1. Home
  2. corte di cassazione

Categoria: corte di cassazione

    corte di cassazione
    RILEVANZA PENALE DEL MOBBING: SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE FA LA SINTESI

    RILEVANZA PENALE DEL MOBBING: SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE FA LA SINTESI

    In riferimento alla rilevanza penale delle condotte di mobbing la Corte di Cassazione, sezione quinta penale, sentenza n. 31723 depositata il 9 novembre 2020, ha affermato come le pratiche persecutorie realizzate ai danni del lavoratore…

    corte di cassazione
    ABUSO D’UFFICIO: SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE SULLE CONDOTTE COMMESSE PRIMA DELL’ENTRATA IN VIGORE DELLA RIFORMA

    ABUSO D’UFFICIO: SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE SULLE CONDOTTE COMMESSE PRIMA DELL’ENTRATA IN VIGORE DELLA RIFORMA

    La Sesta sezione della Corte di Cassazione, con la sentenza dell’8 gennaio 2021, n. 442, che pubblichiamo,  ha affermato che la modifica del delitto di abuso d’ufficio, intervenuta con l’art. 23 del d.l. 16 luglio…

    corte di cassazione
    ANCHE I PARCHEGGI PRIVATI PAGANO LA TASSA RIFIUTI. ORDINANZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE

    ANCHE I PARCHEGGI PRIVATI PAGANO LA TASSA RIFIUTI. ORDINANZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE

    Secondo la suprema Corte di Cassazione il comune ricorrente, ha sbagliato a ritenere esente dalla TARSU il locale garage sul rilievo che «i luoghi adibiti al ricovero lato sensu “privato” dei veicoli, non sono idonei (stante la…

    corte di cassazione
    CASSAZIONE: SE L’ENTE NON RACCOGLIE RIFIUTI. TARI SCONTABILE FINO AL 40%

    CASSAZIONE: SE L’ENTE NON RACCOGLIE RIFIUTI. TARI SCONTABILE FINO AL 40%

    La Tari può essere ridotta fino al 40% se il comune non raccoglie i rifiuti. Molto dipende anche da quanta distanza c’è fra il contribuente e il primo punto di raccolta dell’ente locale. Lo ha…

    corte di cassazione
    Rumore, limiti ok ma resta il divieto di usare gli spazi esterni a partire dalla mezzanotte

    Rumore, limiti ok ma resta il divieto di usare gli spazi esterni a partire dalla mezzanotte

    Anche se il gestore del bar “rumoroso” ha fatto degli interventi per ridurre le emissioni sonore e riportarle nell’ambito dei limiti dettati dalla legge 447/1995 e relativi decreti attuativi, resta il divieto a usare gli…

    corte di cassazione
    Peculato per il subconcessionario dei giochi che non versa il Preu sulle vincite

    Peculato per il subconcessionario dei giochi che non versa il Preu sulle vincite

    Nell’ambito dell’attività del gioco lecito, il concessionario cui è affidata la gestione telematica e la riscossione degli introiti può conferire questi compiti ad altro soggetto privato il quale assume la qualifica di subconcessionario. Quest’ultimo, nonostante…

    corte di cassazione
    Lottizzazione abusiva, la prescrizione non preclude la confisca se vi è prova del reato

    Lottizzazione abusiva, la prescrizione non preclude la confisca se vi è prova del reato

    A fronte di una declaratoria immediata di non punibilità, per maturata prescrizione del reato di lottizzazione abusiva, è possibile che scatti comunque la misura reale della confisca obbligatoria. Però solo quando sia stata accertata, con…

    corte di cassazione
    Ici, alle Sezioni unite la natura edificabile dell’area in attesa della compensazione urbanistica

    Ici, alle Sezioni unite la natura edificabile dell’area in attesa della compensazione urbanistica

    Saranno le Sezioni unite a chiarire se un'area, prima edificabile e poi assoggettata con legge regionale a un vincolo di inedificabilità assoluta, sia da considerare edificabile ai fini Ici. Devi effettuare l'accesso per poter leggere…

    corte di cassazione
    La legge Fornero non si applica automaticamente al pubblico impiego privatizzato

    La legge Fornero non si applica automaticamente al pubblico impiego privatizzato

    Con la sentenza n. 21297/2019, la Corte di Cassazione civile, Sezione lavoro, ha chiarito che la disciplina della convalida delle dimissioni, di cui all'art. 1, commi da 16 a 22, della Legge 92/2012 (cd legge…

    corte di cassazione
    Imposta sulla pubblicità ridotta sui cartelli a due facce nei carrelli della spesa se il messaggio è lo stesso

    Imposta sulla pubblicità ridotta sui cartelli a due facce nei carrelli della spesa se il messaggio è lo stesso

    La pubblicità effettuata tramite messaggi pubblicitari di identico contenuto e riferiti al medesimo soggetto, riportati sui cartelli mobili bifacciali posti fronte-retro su ogni carrello della spesa presso supermercati o centri commerciali, va considerata come se…