1. Home
  2. corte di cassazione

Categoria: corte di cassazione

corte di cassazione
Imposta sulla pubblicità ridotta sui cartelli a due facce nei carrelli della spesa se il messaggio è lo stesso

Imposta sulla pubblicità ridotta sui cartelli a due facce nei carrelli della spesa se il messaggio è lo stesso

La pubblicità effettuata tramite messaggi pubblicitari di identico contenuto e riferiti al medesimo soggetto, riportati sui cartelli mobili bifacciali posti fronte-retro su ogni carrello della spesa presso supermercati o centri commerciali, va considerata come se…

corte di cassazione
Non c’è arricchimento «indiretto» per il Comune che non ha conferito l’incarico al professionista

Non c’è arricchimento «indiretto» per il Comune che non ha conferito l’incarico al professionista

L’azione di indebito arricchimento contemplato dall’articolo 2041 del codice civile può essere proposta solo in mancanza di qualsiasi altro rimedio giudiziale e con esclusione del caso di «arricchimento indiretto», ossia di arricchimento realizzato da persona…

corte di cassazione
Tari, alle università non si applica l’esenzione delle scuole statali ma la tariffa agevolata

Tari, alle università non si applica l’esenzione delle scuole statali ma la tariffa agevolata

Le università non sono «assimilabili o sovrapponibili alle istituzioni scolastiche statali», in quanto la loro autonomia organizzativa, finanziaria, contabile e statutaria consente di qualificarle come enti pubblici autonomi. Pertanto, non si applica nei loro confronti…

corte di cassazione
Il Comune non può negare le strisce blu gratis al disabile che non ha l’auto o la patente

Il Comune non può negare le strisce blu gratis al disabile che non ha l’auto o la patente

Anche i disabili che non hanno l’automobile o sono senza patente, magari per problemi intellettivi o motori molto gravi, hanno il diritto di parcheggiare gratis sulle strisce blu, quando i posto riservati a chi ha…

corte di cassazione
Corte di Cassazione: la condanna patteggiata non va dichiarata nell’autocertificazione per l’inserimento in graduatoria

Corte di Cassazione: la condanna patteggiata non va dichiarata nell’autocertificazione per l’inserimento in graduatoria

La sentenza di patteggiamento inferiore a due anni non rientra tra le tipologie di condanna che devono essere menzionate nel certificato generale, così come nelle dichiarazioni sostitutive di certificazione. Ad affermarlo è la Cassazione con…

corte di cassazione
Corte di Cassazione e Società in house: decide la Corte dei conti anche senza affidamento diretto

Corte di Cassazione e Società in house: decide la Corte dei conti anche senza affidamento diretto

La giurisdizione della Corte dei conti si estende alla società in house, anche se essa ha ottenuto la gestione del servizio non già in base a un affidamento diretto, bensì in forza di un contratto…

corte di cassazione
Corte di Cassazione e Tarsu: ecco l’esenzione albergatori

Corte di Cassazione e Tarsu: ecco l’esenzione albergatori

Corte di cassazione sentenza n. 22705/2019. La dichiarazione del contribuente riguardo la temporanea chiusura dell’albergo per l’esecuzione di lavori di manutenzione non è idonea a superare la presunzione di legge a carico del detentore dell’immobile…

corte di cassazione
Corte di Cassazione: niente risarcimento al segretario comunale se non dimostra il danno da revoca illegittima dell’incarico

Corte di Cassazione: niente risarcimento al segretario comunale se non dimostra il danno da revoca illegittima dell’incarico

Corte di cassazione lavoro sentenza n. 20842/2019. Per il segretario comunale non sussiste alcun automatismo tra la revoca illegittima dell’incarico e il risarcimento del danno, perché la lesione del bene immateriale della dignità professionale del…

corte di cassazione
Corte di Cassazione: emergenza rifiuti, confermato il taglio della Tarsu per mancato servizio di raccolta

Corte di Cassazione: emergenza rifiuti, confermato il taglio della Tarsu per mancato servizio di raccolta

Il mancato smaltimento da parte del Comune, dà automaticamente diritto alla riduzione, fino al 40%, della tassa e a prescindere dall’accertata responsabilità diretta dell’ente locale nel disservizio. Il Comune di Napoli perde, infatti, un’altra partita…

corte di cassazione
Corte di Cassazione, vietato trasferire il lavoratore in «104» se cambia la sede geografica ma non l’unità produttiva

Corte di Cassazione, vietato trasferire il lavoratore in «104» se cambia la sede geografica ma non l’unità produttiva

Il divieto di trasferimento del lavoratore che assiste con continuità un familiare disabile convivente, opera ogni volta muti definitivamente il luogo geografico di esecuzione della prestazione, anche nell’ambito della medesima unità produttiva che comprenda uffici…