Oggi i Sindaci hanno detto…

z ANSA CAMPANIA, lunedì 09 novembre 2020 Covid: terminata zona rossa a Marcianise e Orta di Atella  ZCZC7449/SXR  XCI20313002132_SXR_QBXO  R CRO S44 QBXO  Covid: terminata zona rossa a Marcianise e Orta di Atella  Nel Casertano stop a limitazioni     (ANSA) – CASERTA, 08 NOV – Fine della rossa, dopo quasi due  settimane, a Marcianise e Orta di Atella, comuni del Casertano.  “La zona rossa non verra’ prorogata” e’ scritto sulla pagina  Facebook del comune di Marcianise, canale di comunicazione  scelto dal sindaco Antonello Velardi che nei giorni scorsi ha  rimosso i suoi profili personali, in seguito agli attacchi  ricevuti da parte di alcuni cittadini subito dopo  l’instaurazione del lockdown cittadino. “La decisione – si legge  – e’ stata presa dalla presidenza della Regione Campania, sentite  le autorita’ sanitarie, ed accoglie una specifica richiesta del  sindaco di Marcianise Antonello Velardi. Resta pero’ la gravita’  dell’emergenza Covid non solo a Marcianise, ma in ampie parti  della provincia di Caserta e della Campania. Cio’ deve indurci a  non abbassare la guardia. L’Amministrazione comunale di  Marcianise rivolge un pressante, ennesimo appello ai cittadini a  rispettare le regole, ad evitare assembramenti e ad indossare  rigorosamente la mascherina. Ci si appella a tutti gli esercenti  pubblici, in particolare ai titolari dei bar, ad essere molto  scrupolosi e a fornire la massima collaborazione a partire gia’  da domani con il rito domenicale dell’aperitivo.  L’amministrazione comunale annuncia fin d’ora che saranno  effettuati controlli severi e saranno adottate tutte le misure  necessarie per garantire gli standard di sicurezza”. (ANSA).       YEC-CER  08-NOV-20 11:58 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA PIEMONTE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: sindaco Leini positivo, ‘rispettate le regole’  ZCZC7584/SXR  OTO20313002177_SXR_QBKT  R CRO S56 QBKT  Covid: sindaco Leini positivo, ‘rispettate le regole’     (ANSA) – TORINO, 08 NOV –  Anche il sindaco di Leini, Renato  Pittalis, e’ positivo al Covid. A darne notizia, sui canali  social, e’ stato lo stesso primo cittadino. L’esito del tampone  al quale si e’ sottoposto e’ arrivato nella serata di ieri.     “Ho avuto una leggera indisposizione, per precauzione sono  stato in isolamento attendendo il tampone – spiega Pittalis –  sono abbastanza in forma, a parte un senso di debolezza  generale, non ho avuto sintomi influenzali”. Attraverso i  social, il primo cittadino ha poi rivolto un appello alla  cittadinanza: “In questo momento vi prego di fare ogni sforzo  per riguardarvi e preservare voi, i vostri cari e tutta la  comunita’ dal contagio, attenendovi alle norme in vigore, alle  prescrizioni sull’igiene personale, ma anche al buon senso e  all’indispensabile senso civico”. (ANSA).       YCB-GTT  08-NOV-20 12:30 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA MOLISE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: container per effettuare tamponi a Isernia  ZCZC9248/SXR  OAQ20313002736_SXR_QBKX  R CRO S43 QBKX  Covid: container per effettuare tamponi a Isernia  E’ stato sistemato nel parcheggio dell’ospedale     (ANSA) – ISERNIA, 08 NOV – Lavori in corso all’ospedale  ‘Veneziale’ di Isernia per attivare un punto di prelievo e  raccolta dei tamponi molecolari, alleggerendo cosi’ il  ‘Santissimo Rosario’ di Venafro (Isernia), l’unico attivo per i  test molecolari nella provincia pentra. I Vigili del Fuoco hanno  sistemato un container nel parcheggio dell’ospedale che, in  passato, era stato utilizzato a Sant’Agapito durante  un’emergenza post sisma. La Protezione Civile montera’ anche una  tenda e nel giro di pochi giorni i medici dell’Asrem, dedicati,  potranno iniziare con i tamponi.     Inoltre, il sindaco di Agnone (Isernia) ha fatto sapere  all’Azienda Sanitaria di aver trovato un locale adatto a  svolgere lo stesso servizio per l’intero Alto Molise che,  diversamente, deve recarsi a Venafro. (ANSA).       YM7-SAS  08-NOV-20 18:23 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: compie 109 anni e fa appello a uso mascherina  ZCZC7459/SXB  XCI20313002134_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid: compie 109 anni e fa appello a uso mascherina  Messaggio da finestra casa, “virus e’ brutto diavolo”     (ANSA) – PERUGIA, 08 NOV – Ha compiuto 109 anni ma anziche’  festeggiare con la famiglia Luisa Zappitelli si e’ affacciata  dalla sua abitazione di Citta’ di Castello lanciando un messaggio  per la prevenzione dal rischio contagio Covid. “Mettete la  mascherina mi raccomando, questo virus e’ un brutto diavolo.  Quando sara’ possibile festeggeremo insieme. Grazie a tutti degli  auguri” le sue parole, riferite dal Comune tifernate.     Per il sindaco di Citta’ di Castello, Luciano Bacchetta, Luisa  Zappitelli, per tutti “Lisa”,  e’ “un esempio davvero  commovente”. Per lei in dono un tri-colore in lino delle maestre  artigiane di tela umbra. (ANSA).       SEB  08-NOV-20 12:02 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, lunedì 09 novembre 2020 CORONAVIRUS: IN OSPEDALE SINDACO DI MONTELEPRE, ‘HO POLMONITE DA COVID’ =  ADN0072 7 CRO 0 ADN CRO NAZ RSI        CORONAVIRUS: IN OSPEDALE SINDACO DI MONTELEPRE, ‘HO POLMONITE DA COVID’ =        Palermo, 9 nov. (Adnkronos) – Positiva al Covid-19 il sindaco di   Montelepre (Palermo), Maria Rita Crisci. Ieri era stata trasportata   d’urgenza in ospedale e in serata è giunta la conferma della   positività. L’esito del tampone molecolare, infatti, ha smentito i   test rapidi a cui il sindaco si era sottoposta dopo l’insorgere di uno  stato febbrile. A confermare la propria positività è la stessa Crisci.  ”Ho la polmonite da Covid. Arrivato anche il risultato del tampone   molecolare – scrive su Facebook -. Qui in ospedale sono tutti gentili   e professionali”.        ”Io non ho idea di come abbia potuto prendere il covid – aggiunge il   sindaco – . Ho tenuto le distanze e la mascherina. Quando mi è venuta   la febbre col test rapido negativo ho pensato alla mia solita   bronchite. Io sono in buone mani state tranquilli. Voi miei   concittadini fate i bravi, siate responsabili. La mia giunta mi   sostituirà in tutto, siete in buone mani anche voi”.        (Loc/Adnkronos)   ISSN 2465 – 1222  09-NOV-20 07:41  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, lunedì 09 novembre 2020 Covid: due positivi in casa riposo del Barese =  AGI0063 3 CRO 0 R01 /  Covid: due positivi in casa riposo del Barese =  (AGI) – Bari, 9 nov. – Sono stati riscontrati due casi di  positivita’ tra gli ospiti della casa di riposo e residenza  socio sanitaria assistenziale “Regina Pacis” di Monopoli (Ba).   subito sono scattati i protocolli di verifica sulle circa 90  persone presenti, tra ospiti e personale della struttura.  “Dapprima sono stati effettuati test antigenici a cura della  Rssa, mentre ieri mattina sono stati verificati nuovamente con  test molecolari da parte dell’Asl – ha spiegato il sindaco  Angelo Annese -. I risultati dovrebbero arrivare nel corso della  giornata”.(AGI)Ba2/Adv  090802 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, lunedì 09 novembre 2020 CORONAVIRUS: COLLODORO (CIMO), ‘IN SICILIA SCENARIO DI GUERRA, BASTA MINIMIZZARE’ =  ADN0094 7 CRO 0 ADN CRO RSI        CORONAVIRUS: COLLODORO (CIMO), ‘IN SICILIA SCENARIO DI GUERRA, BASTA MINIMIZZARE’ =        ‘Allibiti da gioco scaricabarile istituzioni, servono strutture   da campo’        Palermo, 9 nov. (Adnkronos) – “In queste ore assistiamo allibiti a   dichiarazioni di soggetti istituzionali che fanno a gara il gioco   dello scaricabarile. Ci auguriamo che la Protezione civile stia   programmando la realizzazione di strutture da campo. Lo scenario è già  uno scenario di guerra. Il trend va verso un peggioramento e non si   potrà essere colti alla sprovvista. Minimizzare non serve a nessuno:   si è già minimizzato abbastanza”. A dirlo è Angelo Collodoro, vice   segretario regionale siciliano del sindacato dei medici ospedalieri   Cimo. Ieri il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, in una lettera   indirizzata al premier Giuseppe Conte, al governatore siciliano Nello   Musumeci e al prefetto del capoluogo siciliano, Giuseppe Forlani, per   sottolineare che la Sicilia va verso “una strage annunciata”.         A snocciolare i numeri è lo stesso Collodoro. “In questo momento al   pronto soccorso dell’Arnas Civico stazionano 45 Covid positivi e circa  40 pazienti al Cervello – dice -. Tutti in attesa di ricovero. Il   pronto soccorso Di Villa Sofia ha al momento 63 pazienti in   trattamento e altri 22 in attesa per un totale di 85 malati, al pronto  soccorso del Policlinico ci sono 26 pazienti in trattamento e al   piccolo pronto soccorso Ingrassia stanno assistendo 26 pazienti, di   cui 4 sono positivi e 10 in attesa di risposta del tampone. Per non   parlare di una povera vecchietta che dal giorno 5 novembre sta pronto   soccorso in attesa di un posto letto”.        “Questi numeri ci fanno dire che la realtà che viene raccontata non è   quella che viene vissuta su campo dai medici e dal personale sanitario  tutto – attacca Collodoro -. In questi giorni abbiamo assistito a   enormi assembramenti a Palermo, non ultimo nei mercatini che   andrebbero chiusi. Da medici non possiamo che chiedere al sindaco   Orlando la loro chiusura per motivi di sicurezza”. Dal Cimo arriva   anche una richiesta al Governo regionale. “Realizzare strutture   territoriali alternative all’ospedale per dimettere i pazienti   ricoverati in ospedale ma non necessitanti di un contesto   assistenziale ospedaliero”, conclude.        (Loc/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  09-NOV-20 08:22  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, lunedì 09 novembre 2020 CORONAVIRUS: 205 POSITIVI A BAGHERIA NEL PALERMITANO, SI LAVORA A DRIVE-IN TAMPONI =  ADN0103 7 CRO 0 ADN CRO RSI        CORONAVIRUS: 205 POSITIVI A BAGHERIA NEL PALERMITANO, SI LAVORA A DRIVE-IN TAMPONI =        Palermo, 9 nov. (Adnkronos) – Sono complessivamente 205 i positivi al   Covid-19 a Bagheria, nel Palermitano, dove da settembre i casi   registrati sono stati 338. Di questi 128 sono guariti, mentre 5 sono   morti. A fornire l’aggiornamento sulla situazione epidemiologica del   centro alle porte di Palermo è il sindaco Filippo Maria   Tripoli. Stamani si svolgerà una riunione operativa per organizzare,   nei prossimi giorni, la campagna straordinaria di screening che verrà   effettuata con tamponi rapidi in modalità “drive-in”.         (Loc/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  09-NOV-20 08:30  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: cerimonia affollata in piazza a Codogno, polemiche  ZCZC0514/SXB  XCI20314003112_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid: cerimonia affollata in piazza a Codogno, polemiche  Pd protesta contro sindaco: “Non siamo piu’ in zona rossa?”     (ANSA) – LODI, 09 NOV –    Decine e decine di persone hanno  assistito, ieri sera, in piazza Cairoli a Codogno (Lodi), a una  cerimonia per il 4 novembre e, contemporaneamente,  per  l’inaugurazione del Parco delle Rimembranze. Per l’occasione, il  sindaco, Francesco Passerini, aveva previsto che i partecipanti  fossero due: lui stesso insieme al  vicepresidente  dell’Associazione Combattenti e Reduci . Lo stesso sindaco aveva  anche richiesto ai suoi concittadini di seguire la cerimonia in  diretta facebook. “Una folla pero’  – come ha rimarcato la  segreteria cittadina del Pd –  si e’ presentata in piazza  Cairoli”.     E’ cosi’ che il Pd di Codogno, guidato da Maria Cristina  Baggi, ha diramato un comunicato nel quale condanna duramente  quanto avvenuto. “Bar chiusi – scrive Baggi – e multe per chi  non rispetta le regole, sono state anche richieste  autocertificazioni, stamattina, per poter andare in chiesa a  ascoltare la Messa. Il Dpcm vieta di uscire se non per  comprovate esigenze serie. Non possiamo andare a trovare i  nostri nonni – si aggiunge dal Pd di Codogno – ma possiamo  andare in piazza per un’inaugurazione? Non siamo piu’ in zona  rossa?”. (ANSA).       Y5N-CSN  09-NOV-20 09:05 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Sociale, lunedì 09 novembre 2020 COVID. CANOSA DI PUGLIA, DIPENDENTE POSITIVO: CHIUSO UFFICIO COMUNALE  DRS0032 3 LAV  0 DRS / WLF    COVID. CANOSA DI PUGLIA, DIPENDENTE POSITIVO: CHIUSO UFFICIO COMUNALE  IN PAESE A NORD DI BARI SALE A 62 IL NUMERO DEI CONTAGIATI  (DIRE) Bari, 9 nov. – Dopo la positivita’ al coronavirus  registrata su uno dei dipendenti, restera’ chiuso al pubblico  l’ufficio comunale di via Falcone a Canosa di Puglia. Lo ha  annunciato il sindaco del paese a nord di Bari, Roberto Morra,  aggiornando il dato dei contagi che sale a 62.    (Adp/ Dire)  09:20 09-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA CAMPANIA, lunedì 09 novembre 2020 Covid: positivo anziano parroco di Serrara  ZCZC0680/SXR  ONA20314003170_SXR_QBXO  R CRO S44 QBXO  Covid: positivo anziano parroco di Serrara  Sindaco a fedeli: situazione delicata, contattate l’Asl     (ANSA) – NAPOLI, 09 NOV – La Diocesi di Ischia ha comunicato  ieri sera che il parroco di Serrara e’ positivo al corona virus.  Il sacerdote 82enne si trova attualmente ricoverato all’ospedale  Rizzoli in condizioni stabili ed ha svolto le sue funzioni sino  a ieri mattina, celebrando la messa ed incontrando diversi  fedeli a casa.  Il sindaco di Serrara Fontana ha definito la situazione “molto  delicata” visto che il parroco ha incontrato negli ultimi giorni  numerose persone e per questo ha lanciato un appello affinche’  tutti quelli entrati in contatto da giovedi’ scorso col sacerdote  si mettano in isolamento e contattino l’Asl o la polizia  municipale (ANSA).       YJ2-PO  09-NOV-20 09:35 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: sindaco del Barese, donna morta in attesa ambulanza  ZCZC0683/SXB  XCI20314003171_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid: sindaco del Barese, donna morta in attesa ambulanza  “Si e’ sentita male e ambulanza e’ arrivata dopo 50 minuti”     (ANSA) – BARI, 09 NOV – “Una signora accusa un malore,  l’ambulanza arriva sul posto dopo 50 minuti. E nello sgomento e  nell’incredulita’ generale, nella piazza centrale del nostro  paese la comunita’ assiste alla morte di una persona”. A  raccontare quanto accaduto sabato sera e’ il sindaco di Noci,  Domenico Nisi, sfogandosi: “E’ inaccettabile”. “Le telefonate e  le spiegazioni ricevute – prosegue – non riporteranno in vita la  cara signora Maria, alla cui famiglia porgo il cordoglio  dell’intera comunita’. La precarieta’ del nostro sistema sanitario  e’ inaccettabile. Questo dolore e questo lutto, e lo sgomento  devono costringerci a riflettere con grande serieta’ sul tempo  che viviamo”. A causa dell’emergenza Covid i tempi di intervento  delle ambulanze si sono dilatati e il sindaco lancia un appello:  “L’unica cosa che, ci piaccia o no, dobbiamo accettare e’ che  siamo in una situazione difficilissima, drammatica e inedita.  Tutte le cose che non funzionano richiederebbero che noi, con  comportamenti virtuosi, provassimo a mitigare le difficolta'”.  (ANSA).       YD9-LF  09-NOV-20 09:36 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Sociale, lunedì 09 novembre 2020 COVID. BARI, 81 NUOVI CASI IN 8 GIORNI AD ACQUAVIVA DELLE FONTI  DRS0060 3 LAV  0 DRS / WLF    COVID. BARI, 81 NUOVI CASI IN 8 GIORNI AD ACQUAVIVA DELLE FONTI  SINDACO: “ETÀ MEDIA SALITA DA 33 A 43 ANNI. TRA I POSITIVI 4 BIMBI”  (DIRE) Bari, 9 nov. – “Dall’inizio del mese di novembre, in otto  giorni, i nuovi casi positivi sono stati 81, di cui 48 uomini e  33 donne”. È quanto riporta in un post pubblicato sui social, il  sindaco di Acquaviva delle Fonti (Ba), Davide Carlucci.      “L’eta’ media e’ salita da 33 a 43 anni, nonostante vi sia ad  abbassare la media, un bambino di 3 anni, uno di 6, uno di 8 e  uno di 9 – scrive -. In compenso abbiamo 18 concittadini oltre i  60 anni, con punte di 84 e 90 anni”. Ieri sono stati registrati  altri nove positivi.      I ricoverati nell’ospedale Miulli sono 105 anche provenienti  da “vari comuni dell’hinterland”. “In totale sono 227 le  contagiate nella nostra citta’, fra ospedale e abitazioni  private”, conclude.    (Adp/ Dire)  10:09 09-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, lunedì 09 novembre 2020 CORONAVIRUS: PARROCO ISCHITANO POSITIVO, SINDACO AI CONTATTI ‘SEGNALATEVI’ =  ADN0213 7 CRO 0 ADN CRO RCA        CORONAVIRUS: PARROCO ISCHITANO POSITIVO, SINDACO AI CONTATTI ‘SEGNALATEVI’ =        Napoli, 9 nov. (Adnkronos) – Allerta massima nel comune ischitano di   Serrara Fontana, dove ieri è emersa la positività al Covid-19 del   parroco della chiesa di Santa Maria del Carmine, don Angelo Iacono,   ricoverato all’ospedale “A. Rizzoli” di Lacco Ameno. Fino a sabato   mattina, fa sapere il sindaco di Serrara Fontana Rosario Caruso, “don   Angelo ha celebrato messa e venerdì ha portato la comunione agli   ammalati”.        Da qui l’appello lanciato dal sindaco e dalla Diocesi di Ischia a   “tutti coloro che hanno avuto contatti” con il parroco a segnalarsi   all’Asl o ai vigili urbani e ad osservare l’isolamento. Caruso non   nasconde che “la situazione è molto delicata” perché “i contatti sono   stati molti”.        (Zca/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  09-NOV-20 10:18  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AskaNews, lunedì 09 novembre 2020 Covid, Borghi (Pd): in Piemonte una settimana per evitare il collasso  Covid, Borghi (Pd): in Piemonte una settimana per evitare il collasso La casa brucia, irresponsabile guardare altrove  Roma, 9 nov. (askanews) – “Mentre c’è chi si trastulla ancora con l’illusione dell’isola felice, lisciando il pelo alle categorie più colpite alla spasmodica ricerca di un quarto d’ora di notorietà e di un facile consenso, la realtà si sta imponendo con una rapidità e una pericolosità che solo gli stolti non possono cogliere. Per dirla col compagno Lenin, i fatti hanno la testa dura. E sono fatti di cifre che devono assolutamente essere prese in considerazione. Come dimostra un’analisi fatta dal collega Federico Fornaro, in Piemonte i ricoveri Covid sono passati in un mese da 216 a 4.367. e il trend di crescita del contagio continuerà senza interruzioni della curva, domenica prossima il numero dei ricoveri Covid nella nostra Regione avrà superato i 6.000, e cioè ‘bucherà’ ampiamente (di circa 400 posti) i limiti massimi di ricezione del sistema ospedaliero piemontese. Questo sta avvenendo mentre è in atto -silenziosamente, perché gli operatori pensano a lavorare e non a urlare- un fenomeno nuovo rispetto alla prima ondata, ovvero un maggiore contagio degli operatori sanitari, che determina serie problematiche di personale disponibile e forte pressione sul personale sanitario in servizio”. Lo scrive in un post su facebook il deputato democratico Enrico Borghi.  “Il Piemonte dispone complessivamente di 11.000 posti letto, all’interno dei quali vi sono naturalmente tutte le patologie. Il lavoro di Fornaro ci dimostra che stiamo andando “out” su tutti i parametri: da noi i ricoveri sono cresciuti del 40,5% rispetto al 33% della media nazionale, l’occupazione delle terapie intensive è salita del 55% contro il 36% della media nazionale, e gli isolamenti fiduciari sono al 51% contro il 41,3% italiana. Insomma, la casa brucia – avverte Borghi -! Ed è da irresponsabili guardare altrove, concentrarsi sulle questioni di dettaglio o comportarsi come se ciò non fosse. In Piemonte abbiamo ancora una settimana per evitare scene che dobbiamo assolutamente impedire, ovvero i malati rimandati indietro dagli ospedali per impossibilità di ricevere e curare, e quindi il collasso del sistema. Ieri, per il semplice fatto di aver supportato la richiesta del Sindaco di Verbania di coinvolgimento della medicina militare, mi sono visto attaccato e dileggiato da un negazionismo da tastiera che è ancora più grave se alimentato da chi -nel presente e nel passato-ha avuto ed ha responsabilità di natura pubblica. Ma in realtà, dobbiamo finirla di perdere il nostro tempo in queste facezie. Questa è la settimana in cui si consuma la sabbia nella nostra clessidra. Non si abbia timore nel chiedere misure straordinarie, nell’attivare la Protezione Civile, nell’impiegare l’Esercito. Ogni ora spesa in chiacchiere, è un’ora persa. Se serve portare un secchio d’acqua per spegnere l’incendio, noi ci siamo. Ma chi ha le maggiori responsabilità sul campo, a Torino, suoni la tromba e guidi il percorso. Il tempo è poco, e passa in fretta”.  Pol/Gal 20201109T102525Z – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: oggi e domani chiusi scuole e asili a Messina  ZCZC0908/SXB  XCI20314003243_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid: oggi e domani chiusi scuole e asili a Messina  Ordinanza sindaco preoccupato per contagi     (ANSA) – MESSINA, 09 NOV – Nonostante le polemiche e gli  annunciati ricorsi al Tar oggi e domani  i plessi di tutti gli  istituti scolastici, di ogni ordine e grado, pubblici, privati e  paritari, compresi gli asili nido, a Messina sono chiusi per  ordine del sindaco Cateno De Luca che si dice preoccupato per  gli studenti a causa dei contagi da covid 19. Il comune di  Messina dice che la decisione e’ stata presa “al fine di  consentire all’Asp di svolgere in sicurezza i controlli sui  contatti stretti di caso ed emettere i relativi provvedimenti  anche ai fini del loro tracciamento”. (ANSA).       FK  09-NOV-20 10:26 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  NOVA NAPOLI, lunedì 09 novembre 2020 Covid: Caldoro, scontro Regione-Comune? Follia istituzionale  NOVA0006 3 POL 1 NOV REG  Covid: Caldoro, scontro Regione-Comune? Follia istituzionale  Napoli, 09 nov – (Nova) – “Stiamo assistendo a una cosa  unica in Italia: governatore e sindaco vanno in tv per  difendersi l’un l’altro con parole durissime”. Lo ha  dichiarato Stefano Caldoro intervenendo nella trasmissione  “Barba e capelli” condotta da Corrado Gabriele su Radio Crc.  Caldoro interviene sullo scontro tra De Luca e de Magistris:  “io mi auguro che non rientreremo nella zona arancione ma  dobbiamo dire la verita’. C’e’ qualcosa che non va nei dati  e la Regione deve fornire spiegazioni. La cosa piu’ grave  che puo’ succedere per due istituzioni che devono lavorare  insieme come Regione e Comune e’ non dialogare e non andare  d’accordo sul difendere la salute dei cittadini. Siamo alla  follia. Si trascina da mesi questa situazione e qualcuno  deve intervenire, non si puo’ assistere a tale scontro”. Il  capo dell’opposizione di centrodestra in Consiglio regionale  pone anche dei dubbi sui numeri della sanita’ di fronte  all’emergenza: “dobbiamo tutti lavorare per rimanere nella  zona gialla, e’ fondamentale. Da una parte mandano dei dati  di disponibilita’ per i posti letto e per le terapie  intensive, poi vediamo le file di auto e ambulanze: quindi  sono posti sulla carta? Altrimenti non si capirebbero questa  sofferenza e queste file, c’e’ un’attendibilita’ dei numeri  come ha detto il ministro e il grido di allarme dei medici  e’ giusto”. Infine, una battuta sulle elezioni americane e  la vittoria di Biden: “una grande democrazia che ha avuto  difficolta’ per arrivare al risultato finale. Per l’Italia  e’ fondamentale avere relazioni con il nuovo presidente. Ho  avuto occasione di lavorare con lui quando era  vicepresidente di Obama nella parte finale del mio mandato  per l’organizzazione delle basi Nato nella nostra regione”.  (Ren)  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: secondo decesso in casa di cura del Salernitano  ZCZC1229/SXB  XCI20314003337_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid: secondo decesso in casa di cura del Salernitano  L’appello del sindaco alle istituzioni     (ANSA) – BUONABITACOLO, 09 NOV – Secondo decesso all’interno  della casa di riposo “Sacro Cuore” di Buonabitacolo, in  provincia di Salerno. Si tratta di un’anziana del posto ultra  settantenne risultata positiva da oltre una settimana.  Il  sindaco Giancarlo Guercio  si dice preoccupato e lancia un  appello al presidente De Luca, al prefetto di Salerno e ai  vertici dell’ASL Salerno.  Sono 13 gli  ospiti della struttura  di cui 9 positivi ed un altro ricoverato presso l’ospedale di  Polla in gravi condizioni. (ANSA).       YUC-PO  09-NOV-20 11:07 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: sindaco destina fondi luminarie Natale per assistenza  ZCZC1309/SXB  XCI20314003361_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid: sindaco destina fondi luminarie Natale per assistenza  Iniziativa primo cittadino di Parete: non restiamo a guardare     (ANSA) – CASERTA, 09 NOV – I fondi per le luminarie natalizie  dirottati per l’emergenza Covid, sul fronte dell’assistenza  sanitaria domiciliare, che tante difficolta’ sta incontrando  visto l’alto numero di contagi, le tante persone da assistere a  casa e le risorse, in termini di personale sanitario, spesso  molto ridotte. L’iniziativa e’ del Comune di Parete, centro del  Casertano di circa 12mila abitanti in cui si registrano 126 casi  di residenti attualmente positivi.  “Abbiamo deciso di destinare le risorse che avevamo stanziato  per per gli eventi natalizi all’assistenza sanitaria  domiciliare. Ora faremo la variazione di bilancio – scrive il  sindaco Gino Pellegrino su facebook – e in settimana  sottoscriveranno una convenzione con una societa’ di ambulanze  private per garantire nei prossimi mesi una prima assistenza ai  nostri concittadini. Non competerebbe al Comune, ma non possiamo  restare a guardare. La salute, le cure agli ammalati, l’ossigeno  alle persone che hanno problemi respiratori vengono prima degli  addobbi natalizi”. Il 4 novembre scorso, Pellegrino aveva emesso  un’ordinanza per offrire tutele ai cittadini piu’ esposti, gli  ultrasettantenni, prevedendo a loro favore la distribuzione di  mascherine e una corsia privilegiata per gli acquisiti di beni  di prima necessita’ nei supermercati. (ANSA).       YEC-PO  09-NOV-20 11:14 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, lunedì 09 novembre 2020 Covid: Puglia, in diversi comuni riapertura scuole posticipata (2)=  AGI0195 3 CRO 0 R01 /  Covid: Puglia, in diversi comuni riapertura scuole posticipata (2)=  (AGI) – Bari, 9 nov. – Intanto molte scuole hanno comunicato  alle famiglie di non essere pronte per attivare la didattica a  distanza, sia per questioni logistiche (le sanificazioni da  effettuare prima del rientro, per esempio) sia per l’assenza  delle tecnologie necessaria. E cosi’ si procede in ordine  sparso. A Trani (nella Bat), per esempio, il sindaco Amedeo  Bottaro ha annunciato che gli istituti non saranno disponibili  prima di giovedi’ 12 a causa delle sanificazioni da effettuare.  