Oggi i Sindaci hanno detto…

La Presse, venerdì 13 novembre 2020 Coronavirus, Di Maio: Campania fuori controllo, intervenga lo Stato  Coronavirus, Di Maio: Campania fuori controllo, intervenga lo Stato Milano, 13 nov. (LaPresse) – “La Campania è fuori controllo e la necessità di allargare le zone rosse è evidente. Gli enti locali hanno mostrato poca lealtà. Ma ora basta. Lo Stato deve intervenire”. A dirlo, in un’intervista alla Stampa, è il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. L’esponente M5S parla del video del paziente trovato morto nel bagno del Cardarelli:  “Mi ha scioccato, ma non mi ha sorpreso. Sono giorni che ricevo segnalazioni gravissime. L’ho detto: bisogna intervenire, non si governa con le battute ma ci vuole polso, decisione. E ci vogliono adesso perché dopo sarà troppo tardi. Gli italiani chiedono una politica con le idee chiare. La Campania è in ginocchio, tra l’altro è la mia terra, mi addolora. Servono restrizioni subito, non si doveva arrivare a questo punto, la gente sta morendo, proviamo a pensare alla famiglia di quel paziente e di tanti altri, ai medici sotto stress, se non si interviene qui si rischia di implodere, lo dico da giorni”. Sulle liti tra il governatore De Luca e il sindaco di Napoli De Magistris, Di Maio commenta: “Non aggiungiamo polemiche a polemiche. Decidiamo. Punto. Manteniamo il sangue freddo e interveniamo pensando al valore della vita, che è primario, non seguendo il consenso o il sentiment. Questa è una pandemia, non una campagna elettorale”. Sulla sanità, Di Maio spiega: “È in difficoltà e lo è da anni, da decenni. Si ricorda quando ho proposto di affidare a concorsi meritocratici la nomina dei dirigenti sanitari? Bisognava correggere questo vulnus molto tempo fa, la sanità pubblica è stata usata come un bancomat, nessuno se ne preoccupava. Oggi ne stiamo pagando le conseguenze”. E il governo? “Ci sono troppe voci a parlare, troppi conflitti, troppe opinioni, molta confusione in tv. Il governo è intervenuto, ciò che è venuta a mancare è la leale collaborazione istituzionale tra enti. C’è chi ha aizzato le liti e chi è corso ai ripari. Non generalizziamo”. Infine, sulla Campania conclude: “Mi auguro saranno individuate quantomeno delle zone rosse, dove la situazione oggi appare drammatica”. POL CAM mad 130814 NOV 20 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  9COL, venerdì 13 novembre 2020 CORONAVIRUS, IL SINDACO DI MONZA: PIENA EMERGENZA, AIUTI ANCORA INSUFFICIENTI  9CO1122411 4 CRO ITA R01  CORONAVIRUS, IL SINDACO DI MONZA: PIENA EMERGENZA, AIUTI ANCORA INSUFFICIENTI  (9Colonne) Roma, 13 nov – “Siamo in piena emergenza, stiamo vivendo ore drammatiche”. Lo ha detto il sindaco di Monza Dario Allevi, ospite della trasmissione “Restart”, condotta da Aurora Vena su Cusano Italia Tv (ch. 264 dtt), parlando della situazione all’ospedale San Gerardo. “Oltre a questi continui ricoveri che stiamo facendo, al ritmo di 50 al giorno, rispetto alla prima ondata abbiamo un problema di medici ed infermieri perché 310 di loro sono stati contagiati e sono in quarantena. La stragrande maggioranza di loro ha contratto il virus in famiglia, non al lavoro, oggi i dispositivi di protezione ci sono rispetto alla primavera scorsa. Inoltre noi abbiamo dato alcuni rianimatori ed alcuni infermieri specializzati all’ospedale ex fiera perché sarebbe dovuto diventare il luogo per alleggerire gli altri ospedali sul fronte delle terapie intensive. Io e il direttore generale dell’ospedale sono giorni che lanciamo appelli alle altre strutture ospedaliere e chiamiamo i massimi vertici della Regione Lombardia, ma per ora sono stati trasferiti pochi pazienti. Tutti hanno paura che se dovessero accogliere malati Covid dal nostro territorio, poi si ritroverebbero senza posti per accogliere i malati del loro territorio, noi questo ragionamento non l’abbiamo fatto a marzo-aprile, quando eravamo riusciti a contenere la diffusione del virus e abbiamo aperto il nostro ospedale a tutte le persone che arrivavano da quei territori. Per farvi solo un esempio, noi abbiamo 450 malati Covid ricoverati, il maggiore ospedale di Bergamo ne ha meno di 100. Chiediamo quella reciprocità che è necessaria per superare questi momenti così difficili”.  (red)   130927 NOV 20  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA CAMPANIA, venerdì 13 novembre 2020 Covid: appello sindaco Torre del Greco per bombole ossigeno  ZCZC3247/SXR  ONA20318013828_SXR_QBXO  R CRO S44 QBXO  Covid: appello sindaco Torre del Greco per bombole ossigeno  Palomba, chi le ha vuote le porti in farmacia     (ANSA) – TORRE DEL GRECO (NAPOLI), 13 NOV – Difficolta’ di  reperimento di bombole d’ossigeno: appello del sindaco di Torre  del Greco (Napoli) in sostegno dellOordine dei farmacisti della  provincia di Napoli e di Federfarma. Giovanni Palomba sottolinea  come le farmacie della sua citta’ siano ”costantemente  contattate per la richiesta continua di ossigeno, non soltanto  da parte di chi e’ affetto da specifica patologia, ma in questo  particolare contesto da tanti pazienti positivi al  coronavirus”.     ”Una situazione – fanno sapere dal Comune vesuviano – che  rischia di mandare in tilt il circuito di erogazione, non per  mancanza dell’ossigeno ma anche per la carenza di bombole”.  ”E’ un problema serio – sottolinea il sindaco di Torre del  Greco – quello che si sta delineando e per il quale e’ necessaria  la collaborazione e il buon senso di tutti i cittadini. Sento il  dovere istituzionale, oltre che morale, di farmi portavoce e  dare forza al grido d’allarme di medici e farmacisti. Pertanto,  chiunque abbia in casa bombole vuote, anche per sola  dimenticanza, e’ tenuto a portarle in qualunque farmacia del  territorio comunale, anche se non e’ quella dove le stesse sono  state prelevate. E’ un gesto di solidarieta’, oltre che di  responsabilita’ importante, al quale siamo tutti chiamati per il  bene dell’intera comunita’. Anche una sola bombola puo’ fare la  differenza”. (ANSA).       YW0-CER  13-NOV-20 09:43 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, venerdì 13 novembre 2020 CORONAVIRUS: DECARO, ‘POTERI COMUNI NON BASTANO, SIANO ASCOLTATI DI PIU” =  ADN0145 7 CRO 0 ADN CRO NAZ        CORONAVIRUS: DECARO, ‘POTERI COMUNI NON BASTANO, SIANO ASCOLTATI DI PIU” =        ‘Su dati e criteri di scelta serve più trasparenza’        Roma, 13 nov. (Adnkronos) – “Noi sindaci siamo chiamati dal ministero   dell’Interno a far rispettare regole e restrizioni decise da governo e  Regioni: possiamo vietare stazionamenti in strade e piazze e limitare   il passaggio in alcune zone” ma “a volte non basta e su alcune cose   non siamo stati ascoltati”. Così in un’intervista al Corsera il   sindaco di Bari e presidente dell’Anci Antonio Decaro.        “I Comuni sono quelli più vicini ai cittadini, conoscono meglio i   territori e quindi possono intervenire meglio e più rapidamente. Siamo  anche quelli cui i cittadini si rivolgono per primi, per chiedere più   tamponi, più ambulanze, più posti letto, anche se sono cose su cui non  abbiamo competenza. Ecco perché chiediamo, ancora una volta, di essere  coinvolti nella comunicazione dei dati – sottolinea Decaro   nell’intervista – sulla base dei quali vengono poi prese le decisioni,  dal colore delle zone alle restrizioni. Tamponi, numero dei   contagiati, posti letto negli ospedali e nelle terapie intensive: sono  tutte informazioni che dovrebbero conoscere anche i Comuni così da   poter intervenire sulle restrizioni. E conoscerli fa sì che ci sia   anche maggiore trasparenza”.        C’è un problema di trasparenza? “Sarebbe corretto sapere quali sono i   criteri oggettivi legati a quali parametri in base ai quali vengono   prese determinate decisioni, sapere quale è l’algoritmo che fa sì che   una zona sia gialla o rossa, è importante che le regole siano uniformi  per tutti. Invece oggi ai Comuni – osserva Decaro – viene comunicato   solo il numero dei positivi per poter intervenire su chi ha bisogno o   verificare l’isolamento di chi è contagiato”.        (Sib/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  13-NOV-20 09:44  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Sociale, venerdì 13 novembre 2020 COVID. BARI, A VALENZANO ALUNNO POSITIVO: CHIUDE ASILO  DRS0037 3 LAV  0 DRS / WLF    COVID. BARI, A VALENZANO ALUNNO POSITIVO: CHIUDE ASILO  SINDACO: “BAMBINI PAGANO PIÙ DI TUTTI SECONDA ONDATA”  (DIRE) Bari, 13 nov. – Restera’ chiusa oggi la scuola  dell’infanzia “Rodari” di Valenzano (Ba) a causa delle  positivita’ al coronavirus riscontrata su un alunno. Lo ha  annunciato il sindaco Gianpaolo Romanazzi spiegando che “bambine  e bambini sono tra coloro che piu’ stanno pagando in questa  pandemia. Chi ha un figlio, una nipote o semplicemente un  genitore nella propria cerchia di amicizie sa bene di cosa sto  parlando”.      “Ci auguriamo tutti – spera il sindaco – che possano tornare  quanto prima ad avere i loro spazi di socialita’ e a poter vivere  serenamente la loro eta’ senza distanze ne’ pericoli”. In paese i  positivi sono 128.    (Adp/ Dire)  09:48 13-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Sociale, venerdì 13 novembre 2020 COVID. REGGIO CALABRIA, TRASFERITI PAZIENTI MENO GRAVI A GIOIA TAURO  DRS0039 3 LAV  0 DRS / WLF    COVID. REGGIO CALABRIA, TRASFERITI PAZIENTI MENO GRAVI A GIOIA TAURO  AL GOM 92 RICOVERI IN REPARTO E 6 IN INTENSIVA. ORDINANZA FALCOMATÀ  (DIRE) Reggio Calabria, 13 nov. – 92 ricoveri per Covid al Grande  ospedale metropolitano di Reggio Calabria ai quali si aggiungono  6 in terapia intensiva, 2.585 pazienti in isolamento domiciliare  in tutta la provincia, di questi circa 850 solo nella citta’  capoluogo. Sono i dati che hanno spinto il sindaco, Giuseppe  Falcomata’, ad emanare ieri sera una nuova ordinanza chiedendo  all’Asp di trasferire i pazienti Covid meno gravi dal Gom alla  struttura Covid di Gioia Tauro.    (Mav/Dire)  09:59 13-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  NOVA NAZIONALE, venerdì 13 novembre 2020 Sardegna: botta e risposta fra Solinas e Zedda, il presidente, “il suo intervento mi ha convinto a riaprire”, la replica, “e’ fa  NOVA0070 3 INT 1 NOV  Sardegna: botta e risposta fra Solinas e Zedda, il presidente, “il suo intervento mi ha convinto a riaprire”, la replica, “e’ falso”  Cagliari, 13 nov – (Nova) – Ad avermi convinto piu’ di altri  e’ stato l’intervento di Massimo Zedda dei Progressisti con  cui si paventava il rischio di ordine pubblico, oltre che  sanitario, per via delle tante feste private e fuori  controllo, degli assembramenti in spiagge e piazze che si  sarebbero tenuti nel nostro territorio a ridosso di  Ferragosto in caso di mancata riapertura dei locali. Lo ha  detto il presidente della Regione, Christian Solinas a  proposito delle decisioni prese all’inizio di agosto  sull’apertura delle sale da ballo in Sardegna. Dichiarazioni  che hanno provocato la pronta reazione del consigliere  regionale dei Progressisti che nel 2019 aveva conteso a  Solinas la carica di presidente della Regione: “Il  presidente della Regione – ha detto Zedda – ascolta poco e  non capisce quello che gli si dice. Oppure, come al suo  solito, cerca di spostare l’attenzione delle domande alle  quali non risponde da mesi. Deve chiarire se i fatti gravi  ed inequivocabili raccontati da elementi della sua  maggioranza corrispondano al vero, perche’ non e’ possibile  gestire i gravi problemi generati da una pandemia mondiale  senza la minima trasparenza”. Zedda, ricordando il suo  intervento in consiglio regionale dello scorso 11 agosto, ha  dichiarato che “ho sollecitato il coinvolgimento di  prefetti, questori e forze dell’ordine che in quella fase  sarebbero stati indispensabili, lo chiedevano anche i  sindaci che in quelle ore sottolineavano la totale mancanza  di controlli. L’ex sindaco di Cagliari si e’ anche  soffermato sui video relativi al suo intervento che  circolano sui social e su Whatsapp: “Girano notizie false e  video tagliati ad arte sul mio intervento riguardante  l’apertura delle discoteche – ha spiegato Zedda – ho  intenzione di querelare i disonesti che hanno fatto  circolare questi video”. (Rsc)  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, venerdì 13 novembre 2020 Covid: sindaco Bari, ipotesi ospedale campo in Fiera Levante  ZCZC3574/SXB  XCI20318013925_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid: sindaco Bari, ipotesi ospedale campo in Fiera Levante  Decaro’gia’ allestiti drive trough, 312 medici per test rapidi’     (ANSA) – BARI, 13 NOV – “La Regione sta pensando a un  ospedale da campo all’interno della Fiera del Levante”. Lo ha  detto in una diretta Facebook il sindaco di Bari, Antonio  Decaro, rispondendo alle sollecitazioni dei cittadini in chat.  “La Fiera sara’ utilizzata, questo mi dicono il dipartimento  della Regione Puglia e la Asl di Bari, ovviamente se sara’  necessario”, ha spiegato Decaro ricordando che in Fiera sono  stati gia’ allestiti i ‘drive through’ per i tamponi e che “tra  qualche giorno 270 medici di medicina generale e 42 pediatri di  libera scelta della citta’ di Bari saranno a disposizione per  fare i tamponi rapidi, alcuni nei loro laboratori, gli altri in  spazi che saranno messi a disposizione da parte della Asl”.  (ANSA).       YB2-CML  13-NOV-20 10:45 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Sociale, venerdì 13 novembre 2020 COVID. CAMPANIA, CGIL NAPOLI: STATUS “GIALLO” DRAMMATICAMENTE SUPERATO  DRS0073 3 LAV  0 DRS / WLF    COVID. CAMPANIA, CGIL NAPOLI: STATUS “GIALLO” DRAMMATICAMENTE SUPERATO  SCHIAVELLA: “LAVORATORI SANITÀ E CITTADINI STANCHI DI TATTICHE”  (DIRE) Napoli, 13 nov. – “È l’ora della responsabilita’. Basta  con rinvii e scaricabarile fra le istituzioni. I cittadini  napoletani e tutti i lavoratori della sanita’, dai medici agli  operatori degli appalti, non possono pagare con la loro salute e  la loro abnegazione il prezzo di ulteriori ritardi ed  inefficienze”. Lo ha detto il segretario generale della Cgil di  Napoli, Walter Schiavella, a margine del presidio promosso dalle  organizzazioni di categoria davanti all’ingresso dell’ospedale  Cardarelli.     “I fatti, con la loro drammatica evidenza – secondo Schiavella  – parlano piu’ dei dati ufficiali o presunti tali. La sanita’  campana e’ al collasso. Ora non e’ tempo di processi, sebbene  appaia a tutti chiaro quanto di questa situazione sia imputabile  a troppi anni di tagli e malagestione e alle scelte recenti di  chi si vanta di gestire “la migliore sanita’ del mondo” e nel  frattempo azzera gli ospedali napoletani senza sostituirli con  reti di prevenzione e protezione territoriale alternativi”.     “La priorita’ di oggi – ha aggiunto il segretario – e’  fronteggiare l’emergenza che, proprio in virtu’ di quelle carenze  che le strutture regionali di Cgil Campania e Fp Cgil Campania  hanno denunciato oltre dieci giorni fa, si e’ purtroppo  drammaticamente presentata. Quindi il governo assuma decisioni  adeguate alle evidenze dei fatti, modificando lo status di  regione gialla che oggi appare drammaticamente superato; la  Regione smetta il suo incomprensibile atteggiamento altalenante  fra esasperazione e minimizzazione a seconda delle convenienze e  recuperi i ritardi nel potenziamento di organici e strutture; il  sindaco metropolitano faccia quello che e’ in suo potere per  limitare assembramenti e situazioni di pericolo, invece di  minacciare roboanti quanto fantomatici provvedimenti”.     “I lavoratori della sanita’ e i cittadini – ha concluso  Schiavella – sono stanchi di tattiche e polemiche ed esigono  risposte concrete e chiare assunzioni di responsabilita’ e di  cooperazione istituzionale”.    (Com/Gup/ Dire)  10:54 13-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, venerdì 13 novembre 2020 Covid: screening popolazione a Crotone, al via con 1.500 tamponi (2)=  AGI0194 3 CRO 0 R01 /  Covid: screening popolazione a Crotone, al via con 1.500 tamponi (2)=  (AGI) – Crotone, 13 nov. – In questo caso la parte sanitaria  sara’ gestita dal personale delle Usca, unita’ speciali di  continuita’ assistenziali dell’Asp dirette da Maria Pompea  Bernardi, direttore del distretto sanitario; in proposito  l’azienda ha messo a disposizione la struttura di via  Botteghelle che da martedi’ sara’ attiva per effettuare i test  rapidi. La societa’ “Sales Solution” dal canto suo ha messo a  disposizione un servizio di outbound per contattare direttamente  le persone che saranno sottoposte a test rapido. In proposito  saranno contattate le persone a reddito zero che fanno parte  degli elenchi gia’ in possesso dell’amministrazione comunale e  relativi a coloro che nei mesi scorsi hanno usufruito dei buoni  spesa per l’emergenza covid, per cui riceveranno la telefonata  per recarsi presso le strutture dove gratuitamente si potranno  sottoporre al test rapido. “Si avvia la campagna di screening  per la prevenzione del contagio che l’amministrazione intende  ampliare il piu’ possibile” dichiara il sindaco Vincenzo Voce.  “Partiamo, come giusto che sia, dalle fasce piu’ deboli della  popolazione che non hanno la possibilita’ di sostenere il costo  di un test rapido. In questo piano destinato a fronteggiare  l’emergenza coronavirus, sono importanti due fattori: il  coordinamento degli interventi e la sinergia tra tutti i  soggetti interessati. Oltre, naturalmente, alla collaborazione  dei cittadini. Mai come ora bisogna attenersi alle regole  fondamentali di prevenzione e alle fonti ufficiali. Ringrazio,  oltre all’Asp di Crotone, Marrelli Hospital e Sales Solution  cosi’ come rinnovo il ringraziamento al Crotone Calcio per la  sensibilita’ e disponibilita’. Questo – conclude Voce – e’ il  senso di unita’ e solidarieta’ che una comunita’ deve dare in  frangenti come questi. L’amministrazione e’ al lavoro  costantemente per salvaguardare la tutela della salute dei  cittadini”. (AGI)Kr1/Ros  131115 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA SARDEGNA, venerdì 13 novembre 2020 Covid: casi positivi, chiusa a Nuoro scuola Grazia Deledda  ZCZC3954/SXR  OCA20318014046_SXR_QBXQ  R CRO S45 QBXQ  Covid: casi positivi, chiusa a Nuoro scuola Grazia Deledda  Sindaco, restano chiusi anche due plessi dell’Istituto Borrotzu     (ANSA) – NUORO, 13 NOV – Chiude l’istituto comprensivo  “Grazia Deledda” a Nuoro. Il dirigente scolastico a partire da  oggi ha disposto la chiusura  del plesso della scuola secondaria  Biscollai e la frequenza didattica a distanza “per l’esigenza di  garantire misure di prevenzione del rischio di trasmissione del  contagio da covid-19 e fino all’esito del “contact tracing” che  eseguira’ Ats di Nuoro” si legge nel provvedimento, pubblicato  nel sito della Protezione civile del Comune di Nuoro.  In citta’, intanto, restano chiusi anche due plessi dell’Istituto  comprensivo P. Borrotzu: il sindaco Andrea Soddu ha disposto la  proroga della chiusura fino al 20 novembre, del plesso primaria  “Calamida” e della scuola dell’infanzia “Via Trento” che fanno  capo all’istituto.  La sospensione delle attivita’ era stata disposta con ordinanza  il 10 novembre, a seguito dell’accertamento di un caso di  positivita’ tra il personale. (ANSA).       YEO-FO  13-NOV-20 11:25 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, venerdì 13 novembre 2020 Covid: sindaco regala saturimetro alle famiglie per Natale =  AGI0206 3 CRO 0 R01 /  Covid: sindaco regala saturimetro alle famiglie per Natale =  (AGI) – Vercelli, 13 nov – La pandemia cambia le abitudini piu’  consolidate. Cosi’ a Balocco, piccolo centro di 217 abitanti al  confine tra la provincia di Vercelli e quella di Biella, il  sindaco Gian Mario Morello ha deciso di donare a tutte le  famiglie del paese e della frazione di Bastia un pulsossimetro  saturimetro da dito. Si tratta di uno strumento elettromedicale  utile per misurare l’ossigenazione del sangue. “Quest’anno –  spiegano in Comune – abbiamo pensato ad un dono utile al posto  del consueto panettone”. (AGI)No2/Flo  131126 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, venerdì 13 novembre 2020 de Magistris,ci si doveva assumere responsabilita’ zona rossa  ZCZC4075/SXB  XCI20318014093_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  de Magistris,ci si doveva assumere responsabilita’ zona rossa  Sindaco Napoli, oggi mio provvedimento contro assembramenti     (ANSA) – NAPOLI, 13 NOV – ”La clamorosita’ del provvedimento  sta nella provocazione; in qualche modo sto dicendo al Governo  nazionale e al governo regionale che se il problema sono le  persone che camminano e il contagio si diffonde non si deve  scaricare sui cittadini, sui poliziotti e sul sindaco ma  dovevate assumervi la responsabilita’ di fare la zona rossa”.  Cosi’ a Rainews24 il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris,  rispetto ”ai provvedimenti clamorosi” annunciati nella tarda  serata di martedi’ e che si concretizzeranno oggi con  l’emanazione di un’ordinanza.    L’ex pm ha spiegato: ”Faro’ un elenco di circa 90 strade che  sono state individuate insieme col Comitato provinciale per  l’Ordine e la sicurezza in cui ci sono molte persone che  camminano e nel caso in cui ci siano assembramenti particolari  si interverra’ sulle 90 strade”. Il sindaco ha tuttavia ribadito  che in Campania e a Napoli ”sta accadendo una cosa curiosa: i  colpevoli stanno diventando i cittadini che essendo in zona  gialla possono camminare e non chi non ha adottato decisioni  necessarie, chi non ha fatto la zona rossa, chi non realizza una  sanita’ piu’ organizzata rispetto a otto mesi fa”. (ANSA).       YKN-CER  13-NOV-20 11:38 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, venerdì 13 novembre 2020 Covid:su litorale romano piu’ controlli in parchi e spiagge  ZCZC4088/SXB  XCI20318014098_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid:su litorale romano piu’ controlli in parchi e spiagge  A Fiumicino in campo 10 pattuglie Polizia locale per turno     (ANSA) – FIUMICINO, 13 NOV – Stretta sui controlli nel  fine settimana sul litorale romano. Sorvegliati speciali anti  assembramenti, tra Ostia, Fiumicino e Fregene, gli arenili ed i  lungomare, i parchi pubblici ed i luoghi di maggiore  aggregazione. Sul territorio di Fiumicino, dopo la riunione del  Centro Operativo comunale convocata dal sindaco Esterino Montino  e dopo il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza  presieduto dal Prefetto di Roma, sotto osservazione, con un  dispositivo integrato di 10 pattuglie della polizia locale per  turno, oltre alle forze dell’ordine, i parchi pubblici di Villa  Guglielmi e via Bezzi, e la pineta di Fregene. Inoltre, via  Torre Clementina, nel centro storico lungo il porto canale. In  campo anche volontari della protezione civile e pattuglie della  Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino. Un’attenzione  particolare sara’ destinata a scongiurare assembramenti fuori dai  locali ed anche sull’utilizzo, corretto, delle mascherine.  “Durante la riunione del Coc, il centro operativo comunale, che  si e’ svolta ieri con tutte le forze dell’ordine si e’ deciso di  intensificare nei weekend il piu’ possibile i controlli nei  parchi, su via di Torre Clementina a Fiumicino e nei lungomari  di tutto il Comune. E’ per questo che non posso che accogliere  con favore la decisione del Comitato provinciale per l’ordine e  la sicurezza presieduto dal Prefetto di Roma di rafforzare i  controlli sugli arenili da parte della Capitaneria di Porto e in  collaborazione con la polizia, i carabinieri, la guardia di  finanza, le amministrazioni locali e la polizia locale, la  protezione civile”, commenta il sindaco Montino, alla luce di un  nuovo picco di contagi sul territorio comunali, arrivati oggi a  298. (ANSA).       YPG-FH  13-NOV-20 11:39 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA LAZIO, venerdì 13 novembre 2020 Covid:a Fiumicino i contagi salgono a 298,nuovo picco  ZCZC4119/SXR  XCI20318014110_SXR_QBXL  R CRO S43 QBXL  Covid:a Fiumicino i contagi salgono a 298,nuovo picco  Quindici piu’ di ieri     (ANSA) – FIUMICINO, 13 NOV – Continuano a salire le  persone positive al Covid 19 nel Comune di Fiumicino. Secondo i  dati forniti dalla Asl Rm3, oggi sono 298 le persone contagiate  dal coronavirus nel territorio, 15 piu’ di ieri. Lo rende noto il  sindaco di Fiumicino Esterino Montino.”Come detto piu’ volte, la  situazione e’ preoccupante – commenta il primo cittadino – ed e’  responsabilita’ di tutti noi evitare che questo numero salga  ancora, fino a diventare incontrollabile”. (ANSA).       YPG-TZ  13-NOV-20 11:43 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, venerdì 13 novembre 2020 Covid: Venezia, emesso regolamento per svolgimento mercati  ZCZC4204/SXB  XCI20318014133_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid: Venezia, emesso regolamento per svolgimento mercati  Brugnaro recepisce ordinanza Regione Veneto     (ANSA) – VENEZIA, 13 NOV – Il sindaco di Venezia, Luigi  Brugnaro, ha firmato stamani il piano per consentire lo  svolgimento dei mercati all’aperto e al chiuso, in rispetto  dell’ordinanza del presidente regionale Luca Zaia, emanata ieri.     Il provvedimento – informa il Comune – e’ “volto a consentire  lo svolgimento dell’attivita’ nei singoli mercati, tenendo conto  del rilievo sociale e di servizio che l’attivita’ svolge  nell’ambito della comunita’ veneziana e della peculiarita’ del  territorio”.     