Scuola. Ricci, Cts conferma nostra tesi, subito test salivari a studenti

“Un monitoraggio degli studenti per un rientro in classe in sicurezza. Anche il Comitato Tecnico Scientifico ha capito che questa è l’unica strada giusta per finire l’anno in presenza”. Il sindaco di Pesaro e presidente ALI (Autonomie Locali Italiane) Matteo Ricci commenta la notizia dell’arrivo di tamponi salivari nelle classi, annunciati dal membro del Cts Sergio Abrignani. Test rapidissimi in grado di dare il risultato in soli 5 minuti.

“Se i tamponi salivari dessero dei dati attendibili potremmo accelerare i tempi e il meccanismo organizzativo sarebbe più semplice. Ieri – prosegue Ricci – ho avuto un nuovo colloquio con il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi. Dopo aver visionato il protocollo ‘Scuole Sicure’, il Ministro ha voluto ulteriori informazioni sul ‘modello Pesaro’, in vista della riunione di questa mattina.

La soluzione è quella che abbiamo adottato negli istituti pesaresi, dove abbiamo sottoposto i ragazzi a tampone veloce e, qualora risultassero positivi, al molecolare per la conferma. Il monitoraggio – conclude il Presidente ALI – si più fare, le risorse ci sono. Nel Dl Sostegni, infatti, sono stati stanziati 150 milioni per gli screening. Ora il Governo decida la metodologia”.

Precedente

Stabilizzazione dei contratti: assunzioni ex articolo 110 del Tuel. Sentenza della Corte dei Conti

Successivo

Grillo. Catizone (Ali), parole vergognose, donne devono sempre poter denunciare in sicurezza