Adattamento climatico in ambito urbano, bando per i Comuni

É stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’8 Giugno il Decreto Direttoriale n. 117 del 15 aprile 2021 del Ministero della Transizione Ecologica (MITE) che istituisce il “Programma sperimentale di interventi per l’adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano”.

Aumentare la resilienza dei centri urbani soggetti ai rischi generati dai cambiamenti, con particolare riferimento alle ondate di calore e ai fenomeni di precipitazioni estreme e di siccità, è l’obiettivo del Programma sperimentale a cui sono destinati 80 milioni di euro di cui potranno beneficiare, per ora, i  Comuni con popolazione superiore ai 60.000 abitanti.

Il programma favorisce la pianificazione a livello locale per l’adattamento e la sperimentazione di misure pilota e concrete da attuare nelle aree urbane, con il coinvolgimento di amministrazioni e cittadini, per fronteggiare in modo più efficace le conseguenze del global warming, riducendo la vulnerabilità delle città.

79.372.058 milioni di euro sono destinati:
– per il 40% ai Comuni capoluogo delle città metropolitane;
– per il 30% agli altri Comuni con popolazione residente oltre i 100.000 abitanti;
– per il 30% ai Comuni con popolazione residente tra 60.000 e 100.000 abitanti.
Il bando finanzia tre tipologie di interventi:

Interventi green e blue:

  • realizzazione di spazi verdi in ambito urbano o di forestazione periurbana;
  • utilizzo di materiali riflettenti/basso assorbimento di calore, per utilizzi orizzontali e verticali;
  • realizzazione di interventi di edilizia climatica, tetti e pareti verdi, boschi verticali, barriere alberate ombreggianti, sistemi di coibentazione e ventilazione naturale, tetti freddi e tetti ventilati, ecc.;
  • creazione di sistemi di raccolta delle acque meteoriche, con depurazione e accumulo finalizzato al riciclo per usi non umani;
  • interventi finalizzati al riciclo e riutilizzo delle acque reflue depurate.

Interventi grey:

  • creazione, ampliamento o rifacimento in ambito urbano di aree pedonali, parcheggi, piazze, bordi stradali, percorsi, ecc., con la rimozione della pavimentazione esistente e il ripristino della permeabilità del suolo;
  • sperimentazione sugli spazi pubblici di soluzioni per il drenaggio urbano sostenibile.

Misure soft di rafforzamento della capacità adattiva:

  • Misure finalizzate a migliorare le conoscenze a livello locale, nonché alla redazione di strumenti di pianificazione comunale di adattamento ai cambiamenti climatici;
  • misure finalizzate a migliorare la capacità di previsione a livello locale;
  • misure di sensibilizzazione, formazione, partecipazione sull’adattamento a livello locale.

La domanda di ammissione a finanziamento deve essere trasmessa, esclusivamente per via telematica, all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata adattamentoclimatico@pec.minambiente.it entro e non oltre lunedì 06 settembre 2021.

A seguire la documentazione di riferimento.

Decreto Direttoriale 117 del 15-04-2021 Programma Adattamento

D.D. 117-2021 – Allegato 1

D.D. 117-2021 – Allegato_2

D.D. 117-2021 – Allegato_3

Precedente

Terzo settore. Adottate le linee guida sul rapporto tra pubbliche amministrazioni e enti

Successivo

Green City Accord: per città europee più verdi, pulite e sane