Tra le misure previste, la delimitazione dell’area dei  mercati, con l’identificazione dell’ingresso – unico e con la  possibilita’ di formare code ordinate – e dell’uscita; l’obbligo  della mascherina e della sanificazione delle mani, mettendo a  disposizione guanti o gel; un solo componente per nucleo  familiare, eventualmente con la possibilita’ di accompagnare  minori di 14 anni o persone con difficolta’; il numero di persone  permesse deve essere pari ai metri del fronte di vendita delle  bancarelle. Il  controllo degli accessi e’ a cura degli  organizzatori     Le misure e la disciplina applicativa sono state emanate dal  Comandante generale della Polizia locale. Il mancato rispetto  delle prescrizioni comportera’ la sospensione immediata del  mercato, come misura di presidio igienico-sanitario. Il  provvedimento entrera’ in vigore dalle ore 5.00 di domani, sabato  14 novembre. (ANSA).       COM-BUO  13-NOV-20 11:51 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, venerdì 13 novembre 2020 CORONAVIRUS: A VINCI (FI) CHIUSI DI DOMENICA GLI ESERCIZI COMMERCIALI NON ALIMENTARI =  ADN0377 7 CRO 0 ADN CRO RTO        CORONAVIRUS: A VINCI (FI) CHIUSI DI DOMENICA GLI ESERCIZI COMMERCIALI NON ALIMENTARI =        Ordinanza del sindaco per contrastare la diffusione   dell’epidemia da Covid-19        Firenze, 13 nov. – (Adnkronos) – Allo scopo di contrastare e contenere  il diffondersi dell’epidemia da Covid-19, il sindaco di Vinci   (Firenze), Giuseppe Torchia, ha firmato un’ordinanza che impone la   chiusura di domenica degli esercizi commerciali al dettaglio non   alimentari fino al 3 dicembre 2020. Fanno eccezione le farmacie,   parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari,   tabacchi ed edicole.        Restano comunque consentite le attività di asporto e consegna a   domicilio, esercitate dai servizi di ristorazione, fra cui bar, pub,   ristoranti, gelaterie        (Zto/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  13-NOV-20 11:55  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, venerdì 13 novembre 2020 = Covid: Decaro, virus e’ qui basta uscite inutili di casa =  AGI0317 3 POL 0 R01 /  = Covid: Decaro, virus e’ qui basta uscite inutili di casa =  (AGI) – Bari, 13 nov. – “Il virus non e’ nelle notizie, nei  telegiornali, sui social e nemmeno nelle riunioni dei politici e  delle istituzioni, e’ qui, al di la’ di questa vetrata, dove ci  sono persone che stanno soffrendo, che sono intubate, che non  sono coscienti”: lo ha detto il sindaco di Bari e presidente  Anci, Antonio Decaro, in visita nel reparto Terapia intensiva  del Policlinico di Bari, dove e’ stato accompagnato dal  direttore generale, Giovanni Migliore. “Dietro questo vetro, ci  sono persone di tutte le eta’ – ha raccontato Decaro – un  signore di 81 anni , una mamma di 38, un ragazzo di 27, queste  persone hanno doppia sofferenza: per il dolore della propria  malattia e per l’angoscia di non poter stare insieme ai propri  cari. Sono venuto per un solo motivo, perche’ forse con i miei  occhi di chi ha visto la sofferenza, il dolore e l’angoscia,  riesco a convincervi che l’unico modo per sconfiggere questo  mostro e’ tornare a fare cio’ che facevamo qualche mese fa,  mantenere il distanziamento, utilizzare la mascherina, non  uscire di casa per motivi inutili. Solo cosi’ potremo fermare il  contagio, guardare la luce alla fine del tunnel”. (AGI)Le3/Gim  131232 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, venerdì 13 novembre 2020 Vaccini: Sala, a Milano anti influenzali a Fabbrica Vapore  ZCZC4909/SXB  XCI20318014360_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Vaccini: Sala, a Milano anti influenzali a Fabbrica Vapore  ‘Tra pochi mesi qui si potrebbero fare gli anti Covid’     (ANSA) – MILANO, 13 NOV – Il sindaco di Milano, Giuseppe  Sala, ha visitato questa mattina il centro vaccinale che ha  organizzato il Comune alla Fabbrica del Vapore, luogo dove di  solito si tengono mostre ed eventi culturali.      “In questi mesi sono spesso stato critico per come la  Regione Lombardia ha gestito il sistema sanitario e lo sono  stato anche relativamente alla campagna di vaccinazione anti  influenzale. Ma rimane il fatto che nei momenti di difficolta’,  nelle grandi crisi come quella che stiamo vivendo, le  istituzioni devono essere capaci di collaborare e, a volte, – ha  spiegato in un video sulle sue pagine social – devono riuscire  anche a fare qualcosa in piu’ di quello che compete normalmente  loro, di quello che e’ il loro ruolo preciso”.     Per questo, ha continuato  Sala, “ho dato disposizione  affinche’ strutture del Comune di Milano si attivino, e’ per  questo che abbiamo collaborato per aprire il drive in di Trenno,  dove fanno tamponi per il sistema scolastico. E oggi sono stato  a visitare il centro vaccini anti influenzale della Fabbrica del  vapore”.     Al momento in questa struttura  “vengono vaccinate donne in  stato di gravidanza e persone con patologie importanti, dalla  prossima settimana partiremo con la vaccinazione ai bambini. Ed  e’ comunque importante questa esperienza – ha concluso -, ad oggi  si fanno i vaccini anti influenzali ma tra pochi mesi si faranno  vaccinazioni anti Covid”. (ANSA).       Y59-FH  13-NOV-20 12:41 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, venerdì 13 novembre 2020 = Covid: Decaro, le decisioni devono essere centralizzate =  AGI0354 3 POL 0 R01 /  = Covid: Decaro, le decisioni devono essere centralizzate =  (AGI) – Bari, 13 nov. – “Secondo me, davanti alla pandemia, le  decisioni devono essere centralizzate, poi le scelte vanno fatte  condividendole con Regioni prima di tutto, che poi gestiscono la  sanita’, e poi con le istituzioni territoriali come i sindaci”.  Lo ha detto il sindaco di Bari, Antonio Decaro, nel corso della  tarsmissione “L’aria che tira”, su La7.  “Quando dicevo che i poteri dei sindaci non bastano – ha  aggiunto – mi riferivo al fatto che con o poteri limitati del  sindaco (che e’ giusto che siano limitati) non si riesce a  sconfiggere il virus. Noi sindaci abbiamo fatto una scelta  all’inizio della pandemia, che e’ stata quella, davanti a un  nemico sconosciuto, di cedere il potere di ordinanza, abbiamo  ceduto il potere di autorita’ sanitaria locale, per evitare che  il virus fosse affrontato in 8000 comuni in 8000 modi diversi,  con scelte lasciate nelle mani del sindaco. Oggi siamo tornati  nella possibilita’ di emanare ordinanze, pero’ all’interno di  una sorta di confine, che e’ stato individuato dal decreto del  presidente del Consiglio”. (AGI)Ros  131249 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, venerdì 13 novembre 2020 = Covid: Decaro, bene per tutti criteri oggettivi e trasparenti  =  AGI0379 3 CRO 0 R01 /  = Covid: Decaro, bene per tutti criteri oggettivi e trasparenti  =  (AGI) – Bari, 13 nov. – “Credo che finalmente avere dei criteri  oggettivi per individuare la situazione di rischio di un  territorio, e delle restrizioni legate al rischio di quel  territorio. sia un fatto positivo”. Lo ha detto Antonio Decaro,  sindaco di Bari e presidente dell’Anci, nel corso della  trasmissione “L’aria che tira”, su La7.  “E’ chiaro che se poi sia i numeri, che rappresentano i 21  parametri piu’ l’indice di contagiosita’ RT, sia l’algoritmo con  il quale vengono elaborati – ha aggiunto Decaro – fossero  trasparenti, sarebbe meglio per i presidenti di Regione, per i  sindaci e per i cittadini, perche’ in questa maniera tutti hanno  la possibilita’, in trasparenza, di vedere quali sono le  motivazioni che hanno portato a quella colorazione e a quelle  restrizioni, e ci responsabilizza tutti”. (AGI)Le3/Ros  131304 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, venerdì 13 novembre 2020 CORONAVIRUS: SCONTRO SINDACO PALERMO-REGIONE SU SCUOLE CHIUSE, CGIL ‘ABBASSARE TONI’ =  ADN0719 7 CRO 0 ADN CRO RSI        CORONAVIRUS: SCONTRO SINDACO PALERMO-REGIONE SU SCUOLE CHIUSE, CGIL ‘ABBASSARE TONI’ =        Prevalgano il rigore sulla base dei dati e il dialogo’        Palermo, 13 nov. (Adnkronos) – “Uno scontro istituzionale in un   momento così critico e su un terreno delicato come quello della scuola  è un fatto surreale e gravissimo. A decidere sulle chiusure devono   essere i dati epidemiologici e sulle strutture sanitarie. Le parti,   dunque, abbassino i toni e prevalgano rigore e dialogo” . Lo dicono i   segretari generali della Cgil Sicilia e della Flc regionale, Alfio   Mannino e Adriano Rizza, a proposito dello scontro tra la Regione e il  sindaco Leoluca Orlando in seguito alla decisione di quest’ultimo di   chiudere tutte le scuole a Palermo a partire da lunedì.         “Riteniamo che le scelte difficili di questi giorni – aggiungono   Mannino e Rizza – debbano essere oggetto di confronto. D’altra parte,   di recente altri sindaci siciliani hanno chiuso le scuole senza che la  Regione scendesse in campo con tale impeto”. I due sindacalisti   sottolineano di non volere entrare nel merito della decisione di   Orlando. “Come Cgil – rilevano – sosteniamo che la   scuola nell’esercizio delle sue funzioni, esercitate soprattutto   qualora ci siano le condizioni con la didattica in presenza, sia un   diritto prioritario, ma oggi a parlare devono essere solo i dati e   l’esigenza della messa in sicurezza della comunità sotto il profilo   sanitario”. A proposito di sanità Mannino e Rizza ricordano che “una   delle richieste sindacali al tavolo con l’assessore Razza è stata il   potenziamento della medicina scolastica, ma nulla si è mosso. Ognuno   pensi dunque a fare la propria parte invece di alimentare polemiche”.        (Loc/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  13-NOV-20 13:19  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AskaNews, venerdì 13 novembre 2020 Covid Sicilia, Cgil: abbassare i toni su chiusure scuole  Covid Sicilia, Cgil: abbassare i toni su chiusure scuole “Prevalgano il rigore sulla base dei dati e il dialogo”  Palermo, 13 nov. (askanews) – “Uno scontro istituzionale in un momento così critico e su un terreno delicato come quello della scuola è un fatto surreale e gravissimo. A decidere sulle chiusure devono essere i dati epidemiologici e sulle strutture sanitarie. Le parti dunque abbassino i toni e prevalgano rigore e dialogo”. Lo dicono i segretari generali della Cgil Sicilia e della Flc regionale Alfio Mannino e Adriano Rizza a proposito dello scontro tra la Regione il sindaco Leoluca Orlando in seguito alla decisione di quest’ultimo di chiudere tutte le scuole a Palermo a partire da lunedì.  “Riteniamo che le scelte difficili di questi giorni- aggiungono Mannino e Rizza- debbano essere oggetto di confronto. D’altra parte di recente altri sindaci siciliani hanno chiuso le scuole senza che la Regione scendesse in campo con tale impeto”.  I due sindacalisti sottolineano di non volere entrare nel merito della decisione di Orlando. “Come Cgil – rilevano- sosteniamo che la scuola nell’esercizio delle sue funzioni, esercitate soprattutto qualora ci siano le condizioni con la didattica in presenza,  sia un diritto prioritario, ma oggi a parlare devono essere solo i dati e l’esigenza della messa in sicurezza della comunità sotto il profilo sanitario”.  A proposito di sanità Mannino e Rizza ricordano che “una delle richieste sindacali al tavolo con l’assessore Razza è stata il potenziamento della medicina scolastica, ma nulla si è mosso. Ognuno pensi dunque a fare la propria parte- concludono- invece di alimentare polemiche”.  Red/Gca 20201113T133338Z – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Nazionale, venerdì 13 novembre 2020 COVID. ABRUZZO, CENTROSINISTRA: SENZA GOVERNANCE REGIONE NEL CAOS -2-  DIR1333 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT    COVID. ABRUZZO, CENTROSINISTRA: SENZA GOVERNANCE REGIONE NEL CAOS -2-  (DIRE) Pescara, 13 nov. – Il riferimento, in questo caso, e’ alla  revoca del direttore sanitario della Asl di Teramo, “come  successo anche nella altre Asl- hanno quindi sottolineato- per  lasciare il posto all’ex sindaco della citta’, Maurizio Brucchi.  Assorbito dalla propaganda, al punto da fare locandine delle sue  comparsate televisive, in una delle sue apparizioni, e cioe’ alla  conferenza convocata davanti all’ospedale covid di Pescara due  giorni fa, non ha saputo nemmeno dire quanti posti letto restano  in terapia intensiva all’Abruzzo, la regione che governa e per  cui, pero’, ora invoca la zona rossa”, chiosano.     Per loro la verita’ e’ “la rete territoriale Covid, istituita  con la dgr 598 del 6 ottobre, a distanza di un mese e’  completamente inattuata con il risultato che non potenziando le  cure domiciliari, il numero degli attuali positivi e’ ormai  aumentato in modo incontrollato; senza una corretta presa in  carico da parte del sistema sanitario sono aumentate, in  proporzione, le necessita’ di ricovero. L’Abruzzo e’ finito  letteralmente in balia della seconda ondata. Tre persone sono  morte in attesa di un ricovero, quando Marsilio minimizzava la  situazione, per contraddirsi il giorno dopo e invocare persino la  zona rossa. Scenda in campo Marsilio, che e’ ora- proseguono i  consiglieri prima di entrare nel dettaglio di tutto cio’ su cui  vogliono risposte- ma lavori per far tornare l’Abruzzo in area a  basso rischio. Su questo obiettivo trovera’ molti disponibili a  darsi da fare”.(SEGUE)    (Afa/ Dire)  13:46 13-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, venerdì 13 novembre 2020 CORONAVIRUS: FP CGIL, ‘SOLIDARIETA’ A LA GRASSA E LAVORATORI TRIVULZIO’ =  ADN0805 7 CRO 0 ADN CRO NAZ RLO        CORONAVIRUS: FP CGIL, ‘SOLIDARIETA’ A LA GRASSA E LAVORATORI TRIVULZIO’ =        Milano, 13 nov. (Adnkronos) – “Esprimiamo solidarietà e sostegno al   nostro delegato Pietro La Grassa, alle 120 lavoratrici e lavoratori   che in questi ultimi mesi sono stati colpiti da procedimenti   disciplinari, a tutte le lavoratrici e lavoratori del Pio Albergo   Trivulzio impegnati in questi mesi difficili a garantire i migliori   servizi agli utenti, con spirito di abnegazione, in un Ente in cui,   verso i lavoratori, si respirava un ‘clima di terrore'”. Lo scrivono   in una nota le segreterie Fp Cgil Nazionale – Fp Cgil Milano.        “Nonostante la nota della direzione del Pat – si legge ancora – noi   leggiamo in tutto ciò la volontà di colpire le prerogative dei nostri   delegati, le prerogative della nostra organizzazione. Per questa   ragione abbiamo dato mandato ai nostri uffici legali di agire a tutela  dei nostri iscritti e di tutti i lavoratori che vorranno rivolgersi   alla Cgil”.        Quindi concludono: “Di fronte a questa grave situazione e a questi   comportamenti, il presidente della Regione Lombardia e il sindaco di   Milano, gli Enti che nominano i vertici del Pio Albergo Trivulzio, non  possono tacere e devono dirci se condividono questa gestione”.        (Red-Fem/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  13-NOV-20 13:48  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, venerdì 13 novembre 2020 Covid: Decaro visita terapia intensiva ‘ho visto l’angoscia’  ZCZC5724/SXB  XCI20318014619_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid: Decaro visita terapia intensiva ‘ho visto l’angoscia’  Sindaco Bari, ‘torniamo comunita’ per risvegliarci da incubo’     (ANSA) – BARI, 13 NOV – “Con gli occhi pieni dell’angoscia  che ho visto da vicino, forse riesco a trasmettervi ancora piu’  forte la necessita’ che abbiamo di essere tutti responsabili.  Rispettiamo le prescrizioni, torniamo ad essere una comunita’  unita. Solo cosi’ potremo risvegliarci da questo incubo”. Lo ha  detto il sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro,  che ha visitato questa mattina il reparto di terapia intensiva  Covid del Policlinico di Bari con il direttore generale Giovanni  Migliore. (ANSA).       YB2-CML  13-NOV-20 13:48 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA PUGLIA, venerdì 13 novembre 2020 Covid: Decaro visita terapia intensiva ‘ho visto l’angoscia’ (2)  ZCZC5797/SXR  XCI20318014643_SXR_QBKP  R CRO S44 QBKP  Covid: Decaro visita terapia intensiva ‘ho visto l’angoscia’ (2)     (ANSA) – BARI, 13 NOV – “Il virus non sta nelle notizie dei  telegiornali e sulle pagine dei social, il covid e’ al di la’ di  questa vetrata – ha detto Decaro dopo aver visitato il reparto –  dove ci sono persone che stanno soffrendo, intubate, con  difficolta’ di respirazione, persone che non sono coscienti. Ci  sono persone di tutte le eta’, un signore di 81 anni, una mamma  di 38 anni, un’altra mamma che ha partorito due gemelli qualche  giorno fa, un ragazzo di 27 anni”. Persone che “hanno una doppia  sofferenza – ha detto il sindaco – , per il dolore della  malattia e per l’angoscia di non poter stare insieme ai propri  cari”.     “Non sono venuto qui per fare sensazionalismo o dare la colpa  a qualcuno – ha continuato – ma perche’ con i miei occhi, gli  occhi di chi ha visto la sofferenza, il dolore e l’angoscia di  queste persone, riesco a convincere qualcuno che abbiamo  un’unica possibilita’ per fermare questo mostro, e’ il nostro  senso di responsabilita’, dobbiamo tornare a fare comunita’ come  qualche mese fa, mantenendo il distanziamento, usando la  mascherina, non uscendo per motivi inutili”. “Solo cosi’ – ha  rilevato – potremo fermare il contagio, vedere la luce alla fine  del tunnel e dare la possibilita’ a tanti medici, infermieri e  operatori sanitari, che stanno facendo turni massacranti, di  lavorare con piu’ tranquillita'”.     “Solo in questa maniera – ha concluso il sindaco – avremo la  possibilita’ di far tornare in questi reparti la speranza e  lasciare l’angoscia”. (ANSA).       YB2-CML  13-NOV-20 13:53 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Sociale, venerdì 13 novembre 2020 –COVID. FOCOLAIO RSA CASTELLAMMARE, SINDACO: SI SOMMA A GRAVE SITUAZIONE LOCALE  DRS0207 3 LAV  0 DRS / WLF    –COVID. FOCOLAIO RSA CASTELLAMMARE, SINDACO: SI SOMMA A GRAVE SITUAZIONE LOCALE  CIMMINO: “SPERO NON SI AGGRAVI, MANCANO POSTI COVID IN OSPEDALI”  (DIRE) Napoli, 13 nov. – “Si tratta di un focolaio importante, in  una Rsa in una zona collinare del territorio, che si unisce alla  grave situazione epidemiologica in cui si ritrova il Comune di  Castellammare”. È quanto ha dichiarato alla Dire il sindaco di  Castellammare Gaetano Cimmino all’indomani della scoperta di un  nuovo focolaio in una Rsa stabiese. Nella struttura su 65 ospiti  sono risultati positivi in 43. Cifra che sale a 58 se vengono  inclusi anche i 15 operatori sanitari.     “Assieme all’Asl stiamo monitorando la situazione sperando che  possa evolversi senza che ci siano dei morti – ha aggiunto  Cimmino -. L’Asl ha messo in campo tutti i protocolli di  sicurezza previsti disponendo la sanificazione degli ambienti e  la quarantena del personale. Ora stanno eseguendo degli screening  a tappeto su tutti i dipendenti e tutti i contatti che hanno  avuto nell’ultimo periodo”.      Il primo cittadino di Castellammare fa il punto della  situazione e spiega che gli ospiti positivi non saranno  trasferiti in altre strutture ma trattati direttamente nell’Rsa.  “La struttura – ha sottolineato – dovrebbe essere adeguata a  sostenere questa prima fase sperando che le condizioni non si  aggravino perche’ non abbiamo disponibilita’ negli ospedali con  posti Covid”. Intanto, gli operatori sanitari risultati positivi  “saranno trasferiti in quarantena ai propri domicili”.    (Rec/ Dire)  13:57 13-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA FRIULI VENEZIA GIULIA, venerdì 13 novembre 2020 Dpcm: a Tolmezzo sospeso il mercato settimanale del lunedi’  ZCZC5832/SXR  OTS20318014657_SXR_QBXK  R CRO S41 QBXK  Dpcm: a Tolmezzo sospeso il mercato settimanale del lunedi’  Lo stop fino al 23 novembre     (ANSA) – TOLMEZZO, 13 NOV – Sospeso, fino al 23 novembre, il  mercato del lunedi’ a Tolmezzo. Lo ha disposto il sindaco con  ordinanza n. 38/2020 dalle 7.00 alle 13.00, che si tiene lungo  diverse vie e piazze del centro storico. Lo stop riguarda le  giornate del 16 e del 23 novembre.  La decisione e’ conseguente all’ordinanza contingibile e urgente  della Regione Fvg n. 41/PC del 12 novembre 2020 che vieta  l’attivita’ di commercio nella forma del mercato all’aperto su  area pubblica o privata fatta eccezione per i mercati all’aperto  con perimetrazione e presenza di un varco di accesso separato da  quello di uscita, sorveglianza pubblica o privata per il  rispetto delle distanze sociali e il divieto di assembramento,  nonche’ il controllo degli accessi all’area di vendita. Le  caratteristiche del mercato settimanale di Tolmezzo che si  svolge in diverse zone del centro cittadino non consentono –  come riportato nell’Ordinanza Sindacale – di poter rispettare le  norme sopra richiamate pertanto se ne impone la sospensione.  Diversamente, e’ confermato il mercato contadino di piazza Centa  in quanto l’area di vendita e’ perimetrata, dispone di un varco  di entrata (lato Cinema David) e di uno di uscita (lato Sisal-  Matchpoint) entrambi presidiati da personale. Nel piano di  gestione del mercato, inoltre, si prevede che: l’accesso  all’area di vendita avvenga rispettando la distanza di sicurezza  mediante la creazione di una fila unica sul marciapiede che  circonda piazza Centa; personale volontario  provvede a vigilare  l’area per evitare la formazione di assembramenti, ricorrendo al  contingentamento degli accessi nel caso in cui  vi sia un  affollamento di persone tale da non garantire il rispetto della  distanza interpersonale di almeno un metro. (ANSA).       FG-COM  13-NOV-20 13:59 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, venerdì 13 novembre 2020 CORONAVIRUS: MASTELLA, ‘IMBARAZZANTE DI MAIO SU SANITA’ CAMPANIA’ =  ADN0856 7 POL 0 ADN POL RCA        CORONAVIRUS: MASTELLA, ‘IMBARAZZANTE DI MAIO SU SANITA’ CAMPANIA’ =        Napoli, 13 nov. (Adnkronos) – “Sono davvero politicamente stupefacenti  e moralmente imbarazzanti le dichiarazioni del ministro Di Maio quando  afferma che il Governo deve intervenire sulle vicende sanitarie   campane”. Lo dichiara il sindaco di Benevento, Clemente Mastella. “Non  mi pare si sia dimesso dal Governo per dire cose drammaticamente   esilaranti. Lui e la sua parte politica sono la metà dell’attuale   Governo. Possono decidere il da farsi e stabilire le modalità degli   interventi. A partite dai soldi del Mes che i 5 Stelle si ostinano a   rifiutare e che sarebbero un toccasana per la sanità meridionale”,   conclude Mastella.        (Zca/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  13-NOV-20 14:05  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, venerdì 13 novembre 2020 = Covid: comune del Padovano vieta fumo in centro  =  AGI0490 3 CRO 0 R01 /  = Covid: comune del Padovano vieta fumo in centro  =  (AGI) – Padova, 13 nov.  – Il sindaco di Cittadella (Padova) ha  firmato una ordinanza che, in accordo con le misure di  contenimento del coronavirus, vieta il fumo in tutto il centro  storico. Il divieto e’ esteso anche alle fermate dei mezzi di  trasporto pubblico, alle aree e ai marciapiedi in prossimita’  degli istituti scolastici o a qualsiasi situazione di coda o  attesa (negozi, uffici…). La sanzione prevista va da un minimo  di 25 euro ad un massimo di 500. (AGI)Ari  131411 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, venerdì 13 novembre 2020 CORONAVIRUS: SINDACO A CONTE E DE LUCA, ‘ISTITUIRE ZONA ROSSA A CASTELLAMMARE DI STABIA’ =  ADN0880 7 POL 0 ADN POL RCA        CORONAVIRUS: SINDACO A CONTE E DE LUCA, ‘ISTITUIRE ZONA ROSSA A CASTELLAMMARE DI STABIA’ =        Napoli, 13 nov. (Adnkronos) – Il sindaco di Castellammare di Stabia   (Napoli), Gaetano Cimmino, ha scritto una lettera indirizzata al   presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al ministro della Salute   Roberto Speranza e al presidente della Regione Campania Vincenzo De   Luca chiedendo “che venga istituita la zona rossa a Castellammare di   Stabia”. La richiesta è presentata, spiega Cimmino, “in accordo con   tutti i capigruppo consiliari” ed è ritenuta necessaria “allo scopo di  decongestionare il nostro ospedale, di abbassare in maniera   consistente il numero dei contagi e di avvicinarci al mese di dicembre  con un calo evidente dei positivi al Covid, in modo tale da salvare le  festività natalizie soprattutto per le attività commerciali, già messe  in ginocchio dal primo lockdown e ora al tappeto con la seconda ondata  della pandemia”.        Secondo Cimmino “in questa fase di grave crisi sanitaria e   socio-economica è necessario che tutte le istituzioni facciano fronte   comune e adottino scelte coraggiose per salvaguardare la salute di   tutti i cittadini e i tanti posti di lavoro che rischiano di venir   meno, soprattutto nei contesti in cui il tessuto sociale è già   compromesso”.        Cimmino chiede inoltre “più risorse e più uomini per pattugliare le   nostre strade ed elevare il livello dei controlli” e “più operatori   sanitari per l’ospedale, per rendere più efficiente il nostro sistema   sanitario e dare respiro ai tanti medici e infermieri che da mesi   ormai sono in prima linea notte e giorno in questa battaglia. Non   possiamo più accettare la sofferenza di centinaia di famiglie e dei   tanti operatori sanitari, che si affannano instancabilmente per   provare a salvare vite umane, mettendo anche a rischio la propria   vita. Ora più che mai – conclude il sindaco di Castellammare di Stabia  – sono necessarie iniziative urgenti e immediate per evitare che si   ripetano le scene indescrivibili dei giorni scorsi e si verifichino   altre tragedie”.        (Zca/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  13-NOV-20 14:13  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Vista, venerdì 13 novembre 2020 Decaro contro negazionisti e complottisti: “Chi doveva scoprirlo il vaccino, la cartolibreria?”  <iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/g8OIrrlXBeI” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>  <a href=”https://www.youtube.com/embed/g8OIrrlXBeI”>https://www.youtube.com/embed/g8OIrrlXBeI</a>  (Agenzia Vista) Bari, 13 novembre 2020  Decaro contro negazionisti e complottisti: “Chi doveva scoprirlo il vaccino, la cartolibreria?”  “Ho sentito una persona che ha detto ‘Ah il vaccino lo ha scoperto una casa farmaceutica’. E chi doveva scoprirlo il vaccino, la cartolibreria futura?”. Così il Sindaco di Bari Antonio Decaro (PD) in una dichiarazione sulle nuove ordinanze restrittive a contrasto del contagio del Covid-19. /Antonio Decaro  Durata: 01_29  Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev – agenziavista.it  13 NOV 2020  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, venerdì 13 novembre 2020 CORONAVIRUS: SALA, ‘SPESSO CRITICO CON REGIONE LOMBARDIA MA MOMENTO COLLABORARE’ =  ADN0888 7 CRO 0 ADN CRO RLO        CORONAVIRUS: SALA, ‘SPESSO CRITICO CON REGIONE LOMBARDIA MA MOMENTO COLLABORARE’ =        Milano, 13 nov. (Adnkronos) – “In questi mesi sono spesso stato   critico rispetto a come Regione Lombardia ha gestito il sistema   sanitario e lo sono stato anche relativamente alla campagna di   vaccinazione antinfluenzale. Ma rimane il fatto che nei momenti di   difficoltà, di grande crisi come questa che stiamo vivendo, le   istituzioni devono essere capaci di collaborare e a volte devono   riuscire anche fare qualcosa di più di quello che compete normalmente   loro, di quello che è il loro ruolo preciso”. Lo ha detto il sindaco   di Milano, Giuseppe Sala, in un video pubblicato sulla sua pagina   Facebook.        “È per questo che ho dato disposizione affinché le strutture del   Comune di Milano si attivino ed è per questo che abbiamo collaborato   per aprire il drive in di Trenno, dove si fanno tamponi per il sistema  scolastico”, ha aggiunto.        (Red-Bco/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  13-NOV-20 14:17  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA MARCHE, venerdì 13 novembre 2020 Covid: Milani, 52 posti dedicati Rsa e ospedale S. Benedetto  ZCZC6169/SXR  OAN20318014767_SXR_QBKM  R CRO S43 QBKM  Covid: Milani, 52 posti dedicati Rsa e ospedale S. Benedetto  Area Vasta 5, per alleggerire pressione sui pronto soccorso     (ANSA) – ASCOLI PICENO, 13 NOV –    Per alleggerire la  pressione sui pronto soccorso, alla Rsa di Ripatransone e nel  reparto di Medicina dell’ospedale Madonna del Soccorso di San  Benedetto saranno attivati rispettivamente 30 e 32 posti letto  per malati di Covid. Lo ha comunicato il direttore dell’Area  vasta 5 di Ascoli Piceno Cesare Milani in diretta Fb con il  sindaco di Ascoli Marco Fioravanti. Gli ospedali piceni sono  sotto pressione: ad Ascoli sono 32 le persone ricoverate, 13  delle quali soggette a osservazione breve intensiva, uno al  Pronto soccorso (nell’ex palazzina delle malattie infettive), 12  in regime ordinario e sei in semintensiva. A San Benedetto nove  pazienti curati in medicina d’urgenza, 12 in terapia intensiva e  31 nell’ex Geriatria. Al Mazzoni ricoverati 51 pazienti e 52 al  Madonna del Soccorso. Milani ha raccomandato di “indossare  sempre la mascherina ed mantenere il distanziamento” anche  perche’ “il virus circola molto nella provincia di Ascoli, per  cui nessuno pensi di esserne immune, soprattutto le persone di  una certa eta’. Questo non significa che i giovani possono fare  come vogliono: serve un comportamento corretto per non portare a  casa il virus trasferendolo a genitori e nonni”.     Intanto sono stati individuati due alberghi, uno ad Ascoli e  l’altro a San Benedetto, per ospitare malati di Covid in caso di  necessita’. Milani ha spiegato che l’Area vasta 5 attualmente  processa circa 450 tamponi al giorno, anche se intorno al 20  ottobre ci sono state difficolta’ a causa della scarsita’ di  reagenti. “Ora siamo in grado di dare risposte in tempi  strettissimi” ha aggiunto il direttore chiedendo “comprensione  per gli operatori sanitari che sono impegnati da fine febbraio,  sottoposti ad enorme stress”. (ANSA).       YZC-CAD  13-NOV-20 14:26 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA CAMPANIA, venerdì 13 novembre 2020 Covid: a Buonabitacolo misure meno restrittive  ZCZC6210/SXR  ONA20318014779_SXR_QBXO  R CRO S44 QBXO  Covid: a Buonabitacolo misure meno restrittive  Sindaco emette apposita ordinanza     (ANSA) – SALERNO, 13 NOV –  Il sindaco di Buonabitacolo, in  provincia di Salerno, Giancarlo Guercio, ha firmato un’ordinanza  con nuove misure meno restrittive valide sul territorio per  fronteggiare l’emergenza coronavirus. Si dispone, tra l’altro,  che le attivita’ commerciali restano aperte dalle 7.00 alle  19.30, che il cimitero comunale sara’ aperto dalle 10.00 alle 17.  00 e la riattivazione delle funzioni religiose per un massimo 30  partecipanti.    “Ho emesso tale ordinanza – dice Guercio – per il registrarsi  di un contenimento dei numeri dei contagi e degli effetti  prodotti dalle precedenti misure restrittive. Cio’ non significa  che i cittadini debbano abbassare la guardia”.  A Buonabitacolo  la scorsa settimana si sono registrati tre decessi in seguito ad  un focolaio all’interno della casa di riposo Sacro Cuore,  focolaio arginato con il trasferimento di altri anziani positivi  presso strutture sanitarie Covid  del Salernitano. (ANSA).       YUC-CER  13-NOV-20 14:29 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, venerdì 13 novembre 2020 Covid: sindaco del Napoletano a Conte, serve zona rossa  ZCZC6244/SXB  XCI20318014788_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid: sindaco del Napoletano a Conte, serve zona rossa  ‘A Castellammare di Stabia, cosi’ decongestioniamo ospedali’     (ANSA) – NAPOLI, 13 NOV – ”Ho chiesto che venga istituita la  zona rossa a Castellammare di Stabia, allo scopo di  decongestionare il nostro ospedale, di abbassare in maniera  consistente il numero dei contagi e di avvicinarci al mese di  dicembre con un calo evidente dei positivi al Covid”. Il  sindaco di Castellammare di Stabia (Napoli), Gaetano Cimmino,  comunica di avere concordato la richiesta con tutti i capigruppo  consiliari. La richiesta e’ stata indirizzata al premier Giuseppe  Conte, al ministro della Sanita’ Roberto Speranza, ai Deputati di  zona e al Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca.  La speranza dell’amministrazione cittadina e’ che l’istituzione  della ”zona rossa” possa incidere anche sulla crisi economica  che devasta la citta’ del golfo di Napoli, quindi, l’obiettivo e’  di riuscire a ”salvare le festivita’ natalizie soprattutto per  le attivita’ commerciali, gia’ messe in ginocchio dal primo  lockdown ed ora al tappeto con la seconda ondata della  pandemia”. ”Ho chiesto, infine – spiega Cimmino – piu’ risorse  e piu’ uomini per pattugliare le nostre strade ed elevare il  livello dei controlli. E piu’ operatori sanitari per l’ospedale,  per rendere piu’ efficiente il nostro sistema sanitario e dare  respiro ai tanti medici e infermieri che da mesi ormai sono in  prima linea notte e giorno in questa battaglia”. (ANSA).       YBC-SS  13-NOV-20 14:32 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Nazionale, venerdì 13 novembre 2020 COVID. REGGIO CALABRIA, FALCOMATÀ: CHIUSURA SCUOLE SCELTA DOLOROSA  DIR1651 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT    COVID. REGGIO CALABRIA, FALCOMATÀ: CHIUSURA SCUOLE SCELTA DOLOROSA  ‘SITUAZIONE GRAVE: TROPPI CASI. DOBBIAMO VERIFICARE CURVA CONTAGI’  (DIRE) Reggio Calabria, 13 nov. – “Con grandissimo dolore abbiamo  valutato in maniera unanime di chiudere le scuole per 15 giorni  per verificare la curva dei contagi come procede. La situazione  e’ grave ed inizia ad essere sempre piu’ critica nei nostri  ospedali, quindi occorreva adottare tutte le misure che possono  evitare il proliferare il contagio. Una di queste era la chiusura  delle scuole”. Cosi’ il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe  Falcomata’ commenta la decisione presa d’intesa con la task force  comunale sull’emergenza Covid.      “Certamente non risolveremo completamente il problema – ha  aggiunto – perche’ occorre evitare che persone escano di casa se  non per i motivi stabiliti dall’ultimo Dpcm, a questo e’  necessario procedere anche con i tracciamenti. Se dall’Asp non  arrivano i dati – ha concluso Falcomata’ – ogni attivita’ rischia  di essere inefficace”.    (Mav/Dire)  14:41 13-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

