Infratel, per BUL aperti oltre mille cantieri

Sono quasi mille e duecento i cantieri aperti nell’ambito delle prime due gare Infratel/Open Fiber per la realizzazione di infrastrutture a banda ultralarga nelle cosiddette aree bianche del Paese, ovvero quelle definite a fallimento di mercato. Esattamente sono 1.174 i cantieri aperti nel 2018 di cui 977 in fibra ottica e 197 di tipo wireless (FWA).

Di seguito i dati suddivisi regione per regione.

 

Lombardia: aperti 140 cantieri di cui 114 in fibra ottica e 26 di tipo wireless.

Veneto: 125 cantieri aperti, 87 sono quelli in fibra ottica e 38 di tipo wireless.

Trentino – Alto Adige: aperti 8 cantieri in fibra ottica.

Friuli-Venezia Giulia: aperti 39 cantieri in fibra ottica e 3 di tipo wireless.

Piemonte: 120 cantieri aperti, di cui 112 in fibra ottica, 8 di tipo wireless

Valle d’Aosta: cantieri aperti per la fibra sono stati 5.

Liguria: sono stati aperti 12 cantieri in fibra.

Emilia Romagna: 84 cantieri aperti, 18 sono di tipo wireless e 66 in fibra.

Toscana: aperti 73 cantieri, di cui 63 in fibra e 10 wireless.

Umbria: aperti 44 cantieri di cui 35 in fibra e 9 wireless.

Lazio: aperti 123 cantieri di cui 108 in fibra e 15 di tipo wireless.

Marche: 46 cantieri aperti, di cui 41 cantieri in fibra ottica e 5 di tipo wireless

Sicilia: 116 cantieri aperti di cui 84 in fibra e 32 di tipo wireless.

Abruzzo: 89 cantieri aperti, di cui 83 in fibra e 6 di tipo wireless.

Molise: 47 cantieri di cui 41 sono quelli aperti in fibra ottica e 6 quelli di tipo wireless.

Campania: 67 i cantieri aperti, di cui 49 in fibra ottica e 18 di tipo wireless.

Basilicata: 33 aperti, di cui 30 in fibra e 3 di tipo wireless.

 

La nota di Infratel

Precedente

Regioni, raffica di ricorsi contro il Decreto Sicurezza

Successivo

Carige. Ricci: facciamo operazione verità, è stessa operazione mps