Stessa data decisa dal collega di Bisceglie, Angelantonio  Angarano. A Palagiano (Taranto) si tornera’ a scuola il 16  novembre, considerato che il primo cittadino Domiziano Lasigna  vuole monitorare l’andamento dei contagi (attualmente 112). Ad  Acquaviva delle Fonti (Bari) invece mercoledi’ 11 novembre,  perche’ – stando alle comunicazioni del sindaco Davide Carlucci  – la chiusura del comando i polizia municipale a causa di  numerosi contagi, rende impossibile l’attivita’ di sorveglianza  nei pressi degli istituti scolastici. A Corato (Bari)  l’attivita’ scolastica in presenza e’ sospesa fino al 14  novembre, perche’ il sindaco Corrado De Benedittis ha recepito  le difficolta’ di molti istituti a garantire contemporaneamente  didattica a distanza e in presenza. Anche in Salento ci sono  comuni in cui l’improvvisa impennata di contagi ha portato i  sindaci a bloccare la ripresa delle lezioni: a Otranto,  Giurdignano e Uggiano La Chiesa (in provincia di Lecce) si  dovrebbe rientrare in aula il 12 novembre; ad Alezio il 14.  Nessuno stop, al  momento, e’ previsto nelle citta’ capoluogo: a  Bari la maggior parte degli istituti, nelle scorse ore, hanno  informato le famiglie sulle modalita’ previste per la ripresa e  invitato a monitorare costantemente i siti per essere  tempestivamente informati di ogni decisione. Il sindaco di  Taranto, Rinaldo Melucci, dal canto suo ha invitato i dirigenti  scolastici a non richiamare tutti immediatamente alla didattica  in presenza. Sono in corso di definizione anche gli orari della  lezioni, perche’ la Dad era originariamente prevista per tre ore  a mattina, per cui la possibilita’ offerta agli alunni che  vorranno restare a casa non coincide con l’orario che dovrebbero  osservare gli alunni in presenza. Una delle possibilita’,  annunciata per esempio da alcune scuole di Taranto, e’ che gli  studenti che vanno a scuola, nelle ore in cui non sono collegati  i compagni da casa per la Dad, effettuino esercitazione o i  compiti assegnati per casa. Le scuole superiori – in Puglia come  nel resto d’Italia – restano chiuse per effetto del dpcm del 4  novembre. (AGI)Le3/Adv  091117 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, lunedì 09 novembre 2020 Covid: movida indisciplinata,sindaco chiama carabinieri e multe  =  AGI0198 3 CRO 0 R01 /  Covid: movida indisciplinata,sindaco chiama carabinieri e multe  =  (AGI) – Benevento, 9 nov. – Ha cercato prima di convincere i  giovani a rispettare le regole e gli esercenti a osservare le  disposizioni anti covid. Ma il dialogo non ha funzionato e cosi’  il sindaco di Airola, Michele Napoletano, ha deciso di chiamare  i carabinieri per riportare l’ordine nel centro del piccolo  paese caudino dove il coronavirus fa registrare un centinaio di  contagi. I militari dell’Arma della compagnia di Montesarchio  sono arrivati in pochi minuti, avviando i controlli su decine di  ragazzi assembrati nei vicoli e nella piazza principale,  nonostante i divieti ben chiari. Tre bar sono stati chiusi e i  gestori multati, cosi’ come molti giovani che non indossavano la  mascherina e non rispettavano le distanze sono sati identificati  e sanzionati. Il sindaco era sceso in piazza dopo aver ricevuto  numerose segnalazioni su una movida pericolosa. E attraverso la  pagina sociale del Comune di Airola, Napoletano adesso avverte i  concittadini. “Non si esclude come, a causa della condotta di  pochi, si possa avere la adozione nelle prossime ore di  provvedimenti drastici su scala cittadina”, scrive. (AGI)Av1/Lil  091118 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, lunedì 09 novembre 2020 Covid: decesso in rsa salernitana, sindaco scrive a prefetto =  AGI0232 3 CRO 0 R01 /  Covid: decesso in rsa salernitana, sindaco scrive a prefetto =  (AGI) – Salerno, 9 nov. – A distanza di cinque giorni dal primo,  oggi, si registra il secondo decesso, una signora anziana  risultata positiva al Covid-19, all’interno di una casa di  riposo di Buonabitacolo, nel Salernitano, in cui ci sono  quindici positivi, tra ospiti e operatori. A comunicarlo, in un  post social, e’ il sindaco Giancarlo Guercio sottolineando che  “la notizia addolora e sconcerta”. Da qui, premettendo che “il  caso della signora deceduta e’ stato piu’ volte sollevato nei  giorni scorsi e non sono stati garantiti i livelli essenziali di  assistenza”, annuncia che il caso “sara’ sottoposto alle  autorita’ competenti”. Contattato dall’AGI, Guercio spiega di  star “predisponendo una comunicazione da inviare alla prefettura  e al ‘governatore’ De Luca affinche’ conoscano, innanzitutto, lo  stato delle cose e prendano seri e immediati provvedimenti”.  (AGI)Sa1/Lil  091136 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  NOVA NAPOLI, lunedì 09 novembre 2020 Covid: Festa (sindaco Avellino), pandemia sotto controllo, no a notizie sulla nostra pelle  NOVA0010 3 POL 1 NOV MED REG  Covid: Festa (sindaco Avellino), pandemia sotto controllo, no a notizie sulla nostra pelle  Napoli, 09 nov – (Nova) – “Mi sono opposto al lockdown.  Avellino sta gestendo bene l’emergenza. E’ una follia  chiudere le scuole quando abbiamo zero positivi nei nostri  istituti. Non siamo attrezzati alla didattica a distanza”.  Queste le parole di Gianluca Festa, sindaco di Avellino, ai  microfoni di Radio Crc Targato Italia, intervenuto nella  trasmissione “Barba e capelli”. “In settimana – continua  Festa – partiro’ con screening di massa effettuando tamponi  rapidi a spesa del comune. Nella mia citta’ abbiamo il 10  per cento di casi positivi rispetto ai tamponi effettuati.  Rivendicheremo sempre l’opportunita’ di non chiudere,  dobbiamo imparare a convivere con il virus fino al vaccino”.  Il sindaco di Avellino ha replicato alle polemiche riguardo  l’Ospedale Moscati, saturo non per i contagi locali ma per i  pazienti arrivati da Napoli: “Il Mattino cerca di fare  notizia sulla mia pelle. Stiamo controllando abbastanza bene  la pandemia. Abbiamo la fortuna di avere condizioni  territoriali favorevoli, non abbiamo una forte densita’  abitativa e la comunita’ rispetta le regole, anche i giovani  hanno un comportamento esemplare”. Infine, il primo  cittadino di Avellino ha lanciato un appello alla Regione:  “Noi sindaci siamo in trincea. Svolgiamo il nostro lavoro  con grande passione, impegno quotidiano ma rivendichiamo la  possibilita’ di avere una maggiore azione operativa”.  (Ren)  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, lunedì 09 novembre 2020 Covid: focolaio in una casa di riposo nel siracusano, 25 contagi =  AGI0295 3 CRO 0 R01 /  Covid: focolaio in una casa di riposo nel siracusano, 25 contagi =  (AGI) – Siracusa, 9 nov. – Un focolaio si e’ verificato in una  casa di riposo di Floridia (Siracusa), l’istituto Don Orione,  con il contagio di 25 persone. “Al momento ci sono 19 positivi  tra gli anziani e 6 tra gli operatori ma stiamo attendendo  l’esito di altri tamponi” spiega all’AGI il sindaco di Floridia,  Marco Carianni. In merito alla situazione complessiva a  Floridia, secondo i dati forniti dal primo cittadino, il numero  dei contagiati e’ di 70 ma i casi  potrebbe crescere nelle  prossime ore. Un focolaio, nei giorni scorsi, ha interessato un  centro di riabilitazione di Siracusa, ricavato nella zona nord  della citta’: sono 61 i pazienti positivi su 62.(AGI)Sr1/Fab  091214 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: interrogazione Tiramani (Lega), garantire dad a tutti  ZCZC1898/SXA  XPP20314003549_SXA_QBXB  R POL S0A QBXB  Covid: interrogazione Tiramani (Lega), garantire dad a tutti     (ANSA) – VERCELLI, 09 NOV –  Il deputato piemontese della  Lega e sindaco di Borgosesia (Vercelli) Paolo Tiramani ha  presentato un’interrogazione alla ministra dell’Istruzione Lucia  Azzolina per sapere se e’ intenzione del governo stanziare  ulteriori risorse per colmare le lacune tecnologiche presenti  negli istituti scolastici, “affinche’ – dice il parlamentare – il  diritto allo studio sia garantito a tutti”.     “Ci sono ancora troppi casi in cui la la didattica a distanza  non puo’ essere attivata – sostiene l’esponente del Carroccio –  perche’ ci sono difficolta’ di connessione web, mancano strumenti  di comunicazione idonei, ci sono carenze e lacune nella  formazione dei docenti sull’uso delle tecnologie”.     Il deputato porta l’esempio del comune che amministra: “A  Borgosesia – dice – tanti bambini in quarantena sono in  difficolta’ perche’ il loro istituto non ha le dotazioni  necessarie per la Dad per le elementari, mentre nella stessa  scuola la Dad si svolga regolarmente per le superiori. Un caso  di evidente disparita’ che non puo’ esistere: a tutti gli  studenti, di ogni ordine e grado, va assicurato il diritto allo  studio. ll ministero non puo’ lasciare indietro nessuno: in caso  contrario si decreterebbe il fallimento di un intero sistema  Paese che non sa garantire i diritti fondamentali”. (ANSA).       Y70-GTT  09-NOV-20 12:19 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: medici militari per i tamponi in Sardegna  ZCZC1923/SXB  XCI20314003555_SXB_QBXB  R CRO S0B QBXB  Covid: medici militari per i tamponi in Sardegna  Sottosegretario Difesa Calvisi annuncia l’operazione Igea     (ANSA) – SASSARI, 09 NOV – L’operazione “Igea” sbarca in  Sardegna. Il sottosegretario della Difesa, Giulio Calvisi, ha  annunciato che da domani, martedi’ 10, i medici militari saranno  impegnati nell’isola “per incrementare la capacita’ giornaliera  di effettuare tamponi”.  