COLLABORAZIONE COMUNE, COOPERATIVE E SINDACATI: A FERRARA SI LAVORA PER L’ORGANIZZAZIONE DEI CENTRI ESTIVI

Nuova puntata di Sindaco Bravo Bravissimo: Ferrara e centri estivi 2020.

È partita lunedì 18 maggio la raccolta delle manifestazioni di interesse per la partecipazione ai Centri Ricreativi Estivi Comunali di Ferrara. A raccogliere le iscrizioni sono gli uffici dell’Istituzione scolastica, e l’obiettivo è comprendere, attraverso il numero di domande, la platea di famiglie che necessitano del servizio per cominciare a lavorare in modo concreto sulla progettazione e per dare una risposta al maggior numero di richieste possibili. Per offrire alle famiglie un aiuto concreto nella gestione dei figli in piena sicurezza in questa fase di ripartenza e di ripresa delle attività lavorative e garantire a bambini e ragazzi un servizio di qualità, che li aiuti nella socializzazione e li sostenga nel graduale ritorno alla normalità dopo questi mesi di isolamento, l’amministrazione comunale di Ferrara ha adottato un protocollo condiviso con il mondo cooperativo e dai sindacati di Funzione Pubblica Cgil, Cisl e Uil: una novità a livello regionale. Si tratta del primo documento condiviso già sottoscritto sul tema dei Centri Estivi e potrebbe diventare un modello di lavoro per altri Comuni. A condividerne i contenuti per una declinazione territoriale saranno, i Comuni di Mesola, Copparo e Bondeno, che ne hanno fatto richiesta e l’intenzione dei sottoscrittori è rendere i contenuti e gli impegni del documento replicabili in altri territori.

Per maggiori informazioni: www.comune.fe.it

Precedente

SCUOLA E SERVIZI EDUCATIVI E PER L’INFANZIA: COME IMMAGINARE UNA RIPARTENZA E QUANDO?

Successivo

ASSEMBLEA ANNUALE ALI: IL 2 E IL 3 LUGLIO A NAPOLI