo con molta franchezza”.   Pero’ sui contagiati, prosegue, “il sistema e’ ancora in grado di   assorbire numeri importanti. Ma non possiamo assolutamente   abbassare la guardia. Anzi, dobbiamo alleggerire la pressione sui   pronto soccorso e sui reparti, per questo va abbassata in tutti i   modi la curva del contagio. Questo e’ un aspetto cruciale”.     (Dig/ Dire)   14:12 04-11-20   NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –    Dire Sociale, mercoledì 04 novembre 2020  CORONAVIRUS. CASE POPOLARI, ACER: “FORTI TENSIONI, CHIESTO UN COMITATO PER L’ORDINE PUBBLICO”    DRS0270 2 LAV  0 DRS / WLF     CORONAVIRUS. CASE POPOLARI, ACER: “FORTI TENSIONI, CHIESTO UN COMITATO PER L’ORDINE PUBBLICO”   A Bologna la prima fase dell’emergenza sanitaria, con l’obbligo di rimanere in casa, le scuole chiuse e le preoccupazioni economiche, ha aumentato la tensione nelle case popolari. Per promuovere comportamenti virtuosi, Acer ha lanciato Acerman, personaggio a fumetti per spiegare le regole agli inquilini   (RED.SOC.)  BOLOGNA – La pandemia ha picchiato duro tra gli   inquilini dell’edilizia pubblica cittadina di Bologna,   soprattutto nei quartieri piu’ popolari come Navile, Pilastro,   Savena. Centinaia di uomini e donne rimasti senza lavoro:   camerieri, cuochi, lavapiatti, operatrici familiari, operai che,   di punto in bianco, sono rimasti senza reddito. “Nella prima fase   dell’emergenza, durante lo scorso lockdown, tra perdita del   lavoro e chiusura delle scuole, si sono create forti tensioni –   spiega Alessandro Alberani, presidente Acer, l’Azienda Casa   Emilia-Romagna, provincia di Bologna -. Relazioni di vicinato   molto pesanti, liti, comportamenti illegali come l’accumulo di   masserizie negli spazi comuni, rumori molesti, baby gang che   spaventano gli inquilini, cantine con oggetti infiammabili. Tutti   questi fenomeni, che avevamo arginato correndo ai ripari, sono   ripartiti due mesi fa. Siamo andati dal sindaco Virginio Merola e   dal prefetto Francesca Ferrandino per chiedere un Comitato per   l’ordine pubblico sul tema delle case popolari nelle periferie:   per noi e’ urgente e improcrastinabile”.     Acer ha raddoppiato il personale per la disciplina e promosso   percorsi di mediazione sociale, sia con le forze dell’ordine e   sia con realta’ territoriali specializzate in materia: “Dobbiamo   intervenire prima che queste situazioni si incancreniscano: le   tensioni e il nervosismo stanno crescendo, dobbiamo impedire che   sfocino nell’illegalita’ e nel non rispetto”. Investendo nella   prevenzione, Acer ha lanciato Acerman, un personaggio a fumetti   protagonista di due brochure, una dedicata alle buone regole di   vicinato, una alla prevenzione degli incendi, “problema su cui   lavoriamo da tempo: nonostante il calo ne registriamo ancora una   decina ogni anno. Acerman e’ un po’ l’umarell delle case   popolari, controlla tutto, come fanno gli anziani con le mani   incrociate dietro la schiena”.    Acerman ha preso vita dalla penna del giovanissimo fumettista e   illustratore bolognese Andrea Monari: “Ho immaginato un   personaggio serio e carismatico, ma anche simpatico e brillante,   oltre che esteticamente piacevole – spiega Monari -. Acerman e’   protagonista sia delle due brochure a fumetti, sia di un prodotto   d’animazione, media facili da diffondere. Per me questo e’ stato   un lavoro molto importante: poter contribuire a promuovere   comportamenti virtuosi e a prevenire situazioni di disagio e’ una   bella responsabilita'”.    (www.redattoresociale.it)   041433 11 2020 NNNN  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

 

TRE FASCE, Avvenire

SARA’ SPERANZA A FIRMARE I LOCKDOWN, Domani

RAPPORTO FEDERCULTURE, Corriere

MATTARELLA, PASSO PER IL DIALOGO, Corriere

LOMBARDIA, Il Sole 24 Ore

FRANZINI, MAURIZIO, Diesuguaglianza distribuita in modo disuguale, Domani

EGOISMI DELLE REGIONI, Il Messaggero

ECONOMIA CIRCOLARE, Italia, primato europeo, Avvenire

ECCO LE REGOLE, Qn

DE MAGISTRIS, Roma

BONUS BICI, Il Sole 24 Ore

Ambulanze in coda, Corriere

Precedente

Dpcm. Ricci, Accolta programmazione chiesta dai sindaci, ora unità e stop polemiche

Successivo

NUOVO DPCM, ECCO L’ITALIA DIVISA IN TRE ZONE