Si parte da Isili, poi i sanitari dell’Esercito saranno a  Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano. “Domani e mercoledi’ dalle 8  alle 14 i medici militari effettueranno oltre 500 tamponi nel  Parco Comunale di Isili”, anticipa il sottosegretario.  “Come chiesto dall’assessorato regionale della Sanita’ e dal  sindaco, la Difesa inviera’ un team composto da un ufficiale  medico e due sottufficiali infermieri del Dipartimento militare  di Medicina legale di Cagliari – spiega – oltre a tre militari  della Brigata Sassari e un rappresentante della Assl per il  supporto logistico”. Calvisi ringrazia il generale Francesco  Olla del Comando militare dell’Esercito in Sardegna e il  colonnello medico Stefano Ciancia del Dipartimento militare di  Medicina legale di Cagliari “per il supporto a favore dei  sardi”.  “Igea” schiera mille e 400 unita’, distribuite in 200 team, per  eseguire 30mila tamponi al giorno sul territorio nazionale. In  Sardegna sono gia’ disponibili almeno 70 persone, tra medici,  infermieri, operatori sanitari militari e personale di supporto.  “A breve il laboratorio del Dipartimento militare sara’ operativo  per processare i tamponi molecolari e incrementare le  potenzialita’ di screening in Sardegna”, fa sapere Giulio  Calvisi, annunciando anche il sopralluogo dei militari nei  quattro capoluoghi di provincia sardi per individuare le aree in  cui i team sanitari dell’Esercito opereranno”.  Il sottosegretario ricorda che grazie al protocollo d’intesa “Ad  Adiuvandum” sottoscritto in giugno con la Regione “e’ in atto la  campagna di screening per la tutela sanitaria delle categorie  fragili e dei lavoratori che assicurano servizi pubblici  essenziali nell’ambito dell’emergenza sanitaria”. Cosi’, conclude  Calvisi, “la sanita’ militare isolana ha fatto finora 3mila e 657  test sierologici e ha contribuito a tracciare la circolazione  del virus”. (ANSA).       Y1E-FO  09-NOV-20 12:20 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA MOLISE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: appello a sindaco, ‘interceda per fare tamponi’  ZCZC1946/SXR  OAQ20314003565_SXR_QBKX  R CRO S43 QBKX  Covid: appello a sindaco, ‘interceda per fare tamponi’  Richiesta a primo cittadino Campobasso da presidente Casa riposo     (ANSA) – CAMPOBASSO, 09 NOV – Dopo la nota inviata al  direttore generale dell’Azienda sanitaria regionale del Molise  (Asrem), Oreste Florenzano, nella quale si chiede di sottoporre  a tampone molecolare gli operatori della Casa di riposo  ‘Pistilli’ di Campobasso, il presidente della struttura, Mino  Dentizzi, ha scritto anche al sindaco del capoluogo, Roberto  Gravina. Nella nota si ricorda che sono state adottate tutte le  misure di prevenzione indicate negli ultimi provvedimenti e che  la struttura e’ stata ‘blindata’, evitando gli ingressi di  visitatori e parenti. Fornitori e manutentori, inoltre, eseguono  una procedura di igienizzazione e utilizzano un percorso che  limita ogni contatto con personale e ospiti. Per gli ospiti che  necessitano di ricovero in ospedale, al rientro, benche’ in  possesso di tampone negativo, restano in isolamento cautelativo  per ulteriori 10 giorni. La nota termina con un appello al primo  cittadino affinche’ interceda “per far effettuare un tampone di  controllo a tutti gli operatori e ospiti”. (ANSA).       YM9-SAS  09-NOV-20 12:23 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA SICILIA, lunedì 09 novembre 2020 Covid: sindaco di Montelepre ricoverata in ospedale  ZCZC1998/SXR  OPA20314003587_SXR_QBKS  R CRO S45 QBKS  Covid: sindaco di Montelepre ricoverata in ospedale     (ANSA) – PALERMO, 09 NOV – Il sindaco di Montelepre (Pa),  Maria Rita Crisci, e’ risultata positiva al Covid-19. Ieri era  stata trasportata d’urgenza in ospedale e in serata e’ giunta la  conferma della positivita’. L’esito del tampone molecolare,  infatti, ha smentito i test rapidi a cui il sindaco si era  sottoposta dopo l’insorgere di uno stato febbrile. A confermare  la propria positivita’ e’ la stessa Crisci. “Ho la polmonite da  Covid. Arrivato anche il risultato del tampone molecolare –  scrive su Facebook -. Qui in ospedale sono tutti gentili e  professionali”. “Io non ho idea di come abbia potuto prendere il  covid – aggiunge il sindaco – . Ho tenuto le distanze e la  mascherina. Quando mi e’ venuta la febbre col test rapido  negativo ho pensato alla mia solita bronchite. Io sono in buone  mani state tranquilli. Voi miei concittadini fate i bravi, siate  responsabili. La mia giunta mi sostituira’ in tutto, siete in  buone mani anche voi”. (ANSA).       Y93-FI  09-NOV-20 12:30 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA CAMPANIA, lunedì 09 novembre 2020 Covid: appello sindaco di Quarto per mancanza di ossigeno  ZCZC2057/SXR  ONA20314003601_SXR_QBXO  R CRO S44 QBXO  Covid: appello sindaco di Quarto per mancanza di ossigeno     (ANSA) – QIUARTO, 09 NOV – Quarto – Il sindaco di Quarto,  Antonio Sabino, ha lanciato un appello per la difficolta’ a  reperire ossigeno in citta’ per i pazienti non solo di Covid ma  anche cronici. “Ho ricevuto tantissime segnalazioni da operatori  medici e sanitari i quali mi hanno rappresentato che, in queste  ore, la difficolta’ maggiore e’ la reperibilita’ di ossigeno, non  solo per i pazienti Covid  ma anche per i cronici e gli  allettati – ha scritto sui social Sabino  -. Invito, pertanto,  chi avesse bombole di ossigeno in casa, vuote o inutilizzate, di  riportarle urgentemente presso le farmacie dove sono state  ritirate. La collaborazione – ha concluso -, in un momento  delicato come questo, e’ fondamentale. Ognuno deve fare la  propria parte”. A Quarto  nel fine settimana si sono registrati  74 nuovi casi positivi con il record di contagiati venerdi’, con  33 casi. Attualmente i positivi al virus sono 424 tutti in  isolamento domiciliare. Dall’inizio della pandemia i casi  positivi sono stati ad oggi 529. Nei giorni scorsi il sindaco ha  provveduto ad interdire villa comunale, piazze e altri luoghi di  ritrovo per evitare gli assembramenti. (ANSA).       W08-TOR  09-NOV-20 12:33 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Nazionale, lunedì 09 novembre 2020 COVID. RICCI (ALI): ECCESSIVO PROTAGONISMO REGIONI CREA PROBLEMI  DIR0790 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT    COVID. RICCI (ALI): ECCESSIVO PROTAGONISMO REGIONI CREA PROBLEMI  (DIRE) Roma, 9 nov. – “L’eccesso di protagonismo di alcune  regioni sta alimentando inutili tensioni e creando ulteriori  problemi nella gestione dell’emergenza. La situazione e’ seria,  e’ il momento di mettere fine alle polemiche e remare tutti nella  stessa direzione. Il nemico e’ il virus, non il governo, non le  regioni, non i comuni. In questa fase cosi’ delicata servono  massima unita’ e collaborazione istituzionale”. Lo afferma il  sindaco Pd di Pesaro e presidente Ali (Autonomie Locali Italiane)  Matteo Ricci.    (Vid/ Dire)  12:36 09-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA LAZIO, lunedì 09 novembre 2020 Covid: 20 positivi in piu’, a Fiumicino picco a quota 242  ZCZC2139/SXR  XCI20314003620_SXR_QBXL  R CRO S43 QBXL  Covid: 20 positivi in piu’, a Fiumicino picco a quota 242     (ANSA) – FIUMICINO, 9 NOV – Ancora un picco di persone  positive al Covid 19 nel comune di Fiumicino, che tocca quota  242, venti in piu’ rispetto ad ieri.”Anche oggi dobbiamo  registrare un aumento dei casi di persone positive tra i nostri  cittadini”, dichiara il sindaco Esterino Montino.”L’ultimo  aggiornamento della Asl RM3 elenca 242 persone positive al  coronavirus tra coloro che vivono nel nostro comune – spiega  Montino -: venti in piu’ rispetto all’aggiornamento di ieri. Ci  sono, inoltre, 32 persone in attesa del risultato del tampone  molecolare e quindi in sorveglianza attiva”.”Gli appelli dei  medici affinche’ si adottino restrizioni maggiori in tutta Italia  si susseguono incalzanti – sottolinea il sindaco – Ogni area o  regione puo’, molto rapidamente, passare da gialla ad arancione a  rossa, mentre tornare indietro, abbassando tutti i parametri  presi in considerazione, e’ complicatissimo”.”Per queste ragioni  e perche’ se il sistema sanitario collassa a farne le spese  saremo tutti, non solo le persone colpite dal covid – conclude  Montino -, dobbiamo impegnarci al massimo per rispettare le  regole ed essere molto prudenti. Dobbiamo indossare bene la  mascherina, anche quando siamo a casa con persone che non vivono  con noi, e dobbiamo indossarla in modo che copra il naso e la  bocca. Dobbiamo cambiarla spesso, in base al tipo di mascherina.  Dobbiamo igienizzarci le mani il piu’ frequentemente possibile e,  soprattutto, dobbiamo mantenere le distanze dalle altre persone.  Ognuno di noi puo’ essere parte della soluzione o parte del  problema: io chiedo, accoratamente, a tutte e tutti di essere  parte della soluzione”.(ANSA).       