LAVORO AGILE, NOMINATI DALLA MINISTRO PER LA PA I COMPONENTI DI OSSERVATORIO E COMMISSIONE TECNICA

Come previsto dall’articolo 263 della legge di conversione del Decreto Rilancio, il ministro della Funzione pubblica, Fabiana Dadone, con il Decreto Ministeriale che pubblichiamo, ha nominato i componenti dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile nelle pubbliche amministrazioni e i membri della Commissione tecnica a supporto dell’Osservatorio stesso .

Il loro mandato ha durata triennale rinnovabile una volta. Le competenze e le modalità di funzionamento dell’Osservatorio sono stabilite dal decreto del Ministro per la Pubblica amministrazione del 4 novembre 2020. La partecipazione all’Osservatorio nazionale del lavoro agile non comporta la corresponsione di emolumenti, compensi, indennità o rimborsi di spese comunque denominati.

Sono stati nominati in qualità di esperti dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile:

  • Prof. Mariano CORSO, professore ordinario di Leadership and innovation, Cofondatore e membro del comitato scientifico degli osservatori innovazione digitale della School of Management del Politecnico di Milano;
  • Prof. Domenico DE MASI, professore emerito di Sociologia del lavoro dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”;
  • Dott.ssa Laura DI RAIMONDO, Direttore generale Asstel – Assotelecomunicazioni;
  • Dott.ssa Anna Maria PONZELLINI, esperta in attività di consulenza, formazione e ricerca per aziende ed enti pubblici nell’area della innovazione tecnica e organizzativa e della gestione delle risorse umane, nella valutazione delle politiche, nella ricerca socio-economica su tutti gli aspetti del lavoro;
  • Cons. Giovanni LO STORTO, Direttore generale dell’Università degli Studi Luiss Guido Carli di Roma;
  • Cons. Antonio NADDEO, Presidente dell’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni
  • Dott. Luca Giuseppe RIGONI, Direttore di Assinter Italia – Associazione società regionali per l’innovazione tecnologica nelle regioni;
  • Dott. Pompeo SAVARINO, Segretario Generale del Comune di Civitavecchia;
  • Dott. Francesco VERBARO, General advisor dell’Adepp – Associazione Casse di Previdenza professionisti italiani, Presidente di Formatemp – Ente bilaterale della formazione lavoratori somministrati;

Sono stati nominati componenti dell’Osservatorio nazionale del lavoro agile nelle amministrazioni pubbliche designati dalle amministrazioni di appartenenza:

  • Dr.ssa Claudia COLAIACOMO, Dirigente generale con incarico di consulenza, studio e ricerca del Ministero dell’Economia e delle Finanze;
  • Dott.ssa Sara CONVERSANO, Dirigente del Servizio Personale e relazioni sindacali del Ministero per i beni culturali e per il turismo;
  • Dr. Romolo DE CAMILLIS, Direttore generale dei rapporti di lavoro e delle relazioni industriali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali;
  • Prof. Sebastiano FADDA, Presidente dell’Istituto nazionale per l’analisi delle politiche pubbliche;
  • Cons. Michele FAIOLI, Consigliere del Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro;
  • Cons. Francesca GAGLIARDUCCI, Vice Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e Capo del Dipartimento per il personale;
  • Dott.ssa Carmela GIARRATANO, Direttore generale delle politiche per l’innovazione, il personale e la partecipazione del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare;
  • Viceprefetto Dott.ssa Anna LATO, Capo ufficio di staff Amministrazione del personale dirigenziale del Ministero dell’interno;
  • Dott. Alessandro LEOPIZZI, Direttore generale del personale e della formazione del Ministero della giustizia;
  • Prof. Gianluigi MANGIA, Coordinatore del Dipartimento per lo sviluppo delle competenze gestionali della Scuola Nazionale dell’Amministrazione;
  • Dott. Lorenzo MARCHESI, Vice Direttore civile della Direzione generale per il personale civile del Ministero della difesa;

Ministro per la PA_DM_Osservatorio_Lavoro_Agile

Precedente

TERZO SETTORE. IL WELFARE DOPO LA PANDEMIA. SOLITUDINE, INVECCHIAMENTO, DENATALITÀ, CONCILIAZIONE, NUOVE POVERTÀ E FRAGILITÀ: SFIDE SOCIALI CHE DOVREMO AFFRONTARE

Successivo

SUPERBONUS 110 PER CENTO: LE UNITÀ IMMOBILIARI FUNZIONALMENTE INDIPENDENTI SECONDO L’AGENZIA DELLE ENTRATE