ARCURI, PRIMI VACCINI A GENNAIO, Il Sole 24 Ore

CARBONI, CARLO, Conflitti Stato-Regioni, Il Sole 24 Ore

COMUNI TURISTICI, UN AIUTO, Il Sole 24 Ore

CONTRO LA POVERTA’ EDUCATIVA, TERRITORIO, Left

COVID E LOGISTICA, Il Sole 24 Ore

DECARO, Corriere

EMILIANO, PUGLIA RIPARTE, Il Sole 24 Ore

FISCO, LE ATTIVITA’ SOSPESE NON PAGANO, Il Sole 24 Ore

IL FAI DA TE ANTICOVID, Avvenire

IL LOCALISMO SI PUO’ FERMARE, Il Foglio

ITALIA GIA’ VERDE E DIGITAL, Corriere

NUOVI RISTORI PER I COMUNI, PER TOSAP E COSAP, Italia Oggi

PISANO, ENTRO IL 28 FEBBRAIO TUTTI I COMUNI DIGITALIZZATI CON LO SPID, Corriere

PIU’ CHIUSURE NELLE CITTA’, Corriere

SARDEGNA, CASO SOLINAS, Il Manifesto

 

Precedente

COMANDO, DISTACCO, AVVALIMENTO: NOZIONE E DIFFERENZE NELLA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE

Successivo

IL MINISTRO SPERANZA VERSO FIRMA ORDINANZE. ENTRANO IN ZONA ROSSA TOSCANA E CAMPANIA. EMILIA ROMAGNA, MARCHE E FVG ARANCIONI