Sicurezza urbana, 65 milioni di euro a città metropolitane e comuni

Il  ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese ha firmato il decreto che attribuisce le risorse del Fondo per la sicurezza urbana per il triennio 2021-2023.

Si tratta di 65 milioni di euro destinati alle città metropolitane, con una quota parte riservata a quelle in dissesto o in riequilibrio finanziario, nonché a sostenere economicamente le iniziative dei comuni contro l’abusivismo commerciale e lo spaccio di droga nei pressi degli istituti scolastici.

«Questa rete di finanziamenti – ha dichiarato il ministro Luciana Lamorgese – consentirà, tra l’altro, agli enti locali di procedere ad assunzioni a tempo determinato di unità aggiuntive nei corpi di polizia locale, nonché alla messa in sicurezza e alla riqualificazione di aree degradate».

«Inoltre, per rafforzare i servizi di vigilanza nelle località interessate da una maggiore affluenza turistica, è stato disposto come di consueto – ha concluso il ministro Lamorgese – l’invio di 2.300 unità di personale interforze in 65 province, in attuazione del Piano di potenziamento estivo dei presidi di polizia definito dal Dipartimento della pubblica sicurezza, tenuto anche conto delle esigenze manifestate dai rappresentanti delle istituzioni territoriali. Le unità straordinarie  saranno utilizzate nell’ambito dei dispositivi di controllo definiti in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica».

Fonte: Ministero Interno

Precedente

“Sostegni-bis”, anticipazioni di liquidità 2021 ai comuni per il pagamento dei debiti commerciali

Successivo

Pnrr, la velocità è democratica