YPG-TEO  09-NOV-20 12:38 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  NOVA NAZIONALE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: Ricci (Ali), eccessivo protagonismo Regioni crea problemi  NOVA0208 3 POL 1 NOV INT MED  Covid: Ricci (Ali), eccessivo protagonismo Regioni crea problemi  Roma, 09 nov – (Nova) – A giudizio del sindaco di Pesaro e  presidente Ali (Autonomie locali italiane), Matteo Ricci,  “l’eccesso di protagonismo di alcune Regioni sta alimentando  inutili tensioni e creando ulteriori problemi nella gestione  dell’emergenza. La situazione e’ seria”, continua in una  nota il primo cittadino, “e’ il momento di mettere fine alle  polemiche e remare tutti nella stessa direzione. Il nemico  e’ il virus, non il governo, non le Regioni, non i Comuni.  In questa fase cosi’ delicata servono massima unita’ e  collaborazione istituzionale”. (Com)  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ANSA NAZIONALE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: Ricci, eccessivo protagonismo regioni crea problemi  ZCZC2196/SXA  XPP20314003641_SXA_QBXB  R POL S0A QBXB  Covid: Ricci, eccessivo protagonismo regioni crea problemi     (ANSA) – ROMA, 09 NOV – “L’eccesso di protagonismo di alcune  regioni sta alimentando inutili tensioni e creando ulteriori  problemi nella gestione dell’emergenza. La situazione e’ seria, e’  il momento di mettere fine alle polemiche e remare tutti nella  stessa direzione. Il nemico e’ il virus, non il governo, non le  regioni, non i comuni. In questa fase cosi’ delicata servono  massima unita’ e collaborazione istituzionale”.     Lo afferma il sindaco Pd di Pesaro e presidente Ali  (Autonomie Locali Italiane) Matteo Ricci. (ANSA).       DU  09-NOV-20 12:44 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  NOVA NAZIONALE, lunedì 09 novembre 2020 Covid: Calvisi (Difesa), parte anche in Sardegna l’operazione Igea  NOVA0214 3 EST 1 NOV  Covid: Calvisi (Difesa), parte anche in Sardegna l’operazione Igea  Roma, 09 nov – (Nova) – Domani, 10 novembre, e mercoledi’,  11 novembre, dalle ore 08:00 alle ore 14:00, presso il Parco  comunale di Isili (CA) medici militari del Drive-through  della Difesa (Dtd) mobile effettueranno oltre 500 tamponi  sui cittadini isilesi. Lo rende noto il sottosegretario alla  Difesa, Giulio Calvisi, attraverso un comunicato stampa.  “Accogliendo la richiesta dell’Assessorato alla sanita’  della Regione Sardegna e del sindaco di Isili, la Difesa  inviera’ un team composto da un ufficiale medico, due  sottufficiali infermieri del dipartimento militare di  medicina legale di Cagliari, tre militari in supporto  logistico della Brigata Sassar” e un rappresentante della  Assl competente per territorio. Ringrazio il comandante del  comando militare Esercito Sardegna, generale Francesco Olla  e il direttore del dipartimento militare di medicina legale  di Cagliari, colonnello medico Stefano Ciancia, per la  preziosa e incessante opera di supporto messa in campo a  favore dei cittadini sardi”, ha detto. (segue) (Com)  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  La Presse, lunedì 09 novembre 2020 Coronavirus, Ricci (Pd): Eccessivo protagonismo regioni crea problemi  Coronavirus, Ricci (Pd): Eccessivo protagonismo regioni crea problemi Roma, 9 nov. (LaPresse) – “L’eccesso di protagonismo di alcune regioni sta alimentando inutili tensioni e creando ulteriori problemi nella gestione dell’emergenza. La situazione è seria, è il momento di mettere fine alle polemiche e remare tutti nella stessa direzione. Il nemico è il virus, non il governo, non le regioni, non i comuni. In questa fase così delicata servono massima unità e collaborazione istituzionale”. Lo afferma il sindaco Pd di Pesaro e presidente Ali (Autonomie Locali Italiane) Matteo Ricci. POL NG01 gar/abf 091252 NOV 20 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  9COL, lunedì 09 novembre 2020 CORONAVIRUS, REGGIO CALABRA, FALCOMATÀ: AUMENTARE POSTI DI TERAPIA INTENSIVA  9CO1120776 4 CRO ITA R01  CORONAVIRUS, REGGIO CALABRA, FALCOMATÀ: AUMENTARE POSTI DI TERAPIA INTENSIVA  (9Colonne) Roma, 9 nov – “Si è scoperchiata la pentola sulle inefficienze del commissariamento della sanità calabrese. È il momento di dire basta. Oggi la Calabria è zona rossa perché ha un deficit strutturale di ospedali e di tutte le situazioni per affrontare la nuova ondata di coronavirus. Noi sindaci calabresi abbiamo chiesto al governo la condivisione del nome del nuovo commissario alla sanità, cosa che non è avvenuta. È sempre più difficile spiegare ai cittadini scelte calate dall’alto che poi non producono i risultati sperati. Serve aprire un centro Covid, serve aumentare i posti di terapia intensiva, serve assumere il personale medico e paramedico che possa dare sostegno ai nostri malati: queste sono le tre condizioni. Non arretreremo di un millimetro”. Così Giuseppe Falcomatà, sindaco di Reggio Calabria, poco fa su Rai Radio1 a “Che giorno è”, condotto da Francesca Romana Ceci e Massimo Giraldi. (red)   091256 NOV 20  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, lunedì 09 novembre 2020 Covid: Torino; Appendino, emergenza ha fatto esplodere poverta’ =  AGI0383 3 POL 0 R01 /  Covid: Torino; Appendino, emergenza ha fatto esplodere poverta’ =  (AGI) – Torino, 9 nov. – “L’emergenza sanitaria ha fatto  esplodere quelle fragilita’, disuguaglianze e poverta’ che  esistevano gia’ all’interno del nostro tessuto. Mediante sono  circa 10mila i nuclei familiari che chiedono aiuto alla rete  Torino solidale, sono 24 mila le persone che vi accedono, di  questi 8mila sono minori. E’ la dimostrazione che l’emergenza  sanitaria e’ sempre piu’ un’emergenza economica”. E’ quanto  afferma il sindaco Chiara Appendino, parlando di Torino  Solidale, la rete nata nei mesi della prima emergenza covid per  aiutare le le famiglie in difficolta’ economica.  “E’ un sistema di welfare capillare – spiega Appendino – che e’  dislocato in 10 punti in giro per la citta’ e costruisce un  rapporto diretto con i nuclei familiari che stanno vivendo  un’emergenza non solo sanitaria, ma anche economica. Si tratta  di famiglie che hanno bisogno di accedere a un bene primario  come il cibo. Questa rete – aggiunge – non solo ha continuato a  dare aiuto alle famiglie, ma si e’ rafforzata. Per questo  abbiamo deliberato uno stanziamento di un milione di euro in  piu’ per far fronte ai prossimi mesi. Vogliamo continuare a  puntare”. (AGI)To1/Adv  091305 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Nazionale, lunedì 09 novembre 2020 COVID. IN SARDEGNA ARRIVA L’ESERCITO, AL VIA OPERAZIONE ‘IGEA’  DIR0998 3 SAL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT    COVID. IN SARDEGNA ARRIVA L’ESERCITO, AL VIA OPERAZIONE ‘IGEA’  TASK FORCE MILITARI PER AUMENTARE CAPACITÀ GIORNALIERA TAMPONI  (DIRE) Cagliari, 9 nov. – Parte anche in Sardegna  l’operazione “Igea”, la task force dell’Esercito per incrementare  la capacita’ giornaliera dei tamponi. Ad annunciarlo e’ il  sottosegretario della Difesa, Giulio Calvisi, spiegando come da  domani i medici militari saranno impegnati nell’isola per dare  supporto alla sanita’ regionale. Si parte da Isili, uno dei  Comuni della Sardegna piu’ colpiti dal virus, poi la task force  operera’ a Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano.     “Domani e mercoledi’ dalle 8 alle 14, i medici militari  effettueranno oltre 500 tamponi nel parco comunale di Isili-  spiega il sottosegretario-. Accogliendo la richiesta  dell’assessorato regionale alla Sanita’ e del sindaco, la Difesa  inviera’ un team composto da un ufficiale medico e due  sottufficiali infermieri del dipartimento militare di Medicina  legale di Cagliari, tre militari della Brigata Sassari e un  rappresentante della Assl”. In Sardegna, sottolinea Calvisi, sono  gia’ disponibili almeno 70 persone, tra medici, infermieri,  operatori sanitari militari e personale in supporto logistico.  “Inoltre- spiega- a breve sara’ operativo presso il Dipartimento  militare di medicina legale di Cagliari, un laboratorio per  processare i tamponi molecolari che incrementera’ le  potenzialita’ screening della Sardegna”.    (Api/ Dire)  13:18 09-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, lunedì 09 novembre 2020 Covid: sindaco Sassari, prossime due settimane saranno decisive (2)=  AGI0409 3 CRO 0 R01 /  Covid: sindaco Sassari, prossime due settimane saranno decisive (2)=  (AGI) – Sassari, 9 nov.  – A preoccupare il sindaco e’ il  rapporto tra tamponi e positivi in citta’: “I primi giorni di  novembre il rapporto e’ superiore al 20%, piu’ alto del dato  medio nazionale”, segnala Campus, che e’ anche medico. “Non  vogliamo arrivare a diventare zona rossa. E’ vero che siamo  sotto di 7 punti percentuali rispetto alla Lombardia, ma siamo  in una fascia di rischio”.  I sassaresi ricoverati sono 37, un numero che non preoccupa,  “come non preoccupa la percentuale dei positivi ricoverati che  si ferma all’8%”. Ma negli ospedali sassaresi i pazienti  arrivano da tutta la provincia: “Dal punto di vista sanitario la  situazione e’ drammatica”, denuncia il sindaco di Sassari. “In  malattie infettive su 40 posti letto disponibili sono 44 i  ricoverati, cioe’ 4 in letti di appoggio, come in clinica  pneumologica con 24 ricoveri su una disponibilita’ di 20 posti  letto; 23 pazienti in neurologia con 3 letti in piu’, 20 in  urologia, 22 su 17 posti letto in clinica medica e 24 in  geriatria a questi si aggiungono i 15 in terapia intensiva e i  21 attualmente fermi al pronto soccorso in attesa di un posto  letto”.  I tamponi in poche settimane sono passati da circa 500 a  1.200-1.400 al giorno, ma occorre un incremento ulteriore.  “Arrivera’ il supporto dei militari”, conferma Campus, dopo  l’annuncio del sottosegretario alla Difesa, Giulio Calvisi.  “Oggi il colonnello Stefano Ciancia sara’ in citta’ per il  sopralluogo e in settimana saremo operativi con il drive through  in via Pirandello”.  I rinforzi arrivano anche per le case di riposo: “A Casa Serena  stiamo predisponendo i test rapidi per anziani e personale e  vorremmo estendere lo stesso servizio anche altre case di  riposo, ma serve disponibilita’ di personale”, aggiunge il  sindaco. “So che ne possiamo uscire se tutti ci impegniamo, chi  gestisce la sanita’ regionale e chi la applica a livello locale:  se chi fa sacrifici vede che c’e’ solidarieta’ allora si’, sono  convinto e ottimista”. (AGI)  Ss2/Rob  091319 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  AGI, lunedì 09 novembre 2020 Covid: sindaco Sassari, prossime due settimane saranno decisive =  AGI0408 3 CRO 0 R01 /  Covid: sindaco Sassari, prossime due settimane saranno decisive =  (AGI) – Sassari, 9 nov. – “Le prossime due settimane saranno  decisive”. Ne e’ convinto il sindaco di Sassari Nanni Campus,  che stamane, in una conferenza stampa a Palazzo Ducale convocata  sull’emergenza Covid ha esortato a mantenere alta l’attenzione.  “Se pensiamo che le prime limitazioni sono iniziate 15 giorni  fa, ma i dati sono in progressiva crescita, le restrizioni non  si sono tradotte in risultati sul campo”, spiega il primo  cittadino. “Sono aumentati ricoveri e positivi. Dobbiamo fare di  tutto, tutti insieme, perche’ le misure del dpcm del 3 novembre  scorso possano iniziare a dare i loro frutti, che devono  verificarsi da questa settimana a stabilizzarsi nella prossima”.  (AGI)Ss2/Rob (Segue)  091319 NOV 20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Nazionale, lunedì 09 novembre 2020 COVID. BITONTO, SINDACO FIRMA ORDINANZA: VIA I TAVOLI DAI BAR  DIR1085 3 POL  0 RR1 N/POL / DIR /TXT    COVID. BITONTO, SINDACO FIRMA ORDINANZA: VIA I TAVOLI DAI BAR  ABBATICCHIO: “IN CITTÀ 160 POSITIVI”  (DIRE) Bari, 9 nov. – Il sindaco di Bitonto (Ba), Michele  Abbaticchio, ha emanato un’ordinanza “per disporre agli  incolpevoli locali commerciali di far sparire tavolini e sedie.  Ho chiesto un altro sacrificio”, spiega sui social allegando una  foto che ritrae il centro cittadino colmo di persone, alcune  delle quali sedute davanti ai bar.      “In citta’ ci sono 160 casi positivi in 75 in famiglie, 3 i  guariti e 41 in isolamento – aggiunge – mentre sono 6 i casi a  Mariotto e altrettanti a Palombaio, frazioni della citta'”.    (Adp/ Dire)  13:29 09-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Sociale, lunedì 09 novembre 2020 COVID. BARI, SALE A 195 IL NUMERO DEI POSITIVI A TRIGGIANO  DRS0160 3 LAV  0 DRS / WLF    COVID. BARI, SALE A 195 IL NUMERO DEI POSITIVI A TRIGGIANO  SINDACO: “RISPETTIAMO LE REGOLE O NON NE USCIREMO”  (DIRE) Bari, 9 nov. – “Stando ai dati che ci vengono comunicati  ufficialmente dalla prefettura, i casi di positivi nel nostro  paese e’ salito a 195. Purtroppo, negli ultimi giorni, cinque  nostri concittadini sono deceduti in seguito al contagio”. È  quanto rende noto il sindaco di Triggiano (Ba), Antonio  Donatelli, sottolineando che “dietro questi numeri che ogni  giorno leggiamo nei bollettini, ci possono essere i volti e le  storie delle persone che amiamo”.      “Non c’e’ decreto o governo o sindaco che tenga: abbiamo solo  una possibilita’ per vincere questa guerra ed e’ reagire come  comunita’. Se continueremo a ignorare la gravita’ della  situazione, a non rispettare le regole, ad urlarci addosso, non  ne usciremo – aggiunge – È giunto davvero il momento di difendere  la vita, insieme, appellandoci al senso di responsabilita’ piu’  profondo che e’ in ognuno di noi”.    (Adp/ Dire)  13:39 09-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA CAMPANIA, lunedì 09 novembre 2020 Covid: Bassolino, per Napoli istituzioni insieme o disastro  ZCZC2877/SXR  XCI20314003854_SXR_QBXO  R CRO S44 QBXO  Covid: Bassolino, per Napoli istituzioni insieme o disastro  Comune, Regione e Governo agiscano come gabinetto di guerra     (ANSA) – NAPOLI, 09 NOV – “Ogni cittadino deve fare la sua  parte ma spetta in primo luogo ai poteri pubblici indicare la  strada in modo unitario e responsabile. In un momento come  questo il governo, la regione e il comune dovrebbero muoversi  come un gabinetto di guerra e decidere assieme le necessarie  misure sanitarie e sociali: e’ cosi’ che si salvano Napoli e il  paese, altrimenti e’ un disastro”. Cosi’ sui social l’ex sindaco  di Napoli Antonio Bassolino. (ANSA).       DLP  09-NOV-20 13:47 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Dire Sociale, lunedì 09 novembre 2020 COVID. FLC CGIL PALERMO: FUORI CONTROLLO, STOP SLOGAN ‘SCUOLA SICURA’  DRS0171 3 LAV  0 DRS / WLF    COVID. FLC CGIL PALERMO: FUORI CONTROLLO, STOP SLOGAN ‘SCUOLA SICURA’  IL SINDACATO: “SISTEMA È SALTATO”  (DIRE) Palermo, 9 nov. – “È opportuno abbandonare gli slogan  ‘scuola sicura’ e gli ideologismi di ogni sorta, il sistema e’  saltato e non funziona nel complesso, i protocolli teorici non  reggono all’urto della realta’, un po’ ovunque sono saltati i  tracciamenti e non puo’ definirsi scuola quella che insegue  quarantene e isolamenti fiduciari, aprendo e chiudendo classi di  continuo, spesso nell’estrema difficolta’ di comunicazione con  gli organi di prevenzione locali preposti”. La Flc Cgil Palermo  lancia l’allarme, registrando “la paura e la preoccupazione  crescente” dei lavoratori della scuola dell’infanzia, della  primaria e della secondaria di primo grado.      “Gli operatori della scuola non si sentono affatto sicuri e  sereni nello svolgimento della loro quotidiane attivita’ e senza  sicurezza e serenita’ non si puo’ lavorare – dice il segretario  della Flc Cgil Palermo, Fabio Cirino -. Siamo convinti che la  vera scuola sia in presenza e che il diritto allo studio e il  diritto alla salute debbano andare di pari passo ma al momento  non sembra proprio che ci siano le condizioni: quando la casa  brucia e’ necessario spegnere l’incendio. Gli ordini dei medici  di alcune citta’ hanno lanciato un appello affinche’ si applichi  un lockdown nazionale – prosegue -. E registriamo anche le parole  di allarme del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che parla di  strage annunciata, e di Walter Ricciardi, consigliere del  ministro della Salute, che sostiene che chiudendo le scuole si  riduce l’indice di contagio di un altro 15 per cento – ancora  Cirino -. Tralasciando il fatto che la quotidiana babele di  notizie getta nell’angoscia la popolazione, ribadiamo quanto gia’  detto alcuni giorni fa. Ogni cittadino, ogni settore, ogni  comparto, deve contribuire a diminuire significativamente la  curva dei contagi per il bene di tutti e bisogna agire in fretta.  E per questo motivo annunciamo la chiusura di tutti gli sportelli  di consulenza in presenza in tutte le sedi di Palermo e  provincia. L’assistenza per gli iscritti e per chi si vorra’  iscrivere continuera’ in modalita’ telematica”.    (Com/Sac/Dire)  13:58 09-11-20  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA TRENTINO, lunedì 09 novembre 2020 Covid: Comune di Trento conferma mercato del giovedi’  ZCZC2989/SXR  OTN20314003893_SXR_QBJC  R CRO S41 QBJC  Covid: Comune di Trento conferma mercato del giovedi’  I volontari dell’Ana controlleranno il distanziamento sociale     (ANSA) – TRENTO, 09 NOV – L’attivita’ del mercato del giovedi’  mattina a Trento non verra’ spostata, al pari del mercatino dei  “Gaudenti”, che pero’ sara’ trasferito in piazza Dante. Lo ha reso  noto oggi il sindaco di Trento, Franco Ianeselli, intervenendo  in conferenza stampa per spiegare l’ordinanza di annullamento  dei Mercatini Natale e della fiera di Santa Lucia disposta la  scorsa settimana.     Secondo quanto specificato dal primo cittadino, il  tradizionale mercato nel centro storico del capoluogo e’  confermato, ma verranno incrementati i controlli per il rispetto  delle disposizioni di distanziamento e di corretto utilizzo  dellemascherine nell’area di vendita grazie ai volontari della  sezione cittadina dell’Associazione nazionale alpini (Ana).     “Il mercato non e’ sospeso ma rimane un’attivita’ sotto attenta  analisi per i rischi di contagio, pertanto invitiamo tutti i  cittadini a comportarsi responsabilmente”, ha concluso  Ianeselli.     Per diminuire le possibilita’ di assembramento, il mercatino  dei “Gaudenti” verra’ invece trasferito in piazza Dante. Anche in  questo caso, saranno presenti volontari dell’Ana. (ANSA).       YBS-XDO  09-NOV-20 13:59 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  Italpress, lunedì 09 novembre 2020 CORONVIRUS: GIANI “INDAGINE EPIDEMIOLOGICA IN 11 COMUNI EMPOLESE”  ZCZC IPN 338  REG –/T   CORONVIRUS: GIANI “INDAGINE EPIDEMIOLOGICA IN 11 COMUNI EMPOLESE”  FIRENZE (ITALPRESS) – “La mia preoccupazione e’ quella di vivere un  rapporto corretto e armonico sul territorio. Ieri sono andato al  municipio di Empoli dove ho incontrato la sindaca Brenda Barnini,  il sindaco di Castelfiorentino Alessio Falorni, e il sindaco di  Fucecchio Alessio Spinelli. Abbiamo convenuto sulla necessita’ di  arrivare a una indagine epidemiologica per il territorio degli 11  comuni dell’Empolese-Valdelsa”. Lo ha annunciato il presidente  della regione Toscana, Eugenio Giani, a margine della  presentazione quest’oggi di posti letto Covid nell’ex ospedale  ‘Fraticini’ a Firenze. “Il loro livello di preoccupazione, mi sono  reso conto, derivava molto dalla chiusura per qualche ora, per  motivi di eccessivo afflusso Covid, del pronto soccorso di  Empoli”, ha aggiunto Giani parlando ancora della preoccupazione  dei sindaci dell’empolese per l’aumento di contagi nel loro  territorio.   (ITALPRESS) – (SEGUE).  lc/fil/red  09-Nov-20 14:12  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA ABRUZZO, lunedì 09 novembre 2020 Covid: domani al via lavori per tensostruttura Avezzano  ZCZC3431/SXR  OAQ20314004034_SXR_QBXA  R CRO S43 QBXA  Covid: domani al via lavori per tensostruttura Avezzano  Angelosante, sindaco Ovindoli, ‘sara’ utilizzata come triage’     (ANSA) – AVEZZANO (L’AQUILA), 09 NOV – “Da domani  cominceranno i lavori e mi hanno assicurato che la  tensostruttura nell’ospedale di Avezzano sara’ attivata nel giro  di sette, dieci giorni”. E’ il consigliere regionale Simone  Angelosante (Lega), medico e sindaco di Ovindoli (L”Aquila), a  fare il punto della situazione sulla tensostruttura che sorgera’  nelle vicinanze dell’ospedale per tamponare l’emergenza ricoveri  causata dall’impennata di contagi Covid nella Marsica. Oggi,  alla presenza dello stesso Angelosante e dei tecnici della Asl,  della Protezione Civile e della Croce Rossa, e’ stato effettuato  un sopralluogo che ha portato a individuare l’area in una zona  verde di fronte all’ingresso principale del Pronto Soccorso. “La  struttura dovrebbe avere una ventina di posti – spiega  Angelosante – e sara’ utilizzata come triage, quindi per tenere i  pazienti sotto osservazione in attesa del tampone, per evitare  che, come accaduto in questi giorni, ci siano persone che  aspettano in ambulanza, in macchina o negli spazi limitrofi al  Pronto Soccorso”.     Domani al via i lavori di sbancamento, poi realizzazione di  un basamento in cemento sopra al quale sorgera’ la  tensostruttura. “Nel frattempo cercheremo di tamponare  l’emergenza con ricoveri all’ospedale di Tagliacozzo; grazie a  quei posti fino a un massimo di 50, stiamo man mano sgomberando  i pazienti che erano stati appoggiati nella zona grigia e negli  altri spazi limitrofi al Pronto Soccorso”. (ANSA).       XSB-SAS  09-NOV-20 14:34 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  z ANSA CALABRIA, lunedì 09 novembre 2020 Covid:sindaco Cardinale,negativi tamponi alunni scuola media  ZCZC3608/SXR  OCZ20314004094_SXR_QBXU  R CRO S45 QBXU  Covid:sindaco Cardinale,negativi tamponi alunni scuola media  Revoca ordinanza chiusura, da domani in aula studenti prima     (ANSA) – CARDINALE, 09 NOV – Sono risultati tutti negativi i  tamponi effettuati lo scorso 2 novembre sugli alunni e sul  personale Ata della scuola media di Cardinale. A darne notizia,  su Facebook, e’ il sindaco del comune della fascia ionica  catanzarese, Danilo Stagliano’.       “Oggi stesso revochero’ l’ordinanza – ha sottolineato il  primo cittadino – e gia’ da domani riprendera’ la didattica in  presenza”.        A tornare sui banchi di scuola pero’ saranno solo i bambini  della prima media “perche’ – ha aggiunto Stagliano’ – seguiamo  quanto stabilito dal Dpcm del presidente del Consiglio”. (ANSA).       Y3F-ATT  09-NOV-20 14:51 NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  La Presse, lunedì 09 novembre 2020 Coronavirus, Giani: Indagine epidemiologica in comuni dell’Empolese-Valdelsa  Coronavirus, Giani: Indagine epidemiologica in comuni dell’Empolese-Valdelsa Firenze, 9 nov. (LaPresse) – “La mia preoccupazione e’ quella di vivere un rapporto corretto e armonico sul territorio. Ieri sono andato al municipio di Empoli (Firenze) dove ho incontrato la sindaca Brenda Barnini, il sindaco di Castelfiorentino (Firenze) Alessio Falorni, e il sindaco di Fucecchio (Firenze) Alessio Spinelli. Abbiamo convenuto sulla necessità di arrivare a una indagine epidemiologica per il territorio degli 11 comuni dell’Empolese-Valdelsa”. Lo ha annunciato il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, a margine della presentazione di posti letto Covid ricavati nell’ex ospedale dei ‘Fraticini’ a Firenze.”Il livello di preoccupazione dei sindaci dell’Empolese, mi sono reso conto che derivava molto dalla chiusura per qualche ora, per motivi di eccessivo afflusso Covid, del pronto soccorso di Empoli”, ha spiegato Giani.(Segue). POL NG01 fbg/alm 091451 NOV 20 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  9COL, lunedì 09 novembre 2020 DPCM, SINDACO PONTINVREA: STRANO GOVERNO NON ABBIA ANCORA IMPUGNATO MIA ORDINANZA  9CO1120835 4 POL ITA R01  DPCM, SINDACO PONTINVREA: STRANO GOVERNO NON ABBIA ANCORA IMPUGNATO MIA ORDINANZA   (9Colonne) Roma, 9 nov – E’ finita nel mirino della procura di Savona l’ordinanza con cui il sindaco di Pontinvrea, Matteo Camiciottoli (Lega), ha autorizzato l’apertura delle attività di bar e ristoranti sul territorio pontesino fino alle 23.  “L’ordinanza è ancora in vigore, l’abbiamo solo rimodulata fino alle 22 -ha affermato a Radio Cusano Campus -. Strano che la Presidenza del Consiglio non abbia ancora impugnato l’ordinanza al Tar. Non si capisce perché il virus sia in circolazione solo dopo le 18. Non c’è alcuna evidenza sul fatto che ci si contagi nei bar e ristoranti che hanno provveduto in questi mesi ad attrezzarsi per fare in modo di rispettare tutti i protocolli anti-covid. Noi riteniamo che il virus esista, che si propaghi velocemente mettendo il sistema sanitario sotto stress. Si sapeva che sarebbe arrivata la seconda ondata, forse si doveva lavorare meglio nei mesi estivi per organizzare meglio la risposta. Dicono che io ho agito contro legge, non è vero, ho disatteso ad un dpcm che è un atto amministrativo non legislativo. Nel mio comune c’è stato solo un caso di coronavirus, di un ragazzo che probabilmente si è contagiato sul trasporto pubblico. Dal punto di vista economico però i danni sono stati enormi. Avendo un’economia basata prettamente sul turismo è stato pesante l’impatto. Con questa nuova situazione il rischio è che tante attività debbano chiudere definitivamente”. (red)   091459 NOV 20  – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –  ADN Kronos, lunedì 09 novembre 2020 CORONAVIRUS: OSPEDALE DA CAMPO AD AREZZO, NISINI (LEGA), ‘SUBITO DECISIONI IN MERITO’ =  ADN0910 7 CRO 0 ADN CRO RTO        CORONAVIRUS: OSPEDALE DA CAMPO AD AREZZO, NISINI (LEGA), ‘SUBITO DECISIONI IN MERITO’ =        La senatrice, “Non si aspetti altro tempo”        Firenze, 9 nov. – (Adnkronos) – ”Fatico a comprendere la scelta del   direttore dell’Asl competente Antonio D’Urso di non allestire ospedali  da campo prima possibile come si sta facendo in altre regioni del   nostro Paese. Quanto sta accadendo in questi giorni ad Arezzo ha   dell’incredibile. I numeri del trend ci fanno capire che siamo in   ritardo rispetto alla situazione dello scorso marzo, si va verso un   peggioramento e non si potrà essere colti alla sprovvista. Minimizzare  non serve a nessuno: si è già minimizzato abbastanza. La risposta del   dottor D’Urso, che denigra la proposta come semplicistica e accusando   il sindaco Alessandro Ghinelli di incompetenza mi lascia alquanto   perplessa”. Lo dichiara la senatrice della Lega Tiziana Nisini.        ”Non è il momento di alimentare polemiche, chi ha la competenza   prenda subito la decisione di creare strutture ospedaliere alternative  con i dovuti supporti sanitari. Realizzare strutture sanitarie   territoriali alternative per dimettere i pazienti ricoverati significa  aiutare e dare assistenza al sistema ospedaliero in affanno”, conclude  Nisini.        (Zto/Adnkronos)  ISSN 2465 – 1222  09-NOV-20 15:01  NNNN – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

ARAN FRENA SULLE INDENNITA’ EXTRA, Il Sole 24 Ore

BUS E METRO IN CRISI NERA, Il Messaggero

CARTA, Ritorno ai quartieri in 15 minuti, Il Sole 24 Ore

CIAFANI, LEGAMBIENTE, Idee per il Recovery Plan, Il Sole 24 Ore

ECOSISTEMA URBANO, LA CLASSIFICA, Il Sole 24 Ore

EMPOLI, I SINDACI CHIEDONO LA ZONA ROSSA, La Nazione

IN CAMPO 13 AIUTI ANTI CHIUSURE, Il Sole 24 Ore

MASTELLA BACCHETTA DE MAGISTRIS, Il Mattino

REGIONI A RISCHIO ZONA ROSSA, Corriere

RICCIARDI, WALTER, La Stampa

SGARBI, La Verità

Precedente

DECRETO RISTORI BIS, ECCO IL TESTO BOLLINATO CON TUTTI GLI ALLEGATI

Successivo

DECRETO RISTORI E FINANZA LOCALE. CANELLI IN AUDIZIONE DEL SENATO: “AIUTATECI AD AIUTARE. COMUNI STRESSATI, SERVONO PIÙ RISORSE CERTE